Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Calcio - Stagione 2013/14


Recommended Posts

a me insigne non piace. tolto questo, non mi pare lui sia stato titolare inamovibile del napoli, altrimenti mertens me lo sono sognato che mi ha fatto vincere il fantacalcio.

Insigne ha giocato titolare 3/4 di stagione, compresa la finale di Coppa Italia che secondo ne ha inciso e non poco nella scelta di Prandelli.

 

Tutto sommato potrà fare 3 moduli: 3-5-2, 4-2-3-1 e 4-3-3. Io vedo Insigne benissimo negli ultimi due e non bene nel primo. Oltre al fatto che se decidi di portare un giocatore come Cassano, con una forma fisica precaria, ci sta che porti uno tra i migliori dei test atletici dei preconvocati.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 18.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • JAYWILL_22

    2007

  • Mone 24

    1664

  • D-GenerationLakers

    1240

Top Posters In This Topic

Popular Posts

-13 alla salvezza. 

Con un decimo del culo di Ancelotti quello che non posso nominare perchè l'ho già nominato troppo ieri sera aveva già 5 coppe campioni.

ma propio sereno guarda   la juve non so manco se arriva a 85   anzi per me non ci arriva

Posted Images

Purtroppo per il napoli in realtà mertens è entrato spesso dalla panchina(risultando sempre decisivo) perchè insigne (per motivi oscuri) è quasi sempre stato titolare inamovibile

Motivi non tanto oscuri.

Uno l'hai detto te in questo post, l'altro è per la fase difensiva in cui lui è meglio di Mertens.

Link to post
Share on other sites

Stanno per iniziare i mondiali,alcune considerazioni sparse:

 

Non siamo tra i favoriti ma siamo al solito i più imprevedibili(assieme all'Argentina direi).

Non potrebbe essere altrimenti per una nazione di 60 milioni di abitanti in cui sportivamente parlando regna sovrano il calcio che accompagna le gesta di ogni adolescente almeno una volta nella propria vita.

Logico che una nazionale competitiva riusciremo sempre ad averla schierata per un mondiale o un europeo,e sempre o quasi stato così.

Però a differenza di Brasile e Germania le altre due dominatrici storiche della competizione calcistica più importante al mondo che hanno sempre avuto una certa continuità(la Germania è arrivata tra le prime quattro 12 volte su 17 edizioni che ha disputato) noi siamo più soggetti ad alti e bassi,per questo siamo così imprevedibili e al tempo stesso molto temuti.

Siamo quelli usciti malamente nel 74 quando avremmo dovuto spaccare il mondo ma siamo anche quelli trionfanti nel 82 quando nessuno avrebbe scommesso una lira su quella nazionale.

E comunque la storia insegna che nel bene e nel male per farci fuori bisogna dare l'anima per una nazionale che storicamente si piega ma non si spezza.

 

Fatte queste premesse a livello di organico siamo una buona nazionale,non formidabile come quella del 2006 che in ogni ruolo aveva almeno uno dei primi 5 interpreti a livello mondiale,però distante anni luce in positivo dall'inguardabile nazionale che Lippi decise di portare in Sudafrica.

La difesa storicamente il nostro pezzo forte è di discreto livello,a livello individuale tolto il portiere solo Barzagli è a tutti gli effetti un difensore di livello internazionale,però perlomeno come cuscino di salvataggio potremmo permetterci di schierare l'intera difesa juventina(quella a 3) con degli automatismi gioco forza ben oliati.

Il centrocampo invece è di livello assoluto,assieme a quello spagnolo e tedesco è il più forte delle 32 squadre schierate al mondiale.

Io non sono uno di quelli che getta merda su Montolivo dipingendolo come un brocco qualsiasi(non è assolutamente così) però anch'io vedo nell'infortunio di Montolivo la nota lieta dell'opportunità che ora Prandelli non può esimersi nel non dare a un super talento di livello internazionale come Verratti.

Un centrocampo a rombo con De Rossi,Marchisio,Pirlo e Verratti è tanta roba,ma tanta,tanta.

Hai un De Rossi che davanti alla difesa può darti esperienza e quella copertura che pochi altri hanno,un Marchisio che può essere il jolly che al solito ha caratteristiche d'inserimento che tra i nostri solo lui possiede,un Pirlo che non merita commenti e che oltre alla classe immensa ci garantisce quell'abilità nei calci da fermo che è sempre più decisiva nel calcio moderno,e un Verratti che io continuo a vedere come uno Xavi meno regista ma con ancora più spiccate doti offensive.

Quindi se il centrocampo è il motore di una squadra il nostro è un decisamente un motore Ferrari.

Poi arriva l'attacco,dove tutto può succedere in tutti i sensi.

I giocatori di talento non mancano, e sotto gli occhi di tutti la stagione che hanno disputato Cerci e Immobile,due pedine a gara in corso che gli avversari non potranno permettersi di sottovalutare.

Così come Insigne sottovalutato dagli stessi tifosi del Napoli evidentemente perché invece che argentino,spagnolo,slovacco o belga è di nazionalità italiana,ma nell'ultima stagione soprattutto in alcune gare clou tra tutti gli attaccanti napoletani lui ha dimostrato di essere quantomeno uno con le palle.

Quindi ecco Cassano e Balotelli i due più attesi.

Cassano lo vedo in grande forma,tirato,abbastanza rapido(lui che solitamente non è un fulmine) e soprattutto motivato come non mai.

Anche perché è il suo primo mondiale e sarà anche il suo ultimo con l'ultima occasione di una ribalta vera a livello internazionale.

Mi sento di dire che un Cassano così in forma non si vedeva dai grandi tempi di Genova con la Samp.

E comunque della sua classe,la sua visione,i suoi colpi imprevedibili e fantasiosi non si poteva farne a meno anche perché in attacco è l'unico vero numero 10 che abbiamo,e se saprà integrarsi bene con Pirlo e Verratti allora il livello di gioco della nostra nazionale potrà raggiungere vette raramente toccate prima da una nazionale made in Italy.

Poi Balotelli,Balotelli e Balotelli...secondo me alla fine della fiera nonostante tutti i discorsi fatti in precedenza le speranze della nostra dipendono da lui,dal suo stato psico-fisico.

Potenzialmente è l'unico vero fuoriclasse che abbiamo nel reparto offensivo.

Da quando seguo il calcio ho visto tanti grandi numeri 9 italiani,da Vialli a Vieri passando per Inzaghi e Toni ma uno così completo negli ultimi 20 anni non l'abbiamo mai avuto.

Veloce,tecnico,forte fisicamente,sembrano le caratteristiche di Ibrahimovic di cui non ha la classe ma potenzialmente Balotelli avrebbe anche più gol a referto dello svedese.

I limiti mentali di Balotelli li conosciamo tutti,immaturo,in campo spesso appare svogliato,però come ha detto Bergomi recentemente,in un mondiale in una competizione che dura un mese in cui si giocano massimo 7 partite uno come Balotelli motivato può dare il meglio di se.

Se a questo ci aggiungiamo che storicamente Balotelli alla nazionale sembra tenerci di più che alla propria squadra di club (e lo stesso rendimento dimostrerebbe questo)si può essere fiduciosi che Balotelli possa fare una grande mondiale e di conseguenza dare all'Italia quel giocatore la davanti in grado di mischiare i veri valori in campo.

 

Le favorite in quest'ordine,Brasile,Spagna e Germania,il Brasile perché gioca in casa e pur non avendo una rosa all'altezza del suo passato lo scorso anno abbiamo visto in Confederation come il pubblico possa aiutare la squadra a superare i propri limiti,al contrario il Brasile quando parte con i panni di favorita non sempre tende poi a rispecchiare il pronostico.

Poi Spagna perché sono i campioni in carica,hanno vinto le ultime tre competizioni di europei e mondiali e perché sulla carta hanno al solito dei talenti incredibili e davanti un Diego Costa in più.

Poi la Germania,la più in crescita di tutte,anche se secondo me come visto col Bayern guardiolizzandosi troppo potrebbero aver perso quello spirito di gioco marchio di fabbrica teutonico che nel 2013 li fece volare ad ogni livello.

L'Argentina non è da sottovalutare perché ha il reparto d'attacco più forte di tutti e perché si gioca in Sud America(idem per l'Uruguay) però anche con quegli immensi talenti offensivi se al solito non riuscirà a trovare una propria identità anche questa volta farà poca strada.

Occhio alla Francia e all'Olanda,invece troppo sopravvalutato il Belgio,per carità buona squadra ma non in grado secondo me di arrivare fino in fondo e comunque storicamente ai mondiali squadre così pompate al netto dei propri limiti poi hanno fatto poca strada(penso alla Colombia nel 94).

L'Inghilterra invece si dice non ci tema,per me fanno male visto che nel 2012 agli europei vincemmo solo ai rigori quando avremmo meritato di chiuderla molto prima stritolandoli per buona parte del match.

E da allora non si può certo dire che i valori tra le due squadre siano cambiati più di tanto.

Alcuni dicono che è L'Inghilterra più scarsa di sempre,ma io mi chiedo,ma quando mai questi sono stati realmente forti?

Forse negli anni 30 quando rifiutavano di parteciparvi perché si sentivano superiori(e forse lo erano anche avendo una cultura calcistica almeno 20 anni avanti a tutte e il calcio all'epoca era praticamente appena nato) ma poi?

 

Ripeto il mondiale è imprevedibile in tutti i sensi,clima,tensione ai massimi livelli,gare da dentro o fuori,ecc.,fanno si che i pronostici possano essere stravolti da un momento all'altro,e comunque come al solito a vincere non sarà certamente la squadra che avrà più sfortuna.

Puoi giocare un grande calcio e uscire prima di quanto pensi,al contrario puoi partire in sordina e arrivare in fondo.

Ricordo quanto detto da Maldini in un intervista,ovvero che nel 90 l'Italia vinse 6 partite su 7 pareggiando l'altra e arrivò solo terza,mentre l'Argentina vinse 2 gare su 7 e arrivò addirittura seconda.

I mondiali sono anche questi.

Per questo dico che una nazionale come la nostra storicamente parlando dimostra che può sempre giocarsela, e anche questa volta non andremo certo in Brasile per giocarci solo un buon piazzamento finale.

Se le cose cominceranno a girare per il verso giusto potremo sognare perché no anche di raggiungere il Brasile a casa loro,certamente io non mi sorprenderei,Balotelli docet :lookhere:

Link to post
Share on other sites

Motivi non tanto oscuri.

Uno l'hai detto te in questo post, l'altro è per la fase difensiva in cui lui è meglio di Mertens.

Ho capito, Mone. Non è la convocazione in sè, di Insigne, a destare scalpore (almeno non in me, che ho una passione per il talento napoletano).

E' il vedere Rossi e Destro a casa, e un giocatore fischiato dal proprio pubblico in brasile, che fa parecchio riflettere sulla capacità di intendere e volere del prete.

Poi lo dici anche tu: Insigne premiato perchè duttile.

Va bene, ci sto.

E Florenzi? Romulo? Non conosco giocatori più duttili, in serie A. 

Tanto il pagliaccio troverà sempre una scusa: Romulo e Rossi non erano al meglio, florenzi non era titolare fisso nella roma, destro è troppo giovane e non ha giocato nell'ultimo mese e mezzo, ranocchia non era neanche sempre titolare nell'inter.

 

Poi porta gente che per un anno intero è stata infortunata, ha fatto schifo o tanta panchina (abate e desciglio, balotelli e paletta nell'ultimo periodo, ci mancava solo che portasse maggio), e ti accorgi che Prandelli è coerente come quelli che indossano la sua tonaca. Buffone raro.

Ma ribadisco, non iniziamo con i piagnistei e le mani avanti: l'inghilterra è messa peggio di noi, e hodgson ha una sfiga rara da quando è nato, al contrario del culatone prandelli. A meno di cataclismi, il girone l'Italia lo passa.

 

Ultima cosa: leggo che balotelli è l'unica teorica prima punta - tra parentesi, non è una vera prima, può giocarci ma non è nelle sue caratteristiche - della spedizione, e mi domando che fine abbia fatto Immobile. 

Ciro cosa sarebbe? Un fantasista?  :asd

Link to post
Share on other sites

portiere comunque uno dei primi al mondo e di grande esperienza, difesa potenzialmente fortissima, 2 terzini in grado si spingere e forse i 2 migliori centrali al mondo, centrocampo SPAVENTOSO, nettamente i + forti tecnicamente, quelli che pressano meglio, fisicamente Javi, sergio b e xabi sono davvero forti, specie il primo. hanno anche trequartisti come silva, mata, iniesta, cesc, davanti villa e costa possono alternarsi, col secondo ovviamente titolare fisso.... io li metterei giù così, certo possono giocare in 1000 modi diversi e essere comunque la miglior squadra per distacco. 

          

                casillas

azpilicueta pique ramos alba

           xavi javi xabi

       silva            iniesta

               costa

europeo 08, mondiale 10, europeo 12.... col mondiale 14 diventerebbero probabilmente la singola generazione di una nazionale + forte di sempre.

 

E' umorismo, vero?  :saslol:

Link to post
Share on other sites

Beh non è dida XD grande esperienza senza dubbio e aspetterei a darlo per finito, visto che comunque la Champions l ha giocata tutta e su livelli alti. Di sicuro non è il.casillas di 4 e + anni fa

Link to post
Share on other sites
Guest Nigma

Ho capito, Mone. Non è la convocazione in sè, di Insigne, a destare scalpore (almeno non in me, che ho una passione per il talento napoletano).

E' il vedere Rossi e Destro a casa, e un giocatore fischiato dal proprio pubblico in brasile, che fa parecchio riflettere sulla capacità di intendere e volere del prete.

Poi lo dici anche tu: Insigne premiato perchè duttile.

Va bene, ci sto.

E Florenzi? Romulo? Non conosco giocatori più duttili, in serie A. 

Tanto il pagliaccio troverà sempre una scusa: Romulo e Rossi non erano al meglio, florenzi non era titolare fisso nella roma, destro è troppo giovane e non ha giocato nell'ultimo mese e mezzo, ranocchia non era neanche sempre titolare nell'inter.

 

Poi porta gente che per un anno intero è stata infortunata, ha fatto schifo o tanta panchina (abate e desciglio, balotelli e paletta nell'ultimo periodo, ci mancava solo che portasse maggio), e ti accorgi che Prandelli è coerente come quelli che indossano la sua tonaca. Buffone raro.

Ma ribadisco, non iniziamo con i piagnistei e le mani avanti: l'inghilterra è messa peggio di noi, e hodgson ha una sfiga rara da quando è nato, al contrario del culatone prandelli. A meno di cataclismi, il girone l'Italia lo passa.

 

Ultima cosa: leggo che balotelli è l'unica teorica prima punta - tra parentesi, non è una vera prima, può giocarci ma non è nelle sue caratteristiche - della spedizione, e mi domando che fine abbia fatto Immobile. 

Ciro cosa sarebbe? Un fantasista?  :asd

 

Quando dite "doveva portare Tizio", aggiungete anche "al posto di Caio": sempre 23 se ne possono portare.

 

I ballottaggi, secondo me, erano: Abate/Romulo, Immobile/Destro, Aquilani/Parolo (ballottaggio sciolto con l'infortunio di Montolivo).

Fra il rossonero e il veronese io preferisco nettamente il secondo, non l'ho mai nascosto, ma quest'anno non ha mai giocato da terzino basso se non con Cacciatore squalificato: ci sta che Prandelli possa aver avuto remore a convocare un terzino da adattare in corso d'opera, secondo me. Per quanto, ripeto, anch'io tra i 2 prenderei sempre e comunque il brasiliano. Fra il torinista e il giallorosso, secondo me non c'era dubbio alcuno che avrebbe chiamato il torinista: chi metteva in dubbio la convocazione di Immobile secondo me era semplicemente in malafede nei confronti di Prandelli, perchè uno che segna 22 gol e trascina il Toro alle porte dell'Europa ai mondiali ci va senza se e senza ma.

 

Mi dispiace enormemente per Giuseppe Rossi, però sinceramente non sono abbastanza informato sulle sue condizioni fisiche per prendere una posizione.

 

Ah, ho la sensazione che se avesse convocato anche Pepito avrebbe rinunciato ad un centrocampista e avrebbe portato Insigne comunque: a sinistra, a meno di cambiar fascia a Candreva, ci gioca solo lui, quindi se mai prenderà in considerazione il modulo a 3 punte - secondo me lo farà - penso che il napoletano sarà prezioso.

Link to post
Share on other sites

Ho capito, Mone. Non è la convocazione in sè, di Insigne, a destare scalpore (almeno non in me, che ho una passione per il talento napoletano).

E' il vedere Rossi e Destro a casa, e un giocatore fischiato dal proprio pubblico in brasile, che fa parecchio riflettere sulla capacità di intendere e volere del prete.

Poi lo dici anche tu: Insigne premiato perchè duttile.

Va bene, ci sto.

E Florenzi? Romulo? Non conosco giocatori più duttili, in serie A.

Tanto il pagliaccio troverà sempre una scusa: Romulo e Rossi non erano al meglio, florenzi non era titolare fisso nella roma, destro è troppo giovane e non ha giocato nell'ultimo mese e mezzo, ranocchia non era neanche sempre titolare nell'inter.

 

Poi porta gente che per un anno intero è stata infortunata, ha fatto schifo o tanta panchina (abate e desciglio, balotelli e paletta nell'ultimo periodo, ci mancava solo che portasse maggio), e ti accorgi che Prandelli è coerente come quelli che indossano la sua tonaca. Buffone raro.

Ma ribadisco, non iniziamo con i piagnistei e le mani avanti: l'inghilterra è messa peggio di noi, e hodgson ha una sfiga rara da quando è nato, al contrario del culatone prandelli. A meno di cataclismi, il girone l'Italia lo passa.

 

Ultima cosa: leggo che balotelli è l'unica teorica prima punta - tra parentesi, non è una vera prima, può giocarci ma non è nelle sue caratteristiche - della spedizione, e mi domando che fine abbia fatto Immobile.

Ciro cosa sarebbe? Un fantasista? :asd

Sono d'accordo con il tuo discorso, ma credo che non portare Rossi non sia un vero e proprio errore.

Parliamo di un giocatore che ha passato mezza stagione a casa per un infortunio gravissimo, che contro l'Irlanda ha giocato malissimo e probabilmente ha bisogno di altre 3 o 4 partite per ritornare in forma. Considerando un girone non troppo facile, Prandelli potrebbe aver ben pensato di non portare lui ma giocatori già pronti nell'immediato.

 

Abate e non Romulo è una scelta agghiacciante. Come anche portare un altro centrocampista centrale come Aquilani e non Florenzi, che nel 4-3-3 può giocare sia a centrocampo che in attacco.

Link to post
Share on other sites

non tiriamo fuori l'amichevole con l'irlanda per rossi, che non gli è arrivato un pallone e l'italia ha fatto una partita oscena. è rientrato da un mese, ha fatto due gol in campionato e col tempo poteva solo migliorare. al solito il prete poteva evitare di fare tutte quelle dichiarazioni per farsi bello se non voleva portarlo.

 

altrimenti facciamo come bearzot che per giustificare il non chiamare pruzzo pluri capocannoniere del campionato lo provava nelle trasferte di qualificazione in polonia dove andavamo sempre per fare 0-0.

Link to post
Share on other sites

Su Abate/Romulo è lo stesso discorso che Prandelli ha fatto per Criscito,con tutto il rispetto non ha mica lasciato a casa Cabrini o Maldini o in questo caso Gentile,Bergomi o Zambrotta.

Evidentemente si fida di Abate perché lo conosce abbastanza(in nazionale l'ha lanciato lui) e gli da una certa garanzia,nel 2012 agli europei non fece miracoli ma non fece neanche male, e nel periodo peggiore forse a livello di difesa della storia azzurra anche portarsi un terzino di una certa esperienza non è un idea malvagia.

 

Su Rossi mi dispiace veramente,troppo sfortunato questo ragazzo,evidentemente Prandelli l'ha lasciato a casa perché un Rossi lontano dalla miglior condizione non era adatto a recitare il ruolo di comprimario che un Insigne per età e valori può ricoprire decisamente meglio.

Se porti Rossi ti devi assumere ogni tipo di responsabilità(perché non l'hai fatto giocare? perché l'hai fatto giocare? perché gli hai dato pochi minuti? ecc.) praticamente dopo ogni partita,così facendo la polemica inizia adesso ma almeno non te la porti dietro per tutto il cammino.

E comunque per me pur con caratteristiche diverse Cassano può non far rimpiangere Rossi.

Alla fine Cassano e Balotelli sono due teste di cavolo ma che a conti fatti in nazionale hanno sempre fatto bene, e Cassano rispetto agli europei quando era appena rientrato per il problema al cuore sta due o tre spanne sopra come condizione fisica,e in quegli europei pur a minutaggio ridotto finale a parte non fece male,anzi.

Link to post
Share on other sites

Sulla Spagna non sono d'accordo con EneaKB24,dovessero vincere il secondo mondiale consecutivo che andrebbe ad aggiungersi ai due europei diventerebbe la singola nazionale di una (parte di)generazione più vincente ma non più forte di sempre.

Al contrario del Barcellona che per lunghi tratti ha realmente vinto e dominato il calcio la Spagna ha vinto senza mai dominare.

Il Brasile 58-62 era formidabile e vinse anche un mondiale praticamente senza Pelè.

Poi ci sono altre squadre che magari non hanno vinto ma che erano certamente dominanti rispetto ai propri contemporanei quanto e più della Spagna degli ultimi anni,mi riferisco all'Ungheria anni 50 e all'Olanda inizio anni 70.

E comunque da italiano non sottovaluterei neanche l'Italia anni 30,era un altro calcio,era la preistoria del calcio ma sempre calcio era.

Quel ciclo italiano firmato Vittorio Pozzo vinse tutte quello che c'era da vincere,due mondiali,un olimpiade e due coppe internazionali all'epoca i veri campionati europei per nazioni.

La stessa olimpiade pur con giocatori dilettanti ai tempi rappresentava una specie di mondiale alternativo e non una competizione giovanile come dal 1952 in poi.

Quell'Italia battè chiunque,le danubiane(Ungheria,Cecoslovacchia) formidabili in quei anni,l'Austria altro squadrone,il Brasile,la Francia a casa loro,la Spagna di Zamora e se la giocò alla pari con l'inghilterra nella mitica sfida dell'Highbury quando gli inglesi pensavano di passeggiare contro i neo campioni del mondo in carica.

Combi,Ferrari,Monti,Orsi,Schiavio,Piola e l'immenso Meazza,generazione di fuoriclasse che non abbiamo mai avuto prima e probabilmente anche dopo.

Link to post
Share on other sites

ma quindi la strategia di calciomercato della juventus prevede di cedere i suoi migliori giovani per sviluppare gratis quelli altrui?

annamo bene

Se parli di Immobile e Morata, a sto giro, non ti seguo...

Sarà che a me Immobile non è mai piaciuto (fin dai tempi della primavera bianconera) ma Morata è proprio di un'altra categoria (ed è il motivo per il quale il Real, di CR7,Benzema, Di Maria, ecc. ecc. non ne vuole perdere il controllo).

Per me Marotta fa bene a provare a portarlo a casa, anche perché, magari l'anno prossimo il Real si "innamora" di un attaccante già al top e incassa la grana... Non hai una sola speranza, in futuro, di prendere Morata se va in prestito da qualche altra parte.

 

Per quanto riguarda la nazionale mi dite di grazia chi avrebbe dovuto andare in Brasile ed al posto di chi?

Perché se mi dite che doveva portare Florenzi, in linea di principio, potrei pure essere d'accordo ma se il sacrificato fosse Candreva mi farei una grassa risata.

Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la nazionale mi dite di grazia chi avrebbe dovuto andare in Brasile ed al posto di chi?

Perché se mi dite che doveva portare Florenzi, in linea di principio, potrei pure essere d'accordo ma se il sacrificato fosse Candreva mi farei una grassa risata.

Santon, Criscito, Destro, Florenzi in

Abate, Parolo, Cassano, Insigne out

 

Forse anche Paletta out per Ranocchia.

Link to post
Share on other sites

una generazione così vincente non può non essere paragonata a quelle che hai citato tu (a cui aggiungerei l'inghilterra degli anni 30, + forti anche di italia e uruguay), anche perchè quelle che hai citato tu oggi vengono ricordate come corazzate imbattibili e dominanti, quando in realtà alcune non hanno vinto (ungheria e olanda) mentre altre hanno comunque vinto "di misura" come la spagna (che comunque nel 2012 ce ne ha dati 4), si tratta del ricordo e dell'immagine pubblica che si è creata intorno a quelle squadre, quasi un alone di leggenda come nel caso del brasile di "didì, vava, pelè e garrincha" o dell'olanda rivoluzionaria, che ci fa dire "no, quelle del passato erano meglio", in realtà sta spagna (barcellona soprattutto) ha comunque cambiato il modo di fare calcio (pure noi li stiamo imitando o quantomeno ci proviamo) e tra 20 anni verranno ricordati come una se non la + grande squadra di tutti i tempi, una squadra che avevi sempre la sensazione potesse vincere qualunque competizione senza grossi problemi.

Link to post
Share on other sites

Per rispondere a chi ha chiesto motivazioni - chi al posto di chi -, mi limito  dire che solo un pazzo poteva portare aquilani e parolo (o mortovivo, se non si fosse fatto male....a proposito: auguri per una pronta guarigione, non mi piace il giocatore ma il ragazzo merita solo rispetto e di tornare in campo.....lo shock, fisico e psicologico non è stato uno scherzo), invece dei vari florenzi, romulo (che ti consentiva di giocare anche sul centro destra in un rombo, o in fascia) e soprattutto un attaccante in più.

Ma che è? Immobile, Balotelli, cassano, cerci e insigne? Ma facciamo sul serio? A casa Totti e toni per età, gilardino perchè già c'erano troppe prime punte, e poi scopri che lascia a casa Rossi e Destro all'ultima scrematura.

Questo è scemo, sono molto meglio quelli che lascia a casa, rispetto a quelli che porta.

O Destro o Rossi, come minimo, e lasci a casa uno dei centrocampisti centrali, che già c'è Motta " a carico".

 

Imho le peggiori scelte da tanti anni a questa parte, e come nel 2002 trapattoni pagò lo sgarro a Baggio, e lippi nel 2010 quello a cassano (o balotelli), a questo giro prandelli pagherà la scelta di non portare Rossi.

Con questi criteri, nemmeno il padre avrebbe portato Paolo Rossi nell'82, io come Brando non capisco cosa dovrebbe aver capito dalla partita con l'irlanda, il ct.

Che siamo una squadra "scarsissimi", forse, ma questo poteva saperlo anche prima,.... e lui non è certo esente da colpe.

 

Poi ribadisco, fotte sega che Ranocchia giochi nell'Inter, magari tra tre mesi va alla corte di Conte. Io ne faccio un discorso tecnico: se lo lasci a casa perchè hai di meglio, benissimo. Ma Paletta, sant'iddio, chi l'ha avuto al fantacalcio sa quanto abbia fatto schifo ultimamente, è fuori condizione come nessuno, e si è visto anche negli ultimi test.

Boh, mistero, ogni volta lo porta come riserva per farlo fuori all'ultimo. Avrà un conto aperto con lui, non trovo un'altra spiegazione.

Link to post
Share on other sites

Se parliamo di rivoluzionare il calcio nessuno l'ha rivoluzionato più dell'Ajax/Olanda anni 70,il cosidetto calcio totale in cui tutti i giocatori potevano attaccare e difendere e ricoprire più ruoli,questa è stata una vera rivoluzione epocale.

E comunque mi auguro che il gioco del Barca fra 20 anni non sia la regola perché renderebbe il calcio una noia mortale.

Calcio spettacolare con i propri interpreti al massimo della forma,ma al tempo stesso noioso e stucchevole se le gambe non girano come dovrebbero come è il Barca da qualche anno a questa parte,con quei tocchettini sterili e in gran parte inutili nella trequarti di campo e che servono solo a dominare il possesso palla.

Tornando al discorso della forza,io direi che nello sport e nel calcio non sempre le squadre più forti vincono,la fortuna o la sfortuna hanno una certa rilevanza.

Esempio,se Robben non avesse sbagliato quelle occasioni davanti a Casillias forse a quest'ora la Spagna dovrebbe ancora vincere il suo primo mondiale.

Se l'italia nel 2008 avesse potuto schierare Gattuso e soprattutto Pirlo magari il ciclo spagnolo non sarebbe mai iniziato o sarebbe iniziato più tardi.

Ma lo stesso discorso lo si può fare per chiunque,soprattutto in competizioni così brevi.

Per questo non è giusto giudicare la forza di una squadra solo in base al palmares(esempio il Milan di Sacchi ha vinto meno scudetti di altre cicli di squadre italiane ma alla fine comunque trovami una squadra italiana più forte di quella).

L'Olanda e l'Ungheria pur non vincendo il mondiale(ma andandoci comunque vicino) hanno fatto la storia del calcio soprattutto per dominio nei confronti dei loro contemporanei(e diciamo anche che erano il blocco dell'Ajax e dell'honved due squadre di club che dettavano legge in ogni dove).

E sull'Inghilterra anni 30 nessuno potrà mai avere la certezza che fossero realmente i più forti,gli assenti hanno sempre torto,l'Italia all'epoca vinse tutto e nell'amichevole più importante contro di loro giocata in condizioni pessime studiata a tavolino dagli inglesi per favorirsi uscì in trionfo nonostante la sconfitta,anche perché dopo pochi minuti ritrovarti in 10 per un infortunio(ai tempi non c'erano le sostituzioni) fuoricasa,col freddo,la pioggia,col campo impraticabile,sotto 3 a 0 dopo 10 minuti e riuscire a reagire,andare sul 2 a 3 e prendere anche una traversa fu proprio una prestazione "eroica" che in qualche modo invece che ridimensionare i campioni del mondo ridimensionò i cosidetti maestri,di nome ma come dice la storia mai di fatto. 

Link to post
Share on other sites

Per rispondere a chi ha chiesto motivazioni - chi al posto di chi -, mi limito  dire che solo un pazzo poteva portare aquilani e parolo (o mortovivo, se non si fosse fatto male....a proposito: auguri per una pronta guarigione, non mi piace il giocatore ma il ragazzo merita solo rispetto e di tornare in campo.....lo shock, fisico e psicologico non è stato uno scherzo), invece dei vari florenzi, romulo (che ti consentiva di giocare anche sul centro destra in un rombo, o in fascia) e soprattutto un attaccante in più.

Ma che è? Immobile, Balotelli, cassano, cerci e insigne? Ma facciamo sul serio? A casa Totti e toni per età, gilardino perchè già c'erano troppe prime punte, e poi scopri che lascia a casa Rossi e Destro all'ultima scrematura.

Questo è scemo, sono molto meglio quelli che lascia a casa, rispetto a quelli che porta.

O Destro o Rossi, come minimo, e lasci a casa uno dei centrocampisti centrali, che già c'è Motta " a carico".

 

Imho le peggiori scelte da tanti anni a questa parte, e come nel 2002 trapattoni pagò lo sgarro a Baggio, e lippi nel 2010 quello a cassano (o balotelli), a questo giro prandelli pagherà la scelta di non portare Rossi.

Con questi criteri, nemmeno il padre avrebbe portato Paolo Rossi nell'82, io come Brando non capisco cosa dovrebbe aver capito dalla partita con l'irlanda, il ct.

Che siamo una squadra "scarsissimi", forse, ma questo poteva saperlo anche prima,.... e lui non è certo esente da colpe.

 

Poi ribadisco, fotte sega che Ranocchia giochi nell'Inter, magari tra tre mesi va alla corte di Conte. Io ne faccio un discorso tecnico: se lo lasci a casa perchè hai di meglio, benissimo. Ma Paletta, sant'iddio, chi l'ha avuto al fantacalcio sa quanto abbia fatto schifo ultimamente, è fuori condizione come nessuno, e si è visto anche negli ultimi test.

Boh, mistero, ogni volta lo porta come riserva per farlo fuori all'ultimo. Avrà un conto aperto con lui, non trovo un'altra spiegazione.

rapidissimamente:

Rossi e Destro sono stati fuori per quanto tempo? Il Rossi dell'82 era fuori per squalifica non per infortuni di 6 mesi... 

Solo un tifoso porterebbe due giocatori che insieme non hanno totalizzato 10 partite nel 2014, dai non scherziamo! ti giochi tutto in un mese e porti gente che è stata fuori per tutto il 2014?

Romulo oggi ha detto che era al 70%... Ranocchia a me piace ma è stato fischiato da tutto San Siro per quanto 7 mesi su 9 di stagione?

Sembra che abbia portato gli scarti degli scarti... ma tutti i migliori ci sono: il problema che il livello del calcio italiano è questo: Llorente da noi giocherebbe titolare e la Spagna lo lascia a casa... 

Link to post
Share on other sites

Jaywill se noi siamo scarsissimi immaginati cosa sono tutte le nazionali europee finite dietro di noi agli ultimi europei.

E la stessa Spagna è sopravvalutata allora visto che nelle ultime 4 gare giocate in competizioni ufficiali c'ha battuto solo una volta,soffrendo in tutte e tre le altre occasioni ma avendo semplicemente più fortuna di noi.

Faremo bene anche senza Rossi,di cui rimpiango la sua assenza come rimpiango quella di Baggio nel 2002,ma non paragonerei queste due situazioni a quella del 2010 quando l'ormai onnopotente Lippi decise di lasciare a casa Balotelli e Cassano per dare spazio a Iaquinta-Gilardino.

E se nel 2002 fummo elimiati per una serie di circostante sfavorevoli,errori arbitrali(non è mai successo nella storia dei mondiali che in quattro partite venissero annulati 5 gol regolari per fuorigioco inesistente),gol sbagliati a porta vuota,infortuni e squalifiche(vedi Nesta e Cannavaro vs Corea)  ma anche ovviamente per colpa del non gioco che il Trap seppe non dare a quel gruppo,nel 2010 quella figura indegna va ricercata nel nome di Lippi e delle sue scelte discutibili di chi si sentiva padrone di tutto e tutti avendo come credito il mondiale vinto 4 anni prima.

Questa italia anche senza Rossi farà bene,certo ci fosse stato lui al top sarebbe stato sicuramente meglio.

E comunque prima di dare giudizi frettolosi aspettiamo come al solito la fine della storia.

Link to post
Share on other sites

Coopaperino

 

Llorente titolare nell'Italia?

Pensa che io invece Balotelli alla Juve lo vedrei titolare al fianco a Tevez proprio al posto del buon Llorente.

E comunque ricordiamoci che se Montolivo non si fosse infortunato Prandelli forse avrebbe lasciato a casa Verratti,un talento che ci invidiano tutti.

Nel 2002 lasciavamo a casa Baggio perché avevamo Totti e Del Piero,e dietro a Vieri avevamo Inzaghi e Montella.

Nel 98 Totti fu lasciato a casa perché avevamo Baggio e Del Piero che tolsero il posto anche a Zola e a Mancini,eppure nonostante questa quantità spopositata di talenti cos'abbiamo vinto?

Prima di giudicare lasciamo parlare il campo,soprattutto quando si parla di Italia.

Se noi ci dobbiamo preoccupare del nostro organico gli inglesi cosa dovrebbero fare?

Spararsi?

Link to post
Share on other sites

E poi comunque questo luogo comune dell'Italia non all'altezza come al solito qualcuno rafforza il concetto pensando al rendimento dei club italiani.

Come se le squadre italiane fanno schifo in europa perché mancano italiani all'altezza,quando casomai il problema è da vedersi sui giocatori stranieri che vengono a giocare in Italia.

Ormai i grandi big stranieri scelgono altre mete soprattutto per una questione economica.

Solo la Juve può permettersi stranieri di livello mondiale(Tevez,Pogba e Vidal) e sfortuna a parte in Champions su due partite contro i futuri campioni non ha certo sfigurato.

Ma le altre solo gli scarti possono permettersi di portare a casa,non è più come negli anni 80,90 e inizio anni 2000 quando i migliori stranieri giocavano tutti in Italia e difatti per lunghi tratti dominavamo tutto ranking compreso.

Se attorno al gruppo italiano potevi metterci i Kakà,Sheva,Seedorf,Ibra,Trezeguet,Nedved ecc. per gli stessi italiani la musica cambiava.

 

Ma la nazionale deve andare oltre tutto questo.

Siamo sempre il paese che in vista dei mondiali del 2006 esaltava il Brasile di Ronaldinho,Kakà,Ronaldo e Adriano,si pensava che non potevamo assolutamente competere con uno squadrone simile eppure la storia andò diversamente.

Anche perché come al solito non si capì che l'Italia i Ronaldinho,Ronaldo ecc. li aveva in difesa e centrocampo(Buffon,Nesta,Cannavaro,Pirlo,Gattuso,Zambrotta).

Sminuiamo i nostri ed esaltiamo gli altri oltre ogni senso logico,questa è la regola.

Siamo il paese che c'ha messo degli anni,degli scudetti,champions e mondiali vinti per capire che Pirlo era un talento di livello mondiale quando già tutto il mondo ce lo invidiava.

Ci basiamo sul rendimento,il gioco,la forza dei club,le amichevoli per capire il potenziale di una squadra che nel 2012 ad esempio perse con Stati uniti in casa con la Russia 3 a 0,faticò con Croazia e Irlanda ma se la giocò alla pari con Spagna nel girone, dominammo gli inglesi e battemmo le Germania e arrivammo secondi con una nazionale non più forte di quella che portiamo in Brasile.

Anche nella scorsa confederation male col Giappone per poi non concedere niente alla Spagna e far soffrire il Brasile in casa loro senza i due centrocampisti più forti.

 

Non siamo favoriti,ma non siamo neanche da buttare,andiamo oltre i soliti luoghi comuni per cui un italiano dev'essere sempre e comunque sminuito.

Sono il primo a dire che difensivamente siamo lontanissimi dai fasti di un tempo,ma al tempo stesso abbiamo un centrocampo formidabile di una qualità in mezzo al campo che onestamente non ricordo in una nazionale italiana,che non è poco.

Link to post
Share on other sites

Per rispondere a chi ha chiesto motivazioni - chi al posto di chi -, mi limito  dire che solo un pazzo poteva portare aquilani e parolo (o mortovivo, se non si fosse fatto male....a proposito: auguri per una pronta guarigione, non mi piace il giocatore ma il ragazzo merita solo rispetto e di tornare in campo.....lo shock, fisico e psicologico non è stato uno scherzo), invece dei vari florenzi, romulo (che ti consentiva di giocare anche sul centro destra in un rombo, o in fascia) e soprattutto un attaccante in più.

Ma che è? Immobile, Balotelli, cassano, cerci e insigne? Ma facciamo sul serio? A casa Totti e toni per età, gilardino perchè già c'erano troppe prime punte, e poi scopri che lascia a casa Rossi e Destro all'ultima scrematura.

Questo è scemo, sono molto meglio quelli che lascia a casa, rispetto a quelli che porta.

O Destro o Rossi, come minimo, e lasci a casa uno dei centrocampisti centrali, che già c'è Motta " a carico".

 

Voglio capire: perchè avrebbe dovuto portare Destro?

Per valore assoluto individuale ci siamo, è un giocatore che vale il mondiale se mantiene le stesse medie avuto in quel paio di mesi in cui ha giocato. Ma se su 5 giocatori porti già due prime punte, che porti a fare la terza? Tanto sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1 hai Balotelli titolare e Immobile a subentrare, Destro sarebbe il terzo ricambio di Balotelli. E su 7 partite quanto può esserti utile un terzo giocatore nel singolo ruolo?

 

A me Prandelli non piace, sia per questioni tattiche per questioni mediatiche. Nel senso che la storiella del codice etico la reputo una minchiata di dimensioni bibliche.

Però boh, le scelte in attacco mi sono piaciute. Fa solo due errori grossolani: Abate e non Santon, Aquilani e non Florenzi.

Link to post
Share on other sites

Bistecca, fai sul serio quando dici che Balotelli è una prima punta completa? Solo io vedo infiniti difetti?

 

Scarso di testa, carente nel gioco di sponda spalle alla porta, non anticipa mai il difensore tagliando sul primo palo per cross rasoterra, non fa manco assist per i

 

compagni. Ovviamente ha anche dei pregi come il gran fisico e il fatto che può anche fari la giocata che risolve la partita, ma da qui a definirlo una prima punta

 

completa ce ne passa imo. 

Link to post
Share on other sites

@bistecca, sinceramente non mi trovi d'accordo, anche perchè la definizione di dominio qual'è se non vincere? questa spagna ha vinto dal 2008 al 2012 e hanno la stessa generazione che è in grado di vincere il mondiale del 2014, saranno meno rivoluzionari dell'olanda 74, meno talentuosi del brasile 70, ma tra 20 anni sfido chiunque a non considerarli come una delle migliori squadre della storia, poi quel discorso sul fatto di SE robben avesse segnato, SE pirlo avesse giocato, SE gattuso avesse giocato lascia il tempo che trova... e penso che si potrebbero trovare discorsi simili anche per le squadre che reputi dominanti, dubito abbiano vinto (alcune nemmeno quello) senza nemmeno lasciare una palla gol agli avversari.

 

^l'errore di fondo è che non è una prima punta, quelle caratteristiche sono da prima punta, lui è l'essenza della seconda punta/trequartista.

Link to post
Share on other sites

Bistecca, fai sul serio quando dici che Balotelli è una prima punta completa? Solo io vedo infiniti difetti?

 

Scarso di testa, carente nel gioco di sponda spalle alla porta, non anticipa mai il difensore tagliando sul primo palo per cross rasoterra, non fa manco assist per i

 

compagni. Ovviamente ha anche dei pregi come il gran fisico e il fatto che può anche fari la giocata che risolve la partita, ma da qui a definirlo una prima punta

 

completa ce ne passa imo. 

Spero di no, Balotelli non è in grado di giocare prima punta.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.