Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Recommended Posts

  • Replies 14.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Valiero24

    1730

  • keitaro

    1679

  • COOPapERino21

    950

Top Posters In This Topic

Popular Posts

A me Berlusconi non piace, ma un minimo di persecuzione mi sa che c'è davvero... Se continuano così lo voto. Giuro.   Va bene che è un politico poco risolutivo e che non ha fatto tutto quello che g

Allora mettiamo qualche puntino sulle i perché sinceramente mi sono rotto di assistere a continui ribaltamenti della realtà.   La discussione è partita as usual tra me e Keitaro. Io dicevo di esse

Abbiamo smacchiato il giaguaro :D

Posted Images

Dal quel quote comunque non si capisce un tubo, Gril... ehm Valiero.

Se non sai di cosa si stia parlando è ovvio che tu non capisca nulla.

 

Il quote è chiarissimo, anche troppo.

 

Stanno pensando ad un altro scudo fiscale, guardacaso in concomitanza con lo scandalo Panama Papers.

 

Ps: pure la battuta ti è riuscita male perché io Grillo l'ho sempre criticato e sin da dopo le elezioni ho sempre sperato si facesse da parte quindi c'entra poco.

Link to post
Share on other sites
Guest Nigma

Ahimè finché esisterà quell'idiozia che si chiama quorum ci sarà anche l'idiozia conseguente di incitare all'astensione.

 

Io stesso che probabilmente voterei no, andando al voto farei un favore al sì. Assurdo.

Link to post
Share on other sites

Ahimè finché esisterà quell'idiozia che si chiama quorum ci sarà anche l'idiozia conseguente di incitare all'astensione.

 

Io stesso che probabilmente voterei no, andando al voto farei un favore al sì. Assurdo.

Nigma tu hai la libertà (io non lo farei mai... ma ognuno...) di non recarti al voto...

ma sei un privato cittadino, non il Presidente del Consiglio (ed un emerito... ehm, ex-Presidente)?!?

è un totale spregio delle Istituzioni e della Democrazia.

Link to post
Share on other sites

Sempre pensato che sia da eliminare il quorum e al contempo raddoppiare le firme da raccogliere.

 

Così eviteremmo un sacco di polemiche, perdite di tempo e di soldi.

Link to post
Share on other sites

Sempre pensato che sia da eliminare il quorum e al contempo raddoppiare le firme da raccogliere.

 

Così eviteremmo un sacco di polemiche, perdite di tempo e di soldi.

Per le perdite di soldi sarebbe bastato che il Governo fissare la data del referendum lo stesso giorno delle amministrative: chissà mai perché non lo ha fatto... Mah... :asd
Link to post
Share on other sites

Visto che sei qurllo delle sentenze Papero, leggiti quella appena compilata dal Tar del Lazio che ha respinto il ricorso dei Radicali riguardo l'accorpamento:

 

Per il Tar "non appaiono ravvisabili elementi sufficienti a rivelare l'irragionevolezza e/o illogicità della scelta della data del 17 aprile 2016". Nelle ordinanze è stato specificato che "il termine intercorrente tra la data di adozione del decreto e la data del voto referendario non appare inidonea a garantire una corretta informativa degli elettori e, ancora, rivelatore di una concreta ed effettiva violazione di 'standard internazionali' sottoscritti dall'Italia, di cui non può comunque sottacersi il carattere non vincolante; nessuna prescrizione di legge impone o

anche semplicemente rivela un orientamento di favore del legislatore per la concentrazione in una medesima data dell'espletamento delle consultazioni referendarie e delle operazioni elettorali amministrative, sempre che ovviamente ne sussistano le condizioni; e non può, peraltro, essere trascurato che l'Amministrazione ha rappresentato di aver già proceduto ad una serie di adempimenti, con la conseguenza che l'impiego di spesa ovvero gli esborsi su cui i ricorrenti avevano, tra l'altro, fondato la domanda cautelare è da considerare almeno in parte già avvenuto e, dunque, non altrimenti ovviabile".

Non mi risulta sia mai stato accorpato un referendum con le elezioni. Male, bene? Eliminiamo il quorum e il problema non si pone più.

Link to post
Share on other sites

e io che ho scritto?!? sarebbe bastato che il Governo...

il TAR si è espresso sulla "irragionevolezza e/o illogicità": ciò non toglie che il Governo, se avesse avuto veramente a cuore il portafoglio (dei cittadini), avrebbe accorpato le votazioni.

Link to post
Share on other sites

Non seguo questo topic da mesi e mesi....non avrebbe senso venire a scrivere sempre e solo renzi suca, ormai non ho più altra argomentazione, quindi evito.

Oggi però ho votato, abbiamo votato tutta la famiglia, TUTTI. Non basterà, massimo ci sarà il 35% di votanti, ma io ho fatto il mio dovere contro il regime.

 

 

 

renzi suca

Link to post
Share on other sites
Guest Nigma

Di fronte ad una parola - "regime" - usata completamente a caso, alzo le mani e vado a pranzo. 

Quanto al referendum, ne ho lette e sentite di ogni, discutendone anche ieri sera in prima persona. Il comune denominatore? Nessuno conosceva il quesito referendario.

Link to post
Share on other sites

Di fronte ad una parola - "regime" - usata completamente a caso, alzo le mani e vado a pranzo.

 

Quanto al referendum, ne ho lette e sentite di ogni, discutendone anche ieri sera in prima persona. Il comune denominatore? Nessuno conosceva il quesito referendario.

Forse perché invece di spingere per fare trasmissioni in cui si parlava del quesito il governo ha spinto per non andare a votare? Chi lo sa.

Link to post
Share on other sites
Guest Nigma

Forse perché invece di spingere per fare trasmissioni in cui si parlava del quesito il governo ha spinto per non andare a votare? Chi lo sa.

 

Ci si può informare autonomamente, le fonti sono molteplici, ma ahimè la materia è talmente tecnica da essere pressoché intrattabile in sede di dibattito fra persone comuni, mediamente colte o di medie facoltà intellettive. 

 

Eppure, tranne un paio di gradevoli eccezioni, ho potuto sperimentare personalmente che il SI' o NO travalica l'argomento discusso (ribadisco: pressoché ignoto ai più proprio nella sua stessa domanda) e si trasforma in un pro-Renzi o contro-Renzi. Alla fine, come sempre, in Italia è tifoseria. 

 

In passato mi chiedevo se fosse una questione di volontà o un problema di strumenti: più invecchio più mi rendo conto che è la seconda. 

Link to post
Share on other sites

Che vuol dire? 

È un tuo dovere in quanto cittadino conoscere che cosa propone il referendum che dovresti votare.

 

Se il governo o i media non ti forniscono le informazioni resti ignorante?

Link to post
Share on other sites

Che vuol dire?

È un tuo dovere in quanto cittadino conoscere che cosa propone il referendum che dovresti votare.

 

Se il governo o i media non ti forniscono le informazioni resti ignorante?

Nel mondo delle favole tutti i cittadini sono istruiti e consapevoli del fatto che non ci si debba fermare a quello che ci dicono in TV.

 

Nel mondo reale ci sono tantissime persone mediamente ignoranti o che semplicemente a causa del tempo in cui viviamo si fidano di quello che passa la TV.

 

Quindi se in TV non fanno un servizio in croce che spieghi bene le ragioni del referendum, del si o del no è palese che si avrà una grande parte dell'opinione pubblica che non sa manco per cosa si stia votando.

 

Quindi se vogliamo dare la colpa al cittadino per la sua ignoranza ok, io preferisco darla a chi ha il compito di rendere il meno ignorante possibile il popolo che rappresenta.

 

Siamo una società inclusiva e se una persona è ignorante, meno intelligente o meno propensa a sfogliare un giornale è compito della politica far si che possa capire anche lui che cosa si sta decidendo nel paese.

Link to post
Share on other sites

Nel mondo reale ci sono tantissime persone mediamente ignoranti o che semplicemente a causa del tempo in cui viviamo si fidano di quello che passa la TV il blogghe

Link to post
Share on other sites

Nel mondo delle favole tutti i cittadini sono istruiti e consapevoli del fatto che non ci si debba fermare a quello che ci dicono in TV.

 

Nel mondo reale ci sono tantissime persone mediamente ignoranti o che semplicemente a causa del tempo in cui viviamo si fidano di quello che passa la TV.

 

Quindi se in TV non fanno un servizio in croce che spieghi bene le ragioni del referendum, del si o del no è palese che si avrà una grande parte dell'opinione pubblica che non sa manco per cosa si stia votando.

 

Quindi se vogliamo dare la colpa al cittadino per la sua ignoranza ok, io preferisco darla a chi ha il compito di rendere il meno ignorante possibile il popolo che rappresenta.

 

Siamo una società inclusiva e se una persona è ignorante, meno intelligente o meno propensa a sfogliare un giornale è compito della politica far si che possa capire anche lui che cosa si sta decidendo nel paese.

 

Esordisci con "nel mondo delle favole tutti i cittadini..." e poi colpevolizzi il governo perché è il suo compito renderti meno ignorante.

No. Nel mondo delle favole l'apparato governativo di un paese si occupa dell'intelligenza dei propri cittadini ma nel mondo reale non rientra neanche nei primi 10 incarichi di un Governo.

L'unico motivo per cui esiste l'istruzione pubblica è perché l'ignoranza rappresenterebbe un costo nelle casse dello Stato molto più grande, perché una popolazione con capacità diverse garantisce un ritorno economico futuro maggiore. 

 

Nell'epoca della pluralità d'informazione, di Internet e dei nuovi mezzi di comunicazione, l'ignoranza è una scelta, non è più una medicina che ti viene calata dall'alto dai Poteri Oscuri perché lo Stato ti vuole "intelligente abbastanza da far funzionare un macchinario e compilare le scartoffie e scemo abbastanza per accettare passivamente il vertiginoso calo della qualità della vita".

Link to post
Share on other sites

Però servizi e pubblicità Mediaset ne ha fatta... per capire di che si tratta basta e avanza pure, e non mi venite a dire che la gente non guarda la TV. La verità è che, come dice Nigma, al cittadino non frega niente, lui legge chi coinvolge e si schiera pro/contro come allo stadio.

Link to post
Share on other sites

I guelfi e i ghibellini ce li abbiamo ancora nel DNA, purtroppo. 

 

Se non scientificamente parlando, sicuramente a livello culturale.

Link to post
Share on other sites

Esordisci con "nel mondo delle favole tutti i cittadini..." e poi colpevolizzi il governo perché è il suo compito renderti meno ignorante.

No. Nel mondo delle favole l'apparato governativo di un paese si occupa dell'intelligenza dei propri cittadini ma nel mondo reale non rientra neanche nei primi 10 incarichi di un Governo.

L'unico motivo per cui esiste l'istruzione pubblica è perché l'ignoranza rappresenterebbe un costo nelle casse dello Stato molto più grande, perché una popolazione con capacità diverse garantisce un ritorno economico futuro maggiore.

 

Nell'epoca della pluralità d'informazione, di Internet e dei nuovi mezzi di comunicazione, l'ignoranza è una scelta, non è più una medicina che ti viene calata dall'alto dai Poteri Oscuri perché lo Stato ti vuole "intelligente abbastanza da far funzionare un macchinario e compilare le scartoffie e scemo abbastanza per accettare passivamente il vertiginoso calo della qualità della vita".

Intanto me la prendo con il governo perché commette un reato, in primis.

 

In secundis vallo a dire a tutti i milioni di pensionati che scambiano la scritta Pc con Wc che è una scelta essere ignoranti e non andarsi ad informare su internet lasciando perdere la TV.

 

Ma che discorsi fai?

 

C'è un referendum? in tutti i paesi del mondo ci sarebbero stati decine e decine di dibattiti in prima serata per spiegare ai cittadini cosa diavolo stesse succedendo.

 

Da noi il presidente del consiglio e l'ex presidente della Repubblica nonché secretatore di documenti, liquidano la cosa con "non andate a votare" (commettendo un reato) e nessuna rete pubblica-filogovernativa si preoccupa di fare informazione.

 

Per me siamo alla follia.

 

Allora facciamo che nessuno spiega più niente, niente più dibattiti, niente più professori in TV,niente più economisti, ma neanche medici e divulgatori...tanto tutti siamo in grado di andarci ad informare autonomamente.

 

Ma di grazia, ti rendi conto di cosa dici?

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.