Jump to content

Welcome to LakersLand!

Registrati qui

Scottie33

News dal mondo

Recommended Posts

4 hours ago, MWP said:

Leggo da anni ma non ho mai scritto nulla in questo forum...

Ho già più volte preso a cuore la situazione di Bergamo, facendo anche numerosi accenni al gemellaggio tra turisti bergamaschi venuti qui da noi a Palermo, curati e andati via guariti e con ringraziamenti toccanti. Piccole, minuscole storie bellissime in un enorme momento difficile.

Se poi è vero che leggi da anni (e non ne dubito) basta che torni a leggere quello che scrivevo io da fine gennaio in poi (i primi post sul coronavirus sono i miei) per capire che - insieme a pochissimi altri qua dentro - ero già preoccupatissimo della situazione in Cina e prospettavo situazioni pericolose anche da noi, anche dopo i primi casi, quando venivo addirittura un po' preso in giro per la mia "esagerazione" (ricordo la questione mascherine, ad esempio).

Mi si diceva che "a furia di esagerare, ogni tanto ci azzeccavo".

Quindi credimi se dico di essere totalmente consapevole di tutto quello che sta occorrendo in Lombardia e in zone meno fortunate della Sicilia, ma detto tutto ciò si è arrivati ad un certo punto dove si è passati la linea di non ritorno. I due mesi di lockdown hanno sensibilizzato a sufficienza l'opinione pubblica, era necessario farlo!!, ma ora non ci si può più affidare al controllo dall'alto, serve che ognuno di noi trovi la consapevolezza per agire nel giusto modo per non mandare l'intero paese al macero finanziariamente. Anche perchè il sig. presidente del consiglio sta facendo poco per chi lavora.......serve darsi una mossa o è la fine.

Insomma, prima o poi si doveva tornare fuori dalle case e lo si sta facendo adesso. Solo avrei preferito un gestione migliore da parte di Palazzo Chigi, tra aiuti, regole e gestione generale, ma come detto ormai ci siamo. Sta a noi. Era inevitabile...senza dimenticare le vittime.

ps: quando erano "solo" 21 le vittime all'inizio, ricordo mi arrabbiai moltissimo perchè si diceva che erano "solo vecchi con patologie pregresse" e postai il video del TG di Mentana dove finalmente qualcuno pubblicamente si indignava di tale visione del fatti.

TUTTO mi si puo' dire, che sono populista, becero, voto a cazzo, rompo i coglioni etc...ma non che non abbia preso sul serio da subito il covid-19. Anzi, è surreale, visto che per primo ho ne intravisto la pericolosità. Ma oggi siamo al 16 maggio e serve essere prudenti, ma attivi.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, BengaLaker said:

Ho già più volte preso a cuore la situazione di Bergamo, facendo anche numerosi accenni al gemellaggio tra turisti bergamaschi venuti qui da noi a Palermo, curati e andati via guariti e con ringraziamenti toccanti. Piccole, minuscole storie bellissime in un enorme momento difficile.

Se poi è vero che leggi da anni (e non ne dubito) basta che torni a leggere quello che scrivevo io da fine gennaio in poi (i primi post sul coronavirus sono i miei) per capire che - insieme a pochissimi altri qua dentro - ero già preoccupatissimo della situazione in Cina e prospettavo situazioni pericolose anche da noi, anche dopo i primi casi, quando venivo addirittura un po' preso in giro per la mia "esagerazione" (ricordo la questione mascherine, ad esempio).

Mi si diceva che "a furia di esagerare, ogni tanto ci azzeccavo".

Quindi credimi se dico di essere totalmente consapevole di tutto quello che sta occorrendo in Lombardia e in zone meno fortunate della Sicilia, ma detto tutto ciò si è arrivati ad un certo punto dove si è passati la linea di non ritorno. I due mesi di lockdown hanno sensibilizzato a sufficienza l'opinione pubblica, era necessario farlo!!, ma ora non ci si può più affidare al controllo dall'alto, serve che ognuno di noi trovi la consapevolezza per agire nel giusto modo per non mandare l'intero paese al macero finanziariamente. Anche perchè il sig. presidente del consiglio sta facendo poco per chi lavora.......serve darsi una mossa o è la fine.

Insomma, prima o poi si doveva tornare fuori dalle case e lo si sta facendo adesso. Solo avrei preferito un gestione migliore da parte di Palazzo Chigi, tra aiuti, regole e gestione generale, ma come detto ormai ci siamo. Sta a noi. Era inevitabile...senza dimenticare le vittime.

ps: quando erano "solo" 21 le vittime all'inizio, ricordo mi arrabbiai moltissimo perchè si diceva che erano "solo vecchi con patologie pregresse" e postai il video del TG di Mentana dove finalmente qualcuno pubblicamente si indignava di tale visione del fatti.

TUTTO mi si puo' dire, che sono populista, becero, voto a cazzo, rompo i coglioni etc...ma non che non abbia preso sul serio da subito il covid-19. Anzi, è surreale, visto che per primo ho ne intravisto la pericolosità. Ma oggi siamo al 16 maggio e serve essere prudenti, ma attivi.  

Ok tutto, ma non ho toccato nessuno di questi argomenti.

Ho parlato in maniera specifica di due cose: trasparenza dei dati e critiche verso la regione.

Sono piuttosto d'accordo con le riaperture, un po' meno con il dare tutte le responsabilità al governo centrale, poiché le regioni hanno ottenuto negli anni ampia autonomia e la Lombardia nello specifico paga oggi l'incapacità di gestire tale autonomia (vedi tagli alle forniture nei laboratori nell'autunno 2019). Ma non sono discorsi che ho sollevato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, MWP said:

Capisco che forse vivendo in altre regioni d'Italia meno colpite si abbia una visione diversa, così come vivendo qui questa possa essere distorta.

mi appoggiavo a questo.

Ci tenevo a far capire che personalmente la situazione mi è molto chiara, nonostante in Sicilia - se errori ci sono stati - hanno causato danni minimi. 

Poi io sono per la totale trasparenza, trasversale, senza appartenenze politiche, colori o altro. Se in Lombardia a livello locale si è sbagliato, allora bisognerà perseguire di conseguenza. Però - mi permetto - sono stati fatti TANTI errori anche da Roma...le due cose mica si elidono. E il teatrino del reciproco scarica barile l'ho trovato - e lo trovo - pessimo sotto tutti i punti di vista. 

Ma tutto si vedrà a tempo debito. Oggi mi interessa solo arrivare a pochissimi decessi giornalieri (spero si scenda alla doppia cifra il prima possibile) e vedere come va la fase2, sia dal punto di vista sanitario che economico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benga comunque l'italia è finita da vent'anni per l'evasione fiscale, le mafie e la corruzione. Non facciamo confusione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@keitaro Senza dubbio.

però non vorrei che questa fosse la classica goccia...gestita male, pure. Facciamo quindi tutto il possibile prima che sia troppo tardi e poi per i colpevoli si vedrà. NON VOGLIO IL DEFAULT, ok?!! perchè poi nel caso la discussione di chi sia la colpa interesserebbe meno di zero.

Quindi chi oggi ha responsabilità faccia il massimo, senza errori e subito. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours ago, MWP said:

Leggo da anni ma non ho mai scritto nulla in questo forum, mi iscrivo giusto perché negli ultimi giorni sto leggendo cose assurde, almeno per la realtà in cui vivo io.

Vieni nel bergamasco e poi vediamo se c'è stata trasparenza, con i decessi nella sola città di Bergamo che sono stati ALMENO il doppio di quelli dichiarati dalla protezione civile (battaglia che Gori, sindaco di Bergamo, continua a portare avanti), oppure le persone in isolamento obbligatorio nel mio piccolo paese che sono ALMENO 80 contro le 40 comunicate da ATS alle autorità locali.

Capisco che forse vivendo in altre regioni d'Italia meno colpite si abbia una visione diversa, così come vivendo qui questa possa essere distorta. Però quando leggo queste cose, o che non bisogna puntare il dito contro chi gestisce la regione ecc ecc mi cadono veramente le braccia, perché basta essere parte del problema per rendersene conto.

E in questo senso lasciami andare un attimo oltre il post che ho quotato. Mio padre ha fatto il sierologico in azienda un paio di giorni fa, risultando positivo con anticorpi che hanno almeno 2 mesi. A inizio marzo è stato poco bene, fortunatamente solo un po' di febbre. Ha chiamato il numero verde ed è stato rimbalzato, "è solo influenza". Tampone? No. Quarantena? No. Qualche comunicazione a noi famigliari circa i comportamenti da seguire? No. Mi viene male pensare a quante persone ho/abbiamo potuto contagiare, perché nel frattempo per una settimana abbiamo continuato a recarci sul posto di lavoro, abbiamo fatto la spesa ecc. Per non parlare del fatto che ora è in quarantena in attesa di un tampone che non abbiamo idea di quando sarà fatto, perché la regione ha totalmente perso il controllo.

Quindi ecco, ok le opinioni e tutto ma prima di criticare chi si scaglia contro la regione ecc provate a cercare testimonianze (decisamente ben peggiori della mia, perché nel mio caso non è successo nulla di troppo grave), l'internet ne è pieno.

Innanzitutto: benvenuto sul forum.
Importante che tuo babbo stia bene e sia stato bene.

:drinks: 

4 hours ago, LA Confidential said:

Il senso di far entrare chiunque dagli altri Paesi UE dal 3 Giugno, senza alcuna quarantena?

Considerando la totale inesistenza di turismo, suppongo entrino in Italia solo le persone che hanno un valido motivo per farlo. E se permetti alla persona X di andare nella sua seconda casa al mare, non vedo perché mia cugina che vive ad Amburgo non possa venire a trovare il padre che non vede ormai da Gennaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Mone 24 said:

Innanzitutto: benvenuto sul forum.
Importante che tuo babbo stia bene e sia stato bene.

:drinks: 

Considerando la totale inesistenza di turismo, suppongo entrino in Italia solo le persone che hanno un valido motivo per farlo. E se permetti alla persona X di andare nella sua seconda casa al mare, non vedo perché mia cugina che vive ad Amburgo non possa venire a trovare il padre che non vede ormai da Gennaio.

La misura l'ha spiegata Conte: riapertura delle frontiere per agevolare il turismo straniero. L'importante è che le Regioni facciano quel che devono

perché e Immuni non va bene... e le Regioni non trasmettono i dati e... Se non c'è Testing, tracking e tracing di chi sarà la colpa? A Benga l'ardua sentenza... :asd  

Benvenuto @MWP

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto qualcosa e ho una sensazione molto negativa di ciò che accadrà. Il fatto che si voglia riaprire il 3 giugno a tutti i paesi europei senza quarantena ci dice che ormai siamo al "riaprire tutto" indiscriminato.Ha ragione De Luca, come diceva Totò possiamo riassumere tutto con "arrangiatevi".

 

Come scrivo fin da Marzo, speriamo che dopo la tempesta si metta la parola fine alla dannosa decentralizzazione e ai capitalisti con le pezze al culo.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

succederà così:

1. riapriremo tutto perchè costretti !!

2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 

3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo

4. richiuderemo tutto.

5. Italia "Grecia 2.0"

6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Menomale, una bella ondata di ottimismo, che radiosa domenica mattina. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

....hai ragione, però sai, che ci sarà una nuova impennata lo dicono gli specialisti, non io. Si prevede verso autunno/inverno. Vediamo nel caso cosa comporta e come sarà gestita. Io naturalmente mettevo l'accento polemico sulla diatriba governo-regioni, che poi a ben vedere è importante quanto basta (tanto so già come va a finire).

Cmq, meglio viverla giorno dopo giorno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, BengaLaker said:

succederà così:

1. riapriremo tutto perchè costretti !!

2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 

3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo

4. richiuderemo tutto.

5. Italia "Grecia 2.0"

6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.

DJH GSHFOHEOSUTHOWEHFORHGKHS<JDBFHKAVFAEVFIHVefBA hKGB hfbehbOHBRSOGJLBFDKGBDRIGB DRJBGS <KF òKB

Share this post


Link to post
Share on other sites



succederà così:
1. riapriremo tutto perchè costretti !!
2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 
3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo
4. richiuderemo tutto.
5. Italia "Grecia 2.0"
6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.


Mah, vedremo, ti ricordo però che Covid non è confinato solo da noi, vedremo se i teteschi avranno di che festeggiare
....hai ragione, però sai, che ci sarà una nuova impennata lo dicono gli specialisti, non io. Si prevede verso autunno/inverno. Vediamo nel caso cosa comporta e come sarà gestita. Io naturalmente mettevo l'accento polemico sulla diatriba governo-regioni, che poi a ben vedere è importante quanto basta (tanto so già come va a finire).
Cmq, meglio viverla giorno dopo giorno.
In inverno c'è sempre l'impennata, ci arriveremo un filo più preparati e chissà che in questi mesi che ci separano dall'autunno/inverno non succeda qualcosa di positivo per gestire la pandemia

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, BengaLaker said:

succederà così:

1. riapriremo tutto perchè costretti !!

2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 

3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo

4. richiuderemo tutto.

5. Italia "Grecia 2.0"

6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.

Ho capito che non vedi l'ora di rinfacciare a Conte anche il fatto che da una parte della Sicilia è arancino e dall'altra è arancina, ma occhio a collegare il tuo punto 2 alle manovre governative: il rimbalzo della curva di contagi per l'autunno è una aspettativa dei virologi mondiali, non c'entra nulla quel che un singolo governo può fare. E da come ho letto in alcuni articoli, è comunque correlato all'ondata di epidemia stagionale di influenza, che inevitabilmente arriverà e creerà dei problemi anche solo di individuazione e gestione contemporanea delle due malattie.

Comunque alla Germania e all'Europa non interessa di far fare all'Italia la fine della Grecia del 2009. A margine.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, BengaLaker said:

succederà così:

1. riapriremo tutto perchè costretti !!

2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 

3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo

4. richiuderemo tutto.

5. Italia "Grecia 2.0"

6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.

Fontana sarà pronto per ricollocare i malati nelle Rsa o renderà operativo da subito, magari con i medici e reparti coadiuvati, l'ospedale in fiera? 

  • Like 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 5/17/2020 at 9:26 AM, BengaLaker said:

succederà così:

1. riapriremo tutto perchè costretti !!

2. ci sarà inevitabile una seconda ondata, diciamo verso settembre/ottobre (se non prima) 

3. sarà colpa di tutti (governatori, sindaci, aziende, opposizioni...) tranne che del governo

4. richiuderemo tutto.

5. Italia "Grecia 2.0"

6. Festa a casa Merkel e brindisi con l'amichetto scodinzolante Giuseppi.

1. riaprono perchè il CTS (non i virologi da tv come Burioni, la Capua e soci), ha sostanzialmente ritenuto abbassato il rischio epidemiologico in Italia su basi matematico-medico-scientifiche (indice di contagio sotto lo 0.6, migliori capacità delle strutture sanitarie italiane di individuare la malattia rispetto ai mesi di gennaio/febbraio quando a fronte di una pesante diffusione del contagio nessuno sapeva nemmeno quando fare un tampone, migliori capacità mediche di curare i positivi);

2. l'eventuale seconda ondata di ottobre/dicembre, che è tutta da verificare per intensità, non è affatto collegata da un punto di vista medico alla riapertura di oggi;

Dal 3. in poi è una pura serie fantasy. 

 

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In un paese serio Fontana e Gallera si sarebbero dimessi. In un paese serio se non si dimettessero li caccierebbero a calci in culo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, kekko110780 said:

In un paese serio Fontana e Gallera si sarebbero dimessi. In un paese serio se non si dimettessero li caccierebbero a calci in culo.

Pare che il secondo sia il prossimo candidato sindaco di Milano... :smiley-killing-himself:

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minutes ago, D-GenerationLakers said:

Pare che il secondo sia il prossimo candidato sindaco di Milano... :smiley-killing-himself:

Non penso.siano così stupidi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In California dall'inizio della pandemia sono stati rilasciati dalle carceri 3.500 detenuti che sono stati messi ai domiciliari; nel mondo siamo ad oltre 20.000 da febbraio (fonte LATimes). 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, D-GenerationLakers said:

Dal 3. in poi è una pura serie fantasy. 

 

:asd 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, kekko110780 said:

In un paese serio Fontana e Gallera si sarebbero dimessi. In un paese serio se non si dimettessero li caccierebbero a calci in culo.

tipo come Bonafede.

5 hours ago, D-GenerationLakers said:

Dal 3. in poi è una pura serie fantasy. 

 

ci faccio una sceneggiatura e la mando a Netflix ?  :asd

Share this post


Link to post
Share on other sites

image.png.3d4c31d2567c669a2799f564affe9b30.png

Questa foto (una delle tante pubblicate in queste ore) scattata ieri a Bergamo Alta ha scatenato polemiche infuocate in rete (a titolo esemplificativo riporto tweet di tale Claudia "Ma la gente che si è ammassata in città alta a Bergamo oggi??? Le foto che ho visto mi mettono i brividi. Non capisco perché non ci fosse la vigilanza a controllare e non capisco la voglia della gente di fare le ammucchiate qui dove i morti sono stati una marea. Inconcepibile") e la reazione preoccupata del sindaco Gori

Io invece vado controcorrente

Questa immagine, così come quella dei Navigli di qualche giorno prima, piuttosto che la spiaggia affollata a Mondello della scorsa settimana mi fanno ben sperare, a maggior ragione se si considera che proviene da una delle città con la popolazione più martoriate a causa del Covid19

Ai miei occhi infatti certifica che la voglia dell'Uomo di tornare alla "normalità" e superare/affrontare le difficoltà (sia ben chiaro, dopo oltre 2 mesi di disciplinato rispetto di misure piuttosto restrittive) è più forte della paura

Senza scivolare nella sociologia da due soldi, in questo nobile impulso ci vedo molto della Storia della nostra Specie, ci riconosco un riflesso del motore del progresso umano

Immagino di essere in netta minoranza, che la questione sia assai delicata e dipenda dalla sensibilità di ciascuno di noi ma personalmente il riversarsi dei bergamaschi in strada (peraltro così ad occhio, almeno quelli della foto, indossano tutti la mascherina) lo considero una sorta di "inno alla vita", altro che ammucchiate inconcepibili o espressioni simili di carattere evidentemente denigratorio

Se ancora non si fosse capito, è inutile illudersi di poter uscire di casa/tornare a lavorare/andare al ristorante/tagliarsi i capelli etc etc solo quando il rischio di ammalarsi sarà azzerato.

Dobbiamo entrare nell'ordine di idee (ma c'è davvero ancora qualcuno che non l'ha fatto?) che nei prossimi mesi (speriamo non anni) dovremo convivere con il virus e accettare l'idea che ci si possa ammalare (in tal senso è stato decisivo il lockdown per rimettere i nostri Ospedali nelle condizioni di far fronte alle richieste di ricovero e per consentire ai medici/infermieri di fare esperienza ed imparare a gestire la malattia ed i pazienti)

Ovviamente il tutto adottando comportamenti adeguati, facendo massiccio uso di buon senso e utilizzando le precauzioni del caso (mascherine, plexiglas, presenza contingentata in luoghi chiusi etc)

Ma la VITA (non lo show eh, la VITA) must go on

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.