Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

News dal mondo


Recommended Posts

Quote

Vaccino Covid in Gran Bretagna, la situazione: così Londra ha vaccinato oltre 15 milioni di persone (e vede la fine del tunnel della pandemia)

Vaccinate tutte le categorie a rischio, ora in Gran Bretagna si passa ai 50enni e 60enni con l’obiettivo di immunizzarli entro fine aprile. Secondo Johnson, l’uscita dal lockdown sarà «cauta ma irreversibile»

La Gran Bretagna vede la fine del tunnel della pandemia. In soli 69 giorni Londra è riuscita a vaccinare oltre 15 milioni di persone: e la campagna di immunizzazione, combinata con gli effetti del lockdown in vigore da inizio gennaio, ha visto crollare le cifre del contagio e delle vittime.
Ieri si sono registrati meno di 10 mila nuovi casi di Covid, il valore più basso da inizio ottobre, e solo 230 decessi: per fare un confronto, a gennaio si era superata la soglia di 60 mila contagi quotidiani e per più di una settimana il numero di vittime era salito di oltre mille al giorno. Il governo di Boris Johnson si era dato fin da dicembre il traguardo di vaccinare entro metà febbraio tutte le categorie più a rischio, ossia gli ultrasettantenni e i malati cronici, e ha centrato l’obiettivo. Ora si passa ai sessantenni e ai cinquantenni, che Londra si ripromette di immunizzare entro la fine di aprile.

Lo straordinario successo della campagna di vaccinazione britannica è dovuto a una serie di fattori. Innanzitutto Londra si è mossa fin dalla scorsa primavera e ha stipulato subito contratti con le aziende farmaceutiche, assicurandosi un gran numero di dosi. Poi, grazie alla situazione politica creata dalla Brexit, non ha dovuto aspettare gli europei ma si è lanciata per prima nella corsa. Quindi ha messo in campo una straordinaria operazione logistica, che ha visto somministrare i vaccini negli stadi, nei centri congressi, nelle chiese, nelle moschee, nei cinema, oltre alle farmacie, gli ospedali e gli ambulatori medici. Infine, non ha fatto distinzioni fra i diversi vaccini e ha scelto di distanziare le dosi: una strategia la cui validità è stata confermata dalle ultime evidenze scientifiche.

Ora a Londra si può cominciare a guardare oltre il Covid. L’8 marzo riapriranno le scuole, le altre restrizioni verranno allentate gradualmente: prima toccherà ai negozi, mentre la ristorazione all’aperto non sarà autorizzata prima di Pasqua. Per il ritorno a una sorta di normalità bisognerà però aspettare almeno maggio: ma se tutto va bene, per l’estate la Gran Bretagna potrebbe essere il primo grande Paese che si è lasciato il Covid alle spalle.

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 6.9k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Il sistema sanitario non era assolutamente pronto ad affrontare questo virus: gli ospedali sono andati in tilt ed anche per questo, ma non solamente, sono morte tante persone... tra cui mio padre

Cosa ho fatto di male per leggere ancora affermazioni quali "meno di diritti dei cani" o "lo Stato continua a vendere tabacco": sono estremismi che non tengono conto di esigenze fisiologiche (il cagar

È una situazione d'emergenza.  Ma se ci fosse stata la guerra anziché un virus invisibile avresti avuto voglia di uscir di casa? Di portare il cane a pisciare? Di correre o di andare in biciclett

Posted Images

3 hours ago, Valiero24 said:

Ma come era la storiella della Brexit che avrebbe messo in ginocchio la nazione? 

Stai valutando la Brexit sulla base del piano vaccinale attuato in questi mesi?

Non mi pare una grande analisi. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
45 minutes ago, sonato arctico said:

Stai valutando la Brexit sulla base del piano vaccinale attuato in questi mesi?

Non mi pare una grande analisi. 

Concordo.

Ciononostante, penso che, ad oggi 16 febbraio 2021, si possa tranquillamente affermare il piano vaccinale inglese abbia ridicolizzato la gestione dello stesso da parte dell'UE. 

Mi auguro però che si cambi marcia quanto prima..... 

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, sonato arctico said:

Stai valutando la Brexit sulla base del piano vaccinale attuato in questi mesi?

Non mi pare una grande analisi. 

infatti... pure a me pare c'azzecchi pochino

Link to post
Share on other sites
5 hours ago, D-GenerationLakers said:

Concordo.

Ciononostante, penso che, ad oggi 16 febbraio 2021, si possa tranquillamente affermare il piano vaccinale inglese abbia ridicolizzato la gestione dello stesso da parte dell'UE. 

Mi auguro però che si cambi marcia quanto prima..... 

e anche quello serbo.

https://www.bbc.com/news/world-europe-55931864

Comunque FYI, in Australia sará prodotto il vaccino AZ dal colosso farmaceutico CSL Behring al ritmo di circa un milione a settimana nella fabbrica di Broadmeadows 

https://www.abc.net.au/news/science/2021-02-12/covid-19-vaccine-oxford-astrazeneca-adenovirus-csl-manufacturing/13140104

https://www.smh.com.au/national/how-australia-is-making-the-astrazeneca-vaccine-20210211-p571nx.html

quanti centri di produzione ha l'UE in rapporto ai milioni di abitanti? perché inutile prendersi in giro, US e UK hanno le loro fabbriche direttamente all'interno die propri confini. in UE tutto é concentrato tra Francia, Germania e Belgio. il bottleneck é li, Conte o Draghi possono fare ben poco. Bisognerebbe chiedere alla commissione europea che peró...non risponde a nessun organismo :asd

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

A Napoli è stata isolata una nuova variante del Covid-19, mai tracciata in Italia.
Quindi non è né la variante ''primaria'', né quella londinese o sudafricana.

Link to post
Share on other sites
16 hours ago, sonato arctico said:

Stai valutando la Brexit sulla base del piano vaccinale attuato in questi mesi?

Non mi pare una grande analisi. 

È la piu grande crisi dalla seconda guerra mondiale ad oggi...su cosa dovrei valutarla? 

Ci avevano narrato come senza l'Europa non avrebbero avuto futuro e il paese sarebbe imploso. 

Risultato: accordi commerciali raggiunti, accordi bilaterali mantenuti, hanno arrancato economicamente nel post brexit (grazie, se i mercati ti distruggono finanziariamente è difficile sostenere una scelta senza avere ingenti perdite) ma, alla prima vera crisi si sono dimostrati la grande nazione che sono. 

Si, lo hanno fatto senza l'Europa, nel mondo globalizzato stringendo accordi nel libero mercato. Ci avevano detto che non era possibile. Non ho visto ne gente morire di fame, ne gente senza luce ne acqua, ne gente bussare alle porte francesi per chiedere asilo (ah si i ricconi della city si).

Ridicolizzata l'Europa e la sua gestione da enorme pachiderma.

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Valiero24 said:

È la piu grande crisi dalla seconda guerra mondiale ad oggi...su cosa dovrei valutarla? 

Ci avevano narrato come senza l'Europa non avrebbero avuto futuro e il paese sarebbe imploso. 

Risultato: accordi commerciali raggiunti, accordi bilaterali mantenuti, hanno arrancato economicamente nel post brexit (grazie, se i mercati ti distruggono finanziariamente è difficile sostenere una scelta senza avere ingenti perdite) ma, alla prima vera crisi si sono dimostrati la grande nazione che sono. 

Si, lo hanno fatto senza l'Europa, nel mondo globalizzato stringendo accordi nel libero mercato. Ci avevano detto che non era possibile. Non ho visto ne gente morire di fame, ne gente senza luce ne acqua, ne gente bussare alle porte francesi per chiedere asilo (ah si i ricconi della city si).

Ridicolizzata l'Europa e la sua gestione da enorme pachiderma.

Beh una analisi macroeconomica dopo meno di 50 giorni dall'uscita dall'Eurozona non è male: vale come analisi di lungo periodo? Chiedo... per un amico. :asd 

Link to post
Share on other sites
Beh una analisi macroeconomica dopo meno di 50 giorni dall'uscita dall'Eurozona non è male: vale come analisi di lungo periodo? Chiedo... per un amico. :asd 
Un mio amico invece chiede se cambiava qualcosa con il Regno Unito ancora "dentro"
Link to post
Share on other sites
5 minutes ago, verdastro said:
15 minutes ago, COOPapERino21 said:
Beh una analisi macroeconomica dopo meno di 50 giorni dall'uscita dall'Eurozona non è male: vale come analisi di lungo periodo? Chiedo... per un amico. :asd 

Un mio amico invece chiede se cambiava qualcosa con il Regno Unito ancora "dentro"

50 giorni sono una caccola per una qualsiasi analisi macroeconomica minimamente seria. Era questo il senso del post.

Magari dopo un migliaio di giorni si inizieranno a percepire le prime evidenze.

Link to post
Share on other sites
50 giorni sono una caccola per una qualsiasi analisi macroeconomica minimamente seria. Era questo il senso del post.
Magari dopo un migliaio di giorni si inizieranno a percepire le prime evidenze.
Io invece volevo un tuo parere a riguardo
Link to post
Share on other sites
53 minutes ago, verdastro said:
1 hour ago, COOPapERino21 said:
50 giorni sono una caccola per una qualsiasi analisi macroeconomica minimamente seria. Era questo il senso del post.
Magari dopo un migliaio di giorni si inizieranno a percepire le prime evidenze.

Io invece volevo un tuo parere a riguardo

Non era chiaro? I fondi del Recovery ad esempio li devi spendere entro il 31/12/2026... 209 miliardi di spesa che l'Italia ha e la GB no... questi sono fatti.

Cosa sarà la GB fra 5 anni non lo so io e non lo sai tu... ad esempio, la Scozia sarà ancora in GB o in UE?

 

[EDIT] Direi che ti ha risposto Draghi che è giusto un filo più autorevole di me... 😁

Link to post
Share on other sites

Sul long term si osserverà l'impatto del No Deal della borsa europea.
Il fatto che l'LSE non sia più il primo mercato azionario è un evento di dimensioni molto importanti che, se sfruttato a dovere da Amsterdam e dall'Europa, permetterà di colmare il gap cumulato con Londra in questi anni e prendere il volo.

Link to post
Share on other sites

alcuni passaggi di Draghi molto forti (ed ovviamente condivisibili, p.s. la lega si confermerà fortemente europeista votando la fiducia dopo alcune frasi su Euro ed UE.. :siciao:) altri,  a mio parere, un pò deboli. 

Sul suo programma di lotta al covid e su quello di vaccinazione, secondo me, ha fatto un preoccupante 0-0. Spero di sbagliarmi. 

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, COOPapERino21 said:

Beh una analisi macroeconomica dopo meno di 50 giorni dall'uscita dall'Eurozona non è male: vale come analisi di lungo periodo? Chiedo... per un amico. :asd 

Mica è colpa mia se il Covid è stato l'evento mondiale cardine e temporalmente si è collocato subito dopo la Brexit. Quindi per forza di cose bisogna analizzare il modo con il quale la Gran Bretagna ha fatto le cose rispetto all'Europa. E.....meh 1-0?  

Quello che non capisco è questo però: 

- Le analisi macroeconomiche pre-Brexit che analizzavano apocalitticamente gli scenari post-Brexit vanno bene, sono accettate e anzi sono diventate il verbo da seguire.

- Una briciola di discorso macroeconomico a favore della Brexit dopo 50 giorni dall'uscita è prematuro.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Valiero24 said:

Mica è colpa mia se il Covid è stato l'evento mondiale cardine e temporalmente si è collocato subito dopo la Brexit. 

Quello che non capisco è questo però: 

- Le analisi macroeconomiche pre-Brexit che analizzavano apocalitticamente gli scenari post-Brexit vanno bene, sono accettate e anzi sono diventate il verbo da seguire.

- Una briciola di discorso macroeconomico a favore della Brexit dopo 50 giorni dall'uscita è prematuro.

Le analisi macroeconomiche pre-Brexit non erano incentrate sul 1 gennaio 2021... ma dal 1/1/2021 agli anni a seguire (non i 50 gg a seguire). Magari l'1/1/2027 vederemo se erano fondate o sballate...

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, COOPapERino21 said:

Non era chiaro? I fondi del Recovery ad esempio li devi spendere entro il 31/12/2026... 209 miliardi di spesa che l'Italia ha e la GB no... questi sono fatti.

Cosa sarà la GB fra 5 anni non lo so io e non lo sai tu... ad esempio, la Scozia sarà ancora in GB o in UE?

 

[EDIT] Direi che ti ha risposto Draghi che è giusto un filo più autorevole di me... 😁

209 miliardi che noi abbiamo e loro no...

Domani la Gb dice di voler fare 200 miliardi di debiti per risanare l'economia post Covid e ce l'hanno pure loro. E senza manco dover fare trattative. 

Ma che discorso è? 

Ps: sul resto, si, infatti vedremo come andrà. Quello che dicevo io era che pre-Brexit erano previste le cavallette e le inondazioni rendendo una scelta politica più o meno condivisibile un plebiscito sul NO. Solitamente quando si fanno i plebisciti di opinione poi si sbaglia quasi sempre. Vedremo stavolta.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Valiero24 said:

209 miliardi che noi abbiamo e loro no...

Domani la Gb dice di voler fare 200 miliardi di debiti per risanare l'economia post Covid e ce l'hanno pure loro. E senza manco dover fare trattative. 

Ma che discorso è? 

Ps: sul resto, si, infatti vedremo come andrà. Quello che dicevo io era che pre-Brexit erano previste le cavallette e le inondazioni rendendo una scelta politica più o meno condivisibile un plebiscito sul NO. Solitamente quando si fanno i plebisciti di opinione poi si sbaglia quasi sempre. Vedremo stavolta.

La sostanziale differenza è che i 209 miliardi non sono tutti a debito... una parte è a fondo perduto. Non una differenza da poco.

Sul resto ribadisco... i conti si fanno fra un lustro... 

Link to post
Share on other sites

di certo c'è che i costi dei dischi di importazione dal UK sono schizzati alle stelle con balzelli vari, li mortacci loro.

 

sicuramente sui vaccini hanno segnato un punto a loro favore per vari motivi ( logistica, know-how, il poter decidere in anticipo senza dover aspettare le infinite riunioni a Brx etc)....sul lungo periodo si vedrà. ad esempio la Brexit ha riaperto la partita dell'indipendenza scozzese che sembrava chiusa dopo il referendum del 2014, visto che il no alla secessione si basava sull' assunto del remain nell UE smentito due anni dopo:..e oltre il valico di Adriano sono largamente europeisti

 

 

Link to post
Share on other sites
On 2/17/2021 at 1:08 PM, COOPapERino21 said:

La sostanziale differenza è che i 209 miliardi non sono tutti a debito... una parte è a fondo perduto. Non una differenza da poco.

Sul resto ribadisco... i conti si fanno fra un lustro... 

La UE non stampa soldi... i Soldi li raccoglie dagli stati membri che contribuiscono... 
Una parte a "fondo perduto" è una roba un po' così, visto che sono anche soldi nostri

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.