L.A. Lakers vs Oklahoma City Thunder 106-120 (55-25)


Posted Image

I Lakers per la prima volta nell’era Gasol perdono la 5° partita di fila, risultato aggravato dalle contemporanee W di Mavs e Heat e adesso anche gli stessi Thunder sono subito dietro.

La partita inizia subito in salita per i gialloviola: dopo 6 minuti di gioco i punti dei Thunder sono già 25, la difesa è inesistente e loro vedono una vasca da bagno al posto del canestro. Westbrook appare infermabile, 16 punti nel solo 1° quarto per il prodotto di UCLA, tutto sommato i Lakers limitano i danni e grazie a delle buone giocate offensive dimezzano lo strappo e il 1° periodo si chiude sul -5 con 36 punti subiti.

Il 2° quarto parte sulla falsariga del primo, Harden contro un Brown ormai irriconoscibile fa quello che vuole, mette 9 punti che contribuiscono ai Thunder di allungare sul +10, Shannon viene sotituito addirittura da Walton ma in generale tutta la panchina non fa la differenza, anzi.
A metà periodo il “solito” Perkins, che ha cambiato canotta ma non il suo stile inconfondibile, provoca Bryant aggacciandolo per la testa, il Mamba risponde e si becca il 15° tecnico stagionale. Subito dopo piazza una tripla e qualche giocata delle sue e aiutato da Gasol fa chiudere il primo tempo solamente a -2, per Kobe 22 punti con uno splendido 8 su 11 dal campo, per Pau 18.

Nella ripresa i gialloviola sembrano avere maggiore intensità difensiva: “solo” 22 punti concessi e il periodo viene concluso sul +2, la partita resta equilibrata più che mai.
Gli ultimi 12 minuti di gioco si aprono con una tripla di Blake, oggi uno dei pochi a salvarsi, col suo 3 su 3 da dietro l’arco, il match prosegue con cambi di leadership di punteggio frequenti e a 3 minuti dalla fine Kobe con un pregevole 2+1 ci porta con la testa avanti.
Lì, però, finiscono i Lakers: blackout offensivo/difensivo totale, i Thunder fanno quello che vogliono, i Lakers invece fanno tutto ciò che non devono fare, e Westbrook, assoluto MVP dell’incontro, a 40 secondi dalla fine mette la parola fine sull’incontro con un gioco da 4 punti che porta a +10 Oklahoma. Il parziale degli ultimi 3 minuti dice 17-2, una roba inconcepibile.

Brutta, brutta L a cui non bastano Kobe da 31 punti e Gasol da 26, dall’altra parte stesse identiche cifre per Durant e Westbrook che però bastano a far vincere i loro compagni. Tra l’altro su KD di solito soffriamo molto meno, questa volta contro la nostra non difesa odierna e contro un Artest non in giornata ha fatto quello che ha voluto. Su Westbrook non mi stupisco, lo abbiamo sempre sofferto e sempre lo soffriremo.

Ora la situazione si fa davvero delicata, possiamo finire quarti assoluti come possiamo finire quarti ad ovest in un nulla, sta a noi fare i Lakers ed evitare complicazioni assurde ai Playoff. Fra 2 giorni allo Staples arriveranno degli Spurs ancora motivati dal 1° posto assoluto da conquistare sui Bulls e magari non gli dispiacerebbe farci uno sgambetto e farci disputare una serie coi Mavs senza fattore campo…quindi in arrivo altra battaglia che andrà affrontata in altro modo.

Boxscore

By LA lover


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lakersland.it © 2006-2019