Jump to content

Welcome to LakersLand!

Registrati qui

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/18/2018 in all areas

  1. 5 points
    Il giochino è proprio questo. Svilire lo strumento in modo da renderlo inutile. Il campionato italiano è veramente imbarazzante. Una tristezza unica. Se mettete in fila tutte le scelte di politica sportiva e di "Palazzo" degli ultimi anni c'è da piangere.
  2. 3 points
    dai creatori di Game of Zones, fantastico
  3. 2 points
    Jerry Cantrell è il re dell' usato sicuro, riff e melodie vocali in ogni disco valgono il prezzo del biglietto.
  4. 2 points
    trattativa durissima, questa.
  5. 2 points
    Qualcuno ha ascoltato il nuovo album? Pareri? Conto di dedicargli una prima sessione d'ascolto in questi giorni..
  6. 1 point
    È chiaro che il calcio pulito non piaceva, a partire dai "giornalisti" che non avevano più nulla di cui parlare.
  7. 1 point
    Negozia con se stessa praticamente.
  8. 1 point
    Nigma Le cose alla fine si compensano, mi citi ad esempio i rifornimenti che all'epoca di Schumacher sono stati uno dei motivi per il quale il pilota tedesco pur dotato a inizio millennio del pacchetto migliore ha ottenuto meno pole di quante avrebbe potuto farne nella realtà considerando che la strategia Ferrari in gara quasi sempre era finalizzata con lo scopo di allungare il primo rifornimento. Ergo, con quel regolamento i valori in qualifica erano in parte falsati. Quanto alla non competitività interna che ha accompagnato la sua carriera nulla da contestare al tuo ragionamento, se non fosse per il fatto che le uniche volte che Schumacher ha effettivamente avuto il mezzo(nell'intero pacchetto compresi i pneumatici) più competitivo era in un periodo che lui stesso contribuì a generare grazie al suo lavoro maniacale da collaudatore. Non è un mistero che nello sviluppo della rossa durante quel ciclo Schumacher ha avuto un ruolo importante. Stesso Schumacher che ricorderei come da bicampione del mondo optò per la scuderia di Maranello in un momento storico così complicato per la scuderia e l'azienda quando altri al suo posto e con quel suo status avrebbero optato per situazioni tecniche più vantaggiose. Quindi scelta coraggiosa soprattutto per un pilota che non è mai arrivato all'interno di un team avendo già la pappa pronta. Sulla questione sorpassi è risaputo che Schumacher fosse in gara un calcolatore, diciamo che il sorpasso quello più azzardato non era neanche la sua dote migliore ma sapeva eseguirlo, così a memoria ti potrei citare quello su Alesi nel GP d'Europa nel 1995 o uno ai danni di Hakkinen se non sbaglio in Brasile. Ma con questo guai a far credere che nel testa a testa il tedesco fosse debole perché in questo aspetto è compresa anche l'arte del saper difendere la propria posizione da un attacco in cui si è sottopressione e dove lui era appunto maestro. In generale se vogliamo veramente citare le gare epiche io del tedesco ti potrei fare una lista lunghissima, secondo me non è questo il punto perché se vogliamo G.Villeneuve pur non essendo riconosciuto di fondo un vincente era un pilota spettacolare capace di alcune prestazioni spaziali con dei sorpassi eseguiti al limite dell'impossibile. Ma alla fine quello che deve caratterizzare la grandezza di un pilota è la capacità di portare la vettura al limite il tutto condito dalla grande continuità, aspetto che separa un vero fuoriclasse da tutti gli altri. Per me Hamilton è un fuoriclasse e l'ho ribadito più volte, resta il fatto che Schumacher in tutto l'arco della sua carriera pre primo ritiro 2006 è riuscito a esprimersi sempre al massimo fin dai suoi esordi. Tanti piloti hanno avuto i propri alti e bassi e le loro stagioni sottotono, lui mai, sempre costante ai suoi livelli migliori. Motivo per il quale a mio avviso ci fosse oggi uno Schumacher, ovvero un pilota con questo mix di aggressività, concentrazione, velocità ma anche freddezza sarebbe un incubo per tutti gli altri competergli alla pari soprattutto a parità di mezzo. L'Hamilton di oggi maturato definitivamente sarebbe pronto a duellare alla pari, quello invece che perse ad esempio due anni fa il titolo ai danni di Rosberg verrebbe umiliato tanto quanto il Vettel attuale. Su questo io non ho il minimo dubbio.
  9. 1 point
    Enea Ma infatti stiamo dicendo sostanzialmente la stessa cosa. Nigma può avere la sua opinione ma per me l'Hamilton che stiamo ammirando quest'anno non è esattamente lo stesso pilota visto gli anni passati che come hai sottolineato anche te ogni tanto concedeva qualche prestazione anonima o qualche errore. A livello di velocità pura sul giro secco la sua qualità maggiore non è mai stata messa in discussione fin dal suo primo anno nel circus, a livello di freddezza/concentrazione invece io non ho mai pensato a lui come un pilota d'elite sui livelli di gente come Schumacher, Alonso o Prost. Ed è sempre stato questo aspetto che a mio avviso lo ha separato da uno Schumacher sul quale a differenza di un Alonso non si può neanche dire che lo sovrasti sul primo punto. Erano altri tempi, vetture e regolamento diverso ma quando al pilota sette volte campione del mondo gli veniva chiesto di martellare giri record su giri record non sbagliava praticamente mai. In più aveva quella dote di essere super aggressivo ogni volta che si metteva all'interno di una monoposto a volte superando anche il confine dell'eccesso. In più a differenza di un Alonso era un uomo squadra eccezionale che sapeva fare gruppo e per quanto odiato dal resto del paddock all'interno del team si faceva ben volere da tutti anche quando le cose non andavano in termini di risultati nella direzione giusta. E per finire sul bagnato visto che ahimè un Senna non sono riuscito a viverlo le cose che ho visto fare dal tedesco in condizioni di pista così estreme in 25 anni circa che seguo questo sport non l'ho mai visto fare da nessun'altro. Detto questo il mio commento di ieri tendeva solo a sottolineare la grandezza della stagione 2018 di Hamilton. Certamente non volevo rimarcare il fatto che uno Schumacher a livello di carriera gli continui a restare davanti perché questo per me non è mai stato in discussione. Io fino allo scorso anno ancora avevo dei dubbi su chi potesse considerarsi un pilota migliore tra Hamilton e Vettel e fino al fattaccio di Singapore il campionato 2017 a mio avviso vedeva nel duello un Vettel superiore a prescindere dalla situazione di classifica che comunque restava fino a quel momento piuttosto equilibrata. Quindi figuriamoci se un anno di prodezze in serie del pilota inglese possa farmi cambiare opinione su chi sia stato il miglior pilota che ho visto da quando seguo questo sport. Poi ognuno è libero di pensarla come vuole ci mancherebbe, basta che però si trovi il giusto equilibrio nell'analizzare la carriera di un pilota visto che ieri Nigma ha semplicemente sottolineato alcuni aspetti che hanno facilitato alcune vittorie del tedesco senza accennare ad altri episodi o situazioni che al contrario gli hanno tolto qualche titolo che avrebbe strameritato.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.