Jump to content

Dedo

Members
  • Content Count

    3,764
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    13

Dedo last won the day on May 1

Dedo had the most liked content!

Community Reputation

594 All-Star

About Dedo

  • Rank
    Sophomore
  • Birthday 10/09/1969

Profile Information

  • Location:
    Padova
  • Fan since:
    1982: Show Time, baby!!!!

Recent Profile Visitors

7,418 profile views
  1. Dedo

    Wilde4Soccer

    Ronaldohohohohohohoh de Ligtihihihihihihihihihih
  2. Sono passate una dozzina abbondante di ore e una nottata (agitata) ma niente, mi viene ancora adesso da piangere.... Credo che non farò mai pace con i 2 Championship point sul turno di battuta di Roger. Io, figuriamoci lui Purtroppo la legnata sarebbe stata di quelle significative che si ritagliano uno spazio perenne nella carriera di un giocatore anche se fosse capitata ad un campione nel pieno del suo vigore (fascia 24-30 anni) , diventa spaventosa e terminale perchè Roger ha 38 anni e temo non si ripresenterà più l'occasione di vincere Wimbledon dopo aver sconfitto Nadal in semifinale e Djokocic in finale al termine di due prestazioni STRATOSFERICHE Non è certo la prima nè sarà l'ultima badilata che prendo in piena faccia (trasversale a più discipline sportive: dalle sconfitte alle Olimpiadi della nostra nazionale di fenomeni del Volley, al 5 maggio nerazzurro passando per la finale dei Mondiali di calcio USA '94 piuttosto che le Finals 2004 vs Pistons o per restare al basket la sconfitta dell'Italia nella finale olimpica vs Argentina etc etc) ma questa fa troppo male e sarà una ferita non rimarginabile perchè appunto l'impressione è che un'opportunità del genere non ricapiterà più. PS: La mia Azienda in questi giorni (week end di Wimbledon compreso) sta ospitando i clienti sul veliero di proprietà per delle mini crociere seguite da Workshop serali su vari temi e a seguire cena. Ebbene ieri dopo essermi "nascosto" in cabina -con la scusa di fare veloce riposino e doccia- per seguire grazie a SkyGo (sempre sia lodato) i primi set, a cavallo di fine quarto set ed inizio quinto per forza di cose sono dovuto salire in coperta per accogliere i clienti. A quel punto ho radunato 3/4 colleghe del mio team (chiaramente le più fighe ) e ho detto loro "ragazze, fatemi una cortesia, nella prossima mezz'oretta gestite voi i nostri referenti, a quelli che chiedono espressamente di me dite loro che sono un attimo impegnato a definire con i relatori gli ultimi dettagli del workshop; appena finisce il quinto set arrivo. Tranquille, si tratta di coprirmi per una quarantina di minuti massimo, se Roger crolla anche meno". Dopodichè mi sono andato a nascondere in un angolino a prua (cioè dalla parte opposta rispetto a quella dove i clienti salivano a bordo). L'orario di inizio del workshop era fissato per le 18.30....... Ecco, nell'ordine io ho "bucato" il saluto dei nostri ospiti della mini-crociera che verso le 16.30 sono sbarcati (ero in cabina), il welcome clienti all'evento serale, l'aperitivo a bordo, TUTTO il Workshop (avrei dovuto aprirlo io con un veloce benvenuto ma ho delegato last second l'Area Manager incredulo) e come ciliegina sulla torta mi son presentato al mio tavolo per la cena con una faccia da funerale che ha quasi preoccupato i miei ospiti. Per capire meglio il quadro generale considerate che io, in quanto responsabile dell'area geografica dove fa base in questi giorni il veliero, oltre ad essere di fatto l'ospite/il riferimento per tutti i referenti aziendali, a bordo ero la figura di livello gerarchico più elevato dopo l'AD. AD che non ha propriamente gradito la mia "scomparsa" (che peraltro lui ha realizzato solo ad inizio workshop non vedendomi sul "palco") Per Federer questo ed altro: se però King Roger avesse vinto il rischio da me corso per la condotta a dir poco inopportuna assumerebbe tutt'altra prospettiva
  3. Dedo

    Wilde4Soccer

    Amici giallorossi, alla luce delle vostre considerazioni di cui sopra sull'ex baby fenomeno della Primavera nerazzurra, che ne direste di uno scambio alla pari Zaniolo-Ninja?!?
  4. Dedo

    Wilde4Soccer

    Farà anche tristezza ma io -ribadisco- uno scambio Dybala-Icardi alla pari lo farei al volo non contento stapperei poi una bottiglia di quello buono e scenderei in strada a fare caroselli di gioia E non ne faccio una questione squisitamente di valore dei due giocatori (per quanto, come scritto ieri, io li consideri equivalenti) ma proprio un fatto di liberarsi di Icardi (e Wanda) quanto prima e limitando al massimo i danni Maurito presente al primo giorno di raduno della nuova Inter di Conte è una bomba ad orologeria in attesa solo di esplodere.... Purtroppo la situazione è di evidenza pubblica, Paratici&Co sono i primi ad esserne consapevoli e quindi ahaime' non si farà mai, perlomeno non alla pari; e allora sì che a quel punto fossi in Ausilio preferirei spedire Icardi in Premier (Manu), Liga (Real), Bunde (Bayern?) o Ligue 1 (PSG) pur dovendo smenarci 30/40 milioni (pre-rottura con l'Inter il valore di Maurito magari non raggiungeva i 100 mln -mai dire mai comunque, viste certe ipervalutazioni tipo Coutinho tanto per citare il primo che mi viene in mente- ma non ci andava certo tanto lontano, ora come ora se riesci a ricavarne 50/60 devi ritenerti già bravo e fortunato....)
  5. Dedo

    Wilde4Soccer

    Si torna ad ipotizzare un possibile scambio Icardi-Dybala Non ci credo minimamente e sono convinto si tratti purtroppo della classica voce inventata di sana pianta dai soliti espertoni di mercato che da qui ai prossimi 2/3 mesi ne spareranno a decine e per forza di cose una ogni tanto la imbroccano; detto ciò, dovesse mai accadere, stapperei una bottiglia di quello buono! Ammetto che uno dei miei mantra è "non cedere mai in Italia e tantomeno alla Juventus/Milan una tua stella -o presunta tale- ne' un potenziale fenomeno in divenire. Mai". Ogni suo goal, ogni sua prestazione buona/ottima, ogni suo successo/traguardo raggiunto saranno sotto gli occhi di tutti -tifoso medio distratto compreso- e rischiano di rivelarsi un continuo spargimento di sale su una ferita aperta, con tutto ciò che ne consegue per ambiente, dirigenza rea di aver venduto Tizio, allenatore che non lo ha voluto/saputo sfruttare al meglio etc etc. Se lo vendi all'estero tutto quanto sopra avrà un eco ennemila volte inferiore, no doubt. Eppure in questo caso farei un'eccezione per una serie di motivi: - da sempre considero Dybala più forte (se preferite, più completo) di Icardi - entrambi nel corso dell'ultima stagione si sono pesantemente svalutati, un loro scambio alla pari quindi azzererebbe l'effetto negativo sul loro valore della stagione 2018/19, cosa che invece non accadrebbe se volessimo ottenere moneta sonante dalla cessione di Maurito (minimo lasceresti sul tavolo qualche decina di milioni di euro) per poi reinvestire la somma nell'acquisto di altro big - entrambi rappresentano certezze in certi aspetti del loro gioco ma nel contempo si portano dietro anche dubbi/ombre altrettanto marcati (Dybala principalmente caratteriali, Icardi il fatto oramai acclarato che sembra avere dei limiti nella capacità di esser parte ma soprattutto favorire un gioco corale di squadra). Peccato che Icardi a questo aggiunga l'ingombrante presenza di quella buzzicona obesa, tinta e pericolosamente predisposta a parlare a sproposito di nome Wanda.... A tal proposito non è nemmeno quotato lo stillicidio lungo 12 mesi fatto di tira e molla settimanali, comparsate TV della suddetta Wanda, minacce di liberarsi a zero a fine anno etc etc che ci attenderebbe nel caso Icardi dovesse -contro la volontà dello stesso Conte, a quanto parrebbe- restare a libro paga Inter. Ergo, viva uno scambio Dybala-Icardi! Dovesse anche il nostro (spero a breve ex) numero 9 laurearsi capocannoniere con 38 goals del prossimo campionato ps: unica nota negativa il fatto che @COOPapERino21 a quel punto potrebbe aggiungere un ulteriore nome (Dybala, appunto) alla lista degli elementi trafugati dalla dirigenza interista alla Juventus nella speranza -vana, of course- di replicarne i successi. A tal proposito però mi sorge un quesito: il contemporaneo approdo di Icardi alla corte degli Agnelli come dovrebbe essere catalogato?🤔
  6. Dedo

    Wilde4Soccer

    A onor del vero Conte è in ordine rigorosamente cronologico l'ex allenatore del Chelsea, l'ex ct della nazionale e solo dopo l'ex allenatore bianconero. Sarò tardo io ma non capisco perchè si continui a sottolineare il suo status di ex allenatore della Juventus, come se l'avesse appena guidata alla conquista dell'ottavo scudetto consecutivo. Minchia oh, Conte li ha salutati ad inizio estate 2014. Una vita fa. O meglio, lo capisco perfettamente In generale si vuole cavalcare quel sentimento anti-juventino che permea la tifoseria interista così giusto per provare a creare da subito un clima "caldo" o perlomeno poco accogliente e pronto ad incendiarsi alle prime difficoltà (in tal senso la lettera della Curva Nord non fa altro che confermare la bontà della strategia dei boicottatori di professione) che dovesse incontrare -e sicuramente incontrerà- l'ex allenatore del Bari Il Papero invece persiste (in modo assai stucchevole, se si può dire) nella sua curiosa campagna secondo cui l'Inter starebbe pescando a piene mani dalla sua Juve (ripeto, Conte se ne è andato da Torino 5 anni fa e lo stesso Marotta quando è stato contattato dalla dirigenza nerazzurra era a spasso; il riferimento ad Asamoah invece mi rifiuto per decenza di considerarlo...). Il tutto per poter sostenere in caso di IMPRESA (impresa vera eh, non una roba tipo ribaltare allo Stadium uno 0-2 subito all'andata di un ottavo di Champions League ) di Conte alla guida dell'Inter* che in realtà i meriti siano da ricondurre sempre e comunque alla grande Juventus A 'sto punto allora per lo stesso principio (logica non ce l'ho proprio fatta a scriverlo) si dovrebbe sostenere che la Juve ha dato vita a questo incredibile ciclo solo grazie al saccheggio in casa Milan (leggasi Pirlo prima ed Allegri poi) *ma quando mai Papero,?!?!? Stai sereno che per colmare il gap tra Juve e resto d'Italia ci vorranno almeno 5 anni, ma se tutto gira per il verso giusto eh. E sempre che nel frattempo sulla vostra panca non atterri Pep Guardiola perchè altrimenti il gap non solo non si colma, ma diventa un abisso....
  7. Dedo

    Wilde4Soccer

    5 scudetti fa ma soprattutto 30 anni fa la mia chiusura (si percepiva il sospiro sognante?) si riferiva a quello, ai miei 20 anni (ancora da compiere, tra l'altro) mica alle vicissitudini calcistiche della compagine nerazzurra
  8. Dedo

    Wilde4Soccer

    Così su due piedi me ne viene in mente senz'altro una, l'Inter dei record (stagione 1988/89) Quell'estate arrivarono Breheme (3), Verdelli (6), Bianchi (7), Berti (8), Diaz (9), Matthaus (10), tutti 6 tra l'altro titolari inamovibili (Verdelli in seguito ai guai fisici di Mandorlini) di quella mostruosa macchina da guerra che disintegrò ogni record del campionato a 18 squadre: 58 punti (26 W, 6 N, 2 P), miglior attacco (67 goal fatti) e miglior difesa (19 goal subiti) Io al tempo avevo vent'anni e di quel campionato vidi dal vivo Verona-Inter 0-0 al Bentegodi, Inter-Verona 1-0 a San Siro ma soprattutto Inter-Napoli 2-1 sempre a San Siro, con il goal scudetto su punizione del grandissimo Lothar Ah, che ricordi
  9. Dedo

    Wilde4Soccer

    Tanto di cappello per Gennaro Ivan Gattuso, uomo di altri tempi fedele ai propri valori. Respect
  10. Dedo

    Wilde4Soccer

    Obiettivo MINIMO raggiunto al termine di una serata as usual ai confini dello psicodramma: taci che stavolta c'è stato il lieto fine.... Fossi in Spalletti avrei poco (anzi NULLA) di cui essere soddisfatto ed andare orgoglioso. Nulla. Accreditati ad inizio campionato (non si capisce bene sulla base di cosa, ma vabbè, d'altra parte lo stesso Luciano ha contribuito all'equivoco con le sue immancabili dichiarazioni fumose) del ruolo di anti-Juve o, se preferite, seconda forza del campionato, raggiungiamo la qualificazione Champions (da quarti) all'ultima giornata grazie ad un pallone deviato sulla riga da D'Ambrosio che si impenna e si stampa sulla traversa invece che finire nella nostra porta Juventus e Napoli hanno condotto un altro campionato, ok chiunque sano di mente lo aveva messo in preventivo. Noi avremmo dovuto però giocarci il terzo posto con la Roma. I giallorossi per nostra fortuna si rendono protagonisti di una stagione mediocre ampiamente al di sotto del valore della propria rosa ma niente, noi riusciamo a complicarci la vita ugualmente. E' vero, c'è stata la sorpresa Atalanta (lo scorso anno era toccato alla Lazio) ma -anche considerata la variabile impazzita dei bergamaschi- comunque avremmo dovuto garantirci la qualificazione Champions con molti meno patemi d'animo. E invece il Milan di un onesto (e nulla più) Gattuso, senz'altro umanamente ammirevole per come ha condotto la stagione tra mille difficoltà ed una rosa mediocre, ci ha fatto penare sino all'ultimo secondo: Spalletti con questa Inter ha totalizzato solo 1 punto in più di Gattuso con quel Milan, ciascuno tragga le sue conclusioni sull'operato di Lucianone nostro...... In estrema sintesi (e con una buona dose di semplificazione) si può dire che la stagione delle due milanesi è stata decisa dai derby (entrambi vinti dai nerazzurri) Al riguardo è incredibile il peso del goal allo scadere nel derby di andata personalmente però considero molto più spartiacque la vittoria (3-2) di domenica 17 marzo, match a cui si era arrivati con il Milan in piena ascesa e al contrario un Inter sull'orlo di una crisi di nervi Quella vittoria, ma soprattutto il modo in cui è maturata (con l'Inter padrona della partita molto più di quanto il punteggio possa far pensare) ha svoltato la stagione delle due compagini meneghine: l'Inter per un po' ha preso un abbrivio positivo, il Milan di contro è andata incontro ad un periodo in cui -per dirla con le parole di Gattuso- "ha perso la sua anima" (e con essa molti punti in incontri assolutamente alla portata) Meno male, ma -per tornare alla considerazione di inizio post- Spalletti rispetto alla sua conduzione della stagione appena conclusasi ha davvero poco di cui andar fiero Speriamo arrivi Conte e che soprattutto gli sia concessa totale carta bianca: ho come l'impressione che con Antonio libero di essere al 100% sè stesso, magari non diventeremo d'emblée una credibile avversaria per la Juve (e ci mancherebbe altro, per colmare l'attuale gap ci vorranno anni, ad essere ottimisti) ma perlomeno non correremo il rischio di assistere a scene come quelle dei minuti finali di ieri sera
  11. Dedo

    Wilde4Soccer

    Concordo @Bistecca anche a me mentre scrivevo è venuta in mente una versione della Juve di Lippi piacevolissima da vedere, ma ti dirò lo stesso Allegri in certi frangenti (ma pure per periodi prolungati) nel corso dei suoi 5 anni sulla panchina bianconera è riuscito a far giocare bene (in Italia ed in Europa) la sua Juve Il mio era un post volutamente all'insegna dell'esagerazione che cavalcava -estremizzandolo- il concetto "Juve storicamente vincente ma con gioco di merda" Il fine era sdrammatizzare -seppellendolo sotto una risata amara- uno scenario che davvero non reggerei
  12. Dedo

    Wilde4Soccer

    Non ho idea di come andrà a finire ma sin d'ora voglio chiarire che GUARDIOLA alla JUVE per me sarebbe qualcosa di troppo grande da sopportare Va bene gli scudetti in sequenza con vantaggi abissali e giochi decisi a febbraio, va bene la rosa profondissima con quasi tutti elementi di qualità medio/elevata, va bene che quando le gira può andarsi a prendere il miglior giocatore della principale rivale (Pjanic/Roma e Higuain/Napoli), va bene l'acquisto del miglior giocatore del pianeta, va bene lo stadio di proprietà con tutto ciò che comporta in termini di vantaggio competitivo a livello economico (vedasi i punti precedenti), va bene tutto, ma GUARDIOLA no, cazzo! C'era rimasta un'unica soddisfazione oramai (a parte naturalmente l'immancabile debacle nella campagna Europea): far notare agli amici/parenti bianconeri quanto cagare facesse a livello di gioco la loro squadra seppur pluriscudettata Se invece dovesse davvero sedersi sulla loro panchina Pep Guardiola dovrei davvero entrare nell'ordine di idee di dover ammirare una meravigliosa macchina da gioco Nooooo, cazzo, noooooo, questo è un incubo stile Moto GP con l'accoppiata Marquez/Honda o la F1 nelle stagioni (tipo quelle in corso) in cui la Mercedes domina, infila pole su pole il sabato e doppiette la domenica e l'unica cosa che (fintamente) ci si può chiedere è: vincerà il mondiale Hamilton o il suo compagno? Zio billy, se c'era un certezza/consolazione che mi ha accompagnato sin da inizio anni 80 in questi decenni era: la Juve vince ma esprime un gioco di merda, leitmotiv dai tempi del Trap sino ad arrivare appunto al Max Allegri dei giorni nostri....
  13. Dedo

    Wilde4Soccer

    Magari ti è sfuggito, ma il SOGGETTO nel mio post era l'allenatore (Sarri) e la sua eventuale scelta che riterrei assai sorprendente (per non dire altro) ma che in fondo in fondo chissà come mai non mi....sorprenderebbe. La Juventus non l'ho tirata in mezzo (se non citandola come destinazione). Il punto (o la critica, se preferisci) non era minimamente rivolta alla Juve nel caso offrisse la panchina a Sarri ma all'EVENTUALE triplo salto carpiato che il Comandante Maurizio farebbe nell'accettare la proposta Ne consegue che se volevi fare un'analogia avresti dovuto scrivere "Un po' come se un ex allenatore della Juve (Conte, of course) scegliesse di sedersi sulla panca nerazzurra". E ci sarebbe stato, tra l'altro. Io accoglierei l'ex ct della Nazionale come un messia ma non è un caso che invece la tifoseria nerazzurra sia profondamente spaccata su quel nome: nonostante infatti quasi nessuno sano di mente neghi le doti di Andonio e la sua capacità di creare una squadra e darle un gioco/identità ben definiti, non gli perdonano una profonda juventinità (espressa prima da giocatore e poi da allenatore) Anch'io, per dirti, dovesse davvero accadere (finchè non vedo, non credo) mi son posto l'interrogativo rispetto alla coerenza (ammesso abbia senso parlare di questo sentimento quando si sta parlando di mondo professionistico) di Conte nell'accettare di sedersi sulla panchina dell'Inter vista la marcatissima juventinità di cui sopra. Ciononostante continuo a vedere un'abissale differenza tra le due situazioni se torno indietro con la mente al Maurizio Sarri allenatore del Napoli, al suo comportamento/dichiarazioni e... insomma ci siamo capiti
  14. Dedo

    Wilde4Soccer

    Certo che se davvero il Komandante Sarri dovesse mai approdare sulla panchina della Juve sarebbe un po' come se -riprendendo il parallelo a cui allude l'epiteto- Che Guevara a metà anni Sessanta avesse accettato di rivestire il ruolo di Segretario di Stato USA sotto la Presidenza Lyndon Johnson......
  15. Dedo

    Wilde4Soccer

    E insomma vuoi vedere che lo scontro Allegri - Adani andato in onda sugli schermi SKY e poi proseguito nei giorni successivi su stampa (specializzata e non) e tv varie compresa la RAI (mi riferisco all'ospitata del buon Max da Fazio), ha insinuato in Andrea Agelli dubbi trasformatisi col tempo in macigni. Non mi toglie dalla testa nessuno che senza quell'incredibile polverone -e relativa guerra di religione scatenatasi tra lo schieramento dei "pragmatici" che mettono il risultato prima e sopra di tutto vs quello degli "esteti" , per i quali il risultato si deve e può raggiungere attraverso il bel gioco- Allegri e Juventus avrebbero tranquillamente continuato a braccetto per almeno un altro anno Maledizione Lele, spero tu non abbia involontariamente fatto un enorme regalo alla già superiore compagine bianconera Ci manca solo che ad un gruppo di giocatori nettamente superiori alla concorrenza (a livello Italia ma pure al 90% dei team europei) la Juve possa aggiungere anche un allenatore che sappia farli rendere al meglio delle loro possibilità magari regalando anche un gioco piacevole
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.