Pre Season: Los Angeles Lakers vs. Sacramento Kings 98-103




Quinta sconfitta in fila per i Lakers, stavolta a far festa è Sacramento.

Ennesima sconfitta, anche se al termine di una partita più combattuta rispetto alle passate, ma in cui di fatto i Lakers sono stati in vantaggio solo una volta sul 43-41. Sperando di ricordare in futuro questa partita come “l’ultima volta in cui non giocò Howard titolare”, passiamo a vedere cosa ci è piaciuto e cosa no.

Cosa ci è piaciuto:
-Devin Ebanks: MVP del match. Nella serrata lotta tra le riserve per due posti da vice-Kobe e vice-Metta, il buon Devin mette a referto un ventello di grande personalità. Il 4/5 da 3 è grasso che cola, i 6 rimbalzi sono un’appropriata ciliegina, ma non demerita neanche nella metà campo difensiva. Ottimi segnali.
-Pau Gasol: mettiamo subito le mani avanti: in difesa non ci è piaciuto. Ma la prestazione offensiva fa brillare gli occhi. I quintetti con lui da 5 più Nash attaccano veramente bene e producono tiri di elevata qualità; questo ce lo aspettavamo. Ci aspettavamo un pò meno che potesse essere efficace anche da 4 giocando lontano da canestro, e invece anche in questo ruolo stanotte ha prodotto tanto sia in termini quantitativi sia qualitativi come assist serviti a Sacre, ai taglianti o ai tiratori sul perimetro. Finalmente dalla prossima gara potremo avere il primo assaggio di cosa significa avere un lungo che passa così la palla accanto ad Howard.

Cosa è da rivedere:
-il tiro da 3: il boxscore recita un discreto 36%, resta però qualche perplessità. Dei primi 8 tiri infatti ne era entrato solo 1, poi le percentuali sono migliorate, ma qualche dubbio ci rimane, tanto più se pensiamo che Ebanks non tirerà sempre l’80%. Riusciranno i Lakers a togliersi di dosso la palma di peggiore squadra tiratrice della lega?
-Andrew Goudelock: Brown lo butta a sorpresa nella mischia come primo cambio di Nash, lo tiene dentro 7 minuti e poi lo rimette nel congelatore. G’lock non sfigura, anche se il floaterino che l’anno scorso era un suo marchio di fabbrica oggi non è proprio mai entrato. Tutto sommato però gestisce bene l’attacco, segna anche una tripla, avrebbe forse meritato spazio in più nel quarto quarto.

Cosa non ci è piaciuto:
-la difesa: sono indeciso da dove cominciare. Comincio dalla enormità di canestri subiti in transizione, o da i rimbalzi offensivi e i 2nd chance points concessi? In generale non vanno bene le cose, l’atletismo dei giovani Kings ha messo a nudo la nostra pigrizia, quasi come se volessimo concentrarsi solo ad allenare l’attacco ma in difesa non sentissimo il dovere di ruotare sui lunghi o di chiudere il perimetro in transizione. Si può e si deve far maeglio
-l’ennesima sconfitta: siamo solo in preseason, questo lo abbiamo capito. Perderne cinque di fila senza mai avere una chance di vincerle però non fa piacere. Dobbiamo per forza aspettare Novembre per vincere una partita?

 

g.m.


Lakersland.it © 2006-2019