Jump to content

Welcome to our site

Take a moment to join us, we are waiting for you.

COOPapERino21

Wilde4Soccer

Recommended Posts

Se unissero Loz e Master in un solo essere uscirebbe forse uno juventino obiettivo ed equilibrato, per quanto possibile... :siciao:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Messi che vince il sesto pallone d'oro. Chiedo a chi ha seguito più del sottoscritto l'annata calcistica 2019 se sia meritato(premiare un giocatore del Liverpool campione d'Europa?).

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minutes ago, Bistecca said:

Messi che vince il sesto pallone d'oro. Chiedo a chi ha seguito più del sottoscritto l'annata calcistica 2019 se sia meritato(premiare un giocatore del Liverpool campione d'Europa?).

Ho seguito la stagione scorsa il giusto ed onestamente non credo che sia stato un risultato molto giusto.

Premettendo che Leo Messi è il giocatore più forte al mondo ed anche questa stagione sta mostrando quanto può essere dominante, credo che il Pallone d'Oro debba andare al miglior giocatore su singola stagione ed effettivamente lo scorso anno ci sono stati giocatori più decisivi dell'argentino. Era giusto andasse ad un giocatore del Liverpool tra Salah e Virgil, secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, Bistecca said:

Messi che vince il sesto pallone d'oro. Chiedo a chi ha seguito più del sottoscritto l'annata calcistica 2019 se sia meritato(premiare un giocatore del Liverpool campione d'Europa?).

per quello che ha espresso sul campo per me meritatissimo, tra le sue 3-4 migliori annate senza dubbio, poi se bisogna darlo per principio a chi vince la champions è un altro discorso ma avere tanti candidati forti avrà generato uno split che ha sfavorito VVD. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solita vergogna il pallone d'oro. Cambiano le "regole" come più gli gira.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No ma il fatto che Messi stia di nuovo giocando da numero 1 penso non sia in discussione, anche le medie gol/assist sono tornate quelle dei suoi anni migliori. Il punto è che a maggior ragione non capisco perché lo scorso anno non lo abbiano dato a CR7 che con lo stesso status dell'attuale Messi aveva pure vinto una Champions al solito da grande protagonista pur non andando a referto in semifinale e finale.

Capire il loro metro di valutazione è alquanto complicato, per dire l'mvp che assegnano in Nba bene o male mi è sembrato molto più coerente negli anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il metro di valutazione non è semplicemente dato dal voto dei giornalisti che hanno il diritto di voto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il pallone d'oro doveva essere di Van Dijk o di Alisson quest'anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque CR7 l'ha presa bene. 

L'ho visto molto felice e rilassato al Gran Galà del Calcio(pessima la scelta di farlo la stessa sera del Pallone d'Oro..)....🤣🤣🤣🤣🤣

Comunque sono 6 per il Goat 🐏😍

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minutes ago, Kobe N1 said:

Comunque CR7 l'ha presa bene. 

L'ho visto molto felice e rilassato al Gran Galà del Calcio(pessima la scelta di farlo la stessa sera del Pallone d'Oro..)....🤣🤣🤣🤣🤣

Comunque sono 6 per il Goat 🐏😍

Solita checca isterica quando non vince.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, Heze said:

Il pallone d'oro doveva essere di Van Dijk o di Alisson quest'anno.

Alisson anche solo per la parata su Milik che gli permette il passaggio del girone. Sliding doors, che ci vanno nel c**o ovviamente.

:asd 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quote

La famiglia Agnelli-Elkann ha deciso di ributtarsi a tempo pieno nell’editoria, in un’ottica di differenziazione del business e di aderenza alla tradizione. Dai tempi della prima proprietà Fiat de La Stampa alla partecipazione in RCS, la celebre famiglia ha sempre voluto partecipare alla vita editoriale italiana, senza aver mai il timore di creare conflitti d’interesse. La maxi offerta di Exor a Cir, l’azienda che gestisce il gruppo editoriale GEDI, porterà gli Elkann a controllarne quasi la metà delle azioni. GEDI ha sotto la sua ala quotidiani come La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, riviste come L’Espresso, Limes e National Geographic, radio (DeeJay, Capital, m2o) e siti come HuffPost italia e Business Insider Italia.

:saswhat:

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 hours ago, BlackSoul said:

Se unissero Loz e Master in un solo essere uscirebbe forse uno juventino obiettivo ed equilibrato, per quanto possibile... :siciao:

guarda, io penso di essere obiettivo ed equilibrato. il problema è che la maggior parte delle persone pensa che "obiettivo e equilibrato" sia sinonimo di uno che critica e dice peste e corna della stessa squadra per cui tifa. io infatti ho sempre rivendicato l'assurdità di gettare addosso le palate di palta che vedo quotidianamente spalate su dirigenza, allenatore e squadra che da 8 anni massacra ogni rivale in Italia, che incrementa il fatturato a grande velocità, che, partita ad handicap, si avvicina alle più grandi del mondo sia in termini di risultati sportivi che di visibilità che di espansione delle attività.

poi, le critiche sono sacrosante e inevitabili e ci stanno, peccato che a volte siano spropositate (ho letto critiche a CR7 per la partita col Sassuolo, per me una delle sue migliori della stagione, infatti anche le statistiche dicono che ha prodotto un volume di tiri, passaggi chiave, expected goal e coinvolgimento generale che non si era ancora visto)

io, ad esempio, penso che Sarri al momento non stia riuscendo a utilizzare nel modo migliore la rosa che ha a disposizione, a sfruttare al meglio le caratteristiche di tutti i suoi giocatori, che forse sia troppo preoccupato di equilibrare i minutaggi e star coperto invece che creare il volume e la qualità di gioco necessari. penso che se hai a disposizione Dybala, Ronaldo, Higuain, Cuadrado, Costa, Rabiot e Ramsey devi provare a schierarli tutti: ci devi provare, magari chiedendo quei sacrifici che alcuni allenatori hanno chiesto ad alcuni grandi giocatori, ottenendoli, perché se poi in campo ci vanno tutti e tre i Bentancur, Matuidi e Bernardeschi, poi è quasi ovvio che a un certo punto dovrai ricorrere alla panchina e mettere dentro i migliori che hai lasciato fuori e sperare che te la risolvano (vedi Juve-Milan, per dirne una). che poi io sono un fan di quei 3, ne riconosco il valore...

poi penso che sostanzialmente ha "allenato" per un mese e mezzo, che ha fuori il capitano, che ha potuto schierare Costa per 3 partite da titolare, idem Rabiot, idem Ramsey, che ha avuto De Sciglio fuori per 7-8 partite, che nel frattempo ha adattato Cuadrado, che ha chiesto ai giocatori un cambio di mentalità enorme (sentite le parole di Chiellini di ieri) e in qualche modo, probabilmente, ha dovuto tenere conto e assecondare tante diverse pulsioni e pressioni, interne ed esterne.
e, in tutto questo, allena una squadra imbattuta - unica in Europa - con la miglior difesa. già sicura del passaggio agli ottavi.

le critiche ci stanno, ma equilibrate

dal punto di vista finanziario, non sono molto stupito dell'uscita sul bilancio: se non sei in difficoltà non chiedi una ricapitalizzazione. quei soldi portano alla creazione di 322 milioni di azioni vendute (a sconto) come opzione per i soci attuali e la vendita è in ogni caso garantita, sia da Exor che dal consorzio bancario di garanzia (che non credo sia composto da stupidi convinti di perdere soldi). non vedo difficoltà. certamente si sarebbe dovuto vendere qualche giocatore in più e il mercato in uscita è stato gestito in modo non impeccabile (ma certo non credo che l'obiettivo fosse raggiungere 300 milioni così), ma qui e altrove leggo di improvvisazione al comando, Paratici chiamato "lo stagista di Marotta" dagli stessi tifosi. robe illeggibili e del tutto assurde. se essere "obiettivo ed equilibrato" vuol dire scrivere queste cose, allora mi va bene essere considerato "partigiano"

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, Loz said:

guarda, io penso di essere obiettivo ed equilibrato. il problema è che la maggior parte delle persone pensa che "obiettivo e equilibrato" sia sinonimo di uno che critica e dice peste e corna della stessa squadra per cui tifa. io infatti ho sempre rivendicato l'assurdità di gettare addosso le palate di palta che vedo quotidianamente spalate su dirigenza, allenatore e squadra che da 8 anni massacra ogni rivale in Italia, che incrementa il fatturato a grande velocità, che, partita ad handicap, si avvicina alle più grandi del mondo sia in termini di risultati sportivi che di visibilità che di espansione delle attività.

poi, le critiche sono sacrosante e inevitabili e ci stanno, peccato che a volte siano spropositate (ho letto critiche a CR7 per la partita col Sassuolo, per me una delle sue migliori della stagione, infatti anche le statistiche dicono che ha prodotto un volume di tiri, passaggi chiave, expected goal e coinvolgimento generale che non si era ancora visto)

io, ad esempio, penso che Sarri al momento non stia riuscendo a utilizzare nel modo migliore la rosa che ha a disposizione, a sfruttare al meglio le caratteristiche di tutti i suoi giocatori, che forse sia troppo preoccupato di equilibrare i minutaggi e star coperto invece che creare il volume e la qualità di gioco necessari. penso che se hai a disposizione Dybala, Ronaldo, Higuain, Cuadrado, Costa, Rabiot e Ramsey devi provare a schierarli tutti: ci devi provare, magari chiedendo quei sacrifici che alcuni allenatori hanno chiesto ad alcuni grandi giocatori, ottenendoli, perché se poi in campo ci vanno tutti e tre i Bentancur, Matuidi e Bernardeschi, poi è quasi ovvio che a un certo punto dovrai ricorrere alla panchina e mettere dentro i migliori che hai lasciato fuori e sperare che te la risolvano (vedi Juve-Milan, per dirne una). che poi io sono un fan di quei 3, ne riconosco il valore...

poi penso che sostanzialmente ha "allenato" per un mese e mezzo, che ha fuori il capitano, che ha potuto schierare Costa per 3 partite da titolare, idem Rabiot, idem Ramsey, che ha avuto De Sciglio fuori per 7-8 partite, che nel frattempo ha adattato Cuadrado, che ha chiesto ai giocatori un cambio di mentalità enorme (sentite le parole di Chiellini di ieri) e in qualche modo, probabilmente, ha dovuto tenere conto e assecondare tante diverse pulsioni e pressioni, interne ed esterne.
e, in tutto questo, allena una squadra imbattuta - unica in Europa - con la miglior difesa. già sicura del passaggio agli ottavi.

le critiche ci stanno, ma equilibrate

dal punto di vista finanziario, non sono molto stupito dell'uscita sul bilancio: se non sei in difficoltà non chiedi una ricapitalizzazione. quei soldi portano alla creazione di 322 milioni di azioni vendute (a sconto) come opzione per i soci attuali e la vendita è in ogni caso garantita, sia da Exor che dal consorzio bancario di garanzia (che non credo sia composto da stupidi convinti di perdere soldi). non vedo difficoltà. certamente si sarebbe dovuto vendere qualche giocatore in più e il mercato in uscita è stato gestito in modo non impeccabile (ma certo non credo che l'obiettivo fosse raggiungere 300 milioni così), ma qui e altrove leggo di improvvisazione al comando, Paratici chiamato "lo stagista di Marotta" dagli stessi tifosi. robe illeggibili e del tutto assurde. se essere "obiettivo ed equilibrato" vuol dire scrivere queste cose, allora mi va bene essere considerato "partigiano"

per otto anni hai massacrato squadre e società finite come inter e Milan,ora che hai ritrovato un avversari come si deve(Antonio e marmotta) rischi seriamente.due anni fa poi non hai massacrato proprio nessuno ma hai derubato uno scudetto che strameritava il Napoli 

  • Thanks 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

e ricordati che il tuo ciclo italiano nasce col peccato originale del gol di muntari,dopo quell'anno il Milan e' morto e l'Inter ha vivacchiato tra Fair play finanziario e cessioni societarie...

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quote

Rihanna, Mitchell, Mika: la social Juve vola tra le stelle

La Signora strega le star. Con CR7 è boom su Instagram e nei ricavi

Rihanna allo Stadium con il 20 di Marko Pjaca. Donovan Mitchell, probabilmente il miglior giocatore degli Stati Uniti al Mondiale di basket 2019, in maglia Juve. Mika con una #18 personalizzata. Un tris di deejay come Bob Sinclair, Steve Aoki e Martin Garrix, uno vicino all’altro in bianconero sull’account Instagram Live Ahead, dove il club celebra (anche) il suo legame con lo show business. Il trend è evidente: sempre più personaggi famosi si legano alla Juventus. Una star planetaria come Drake, rapper canadese, nel 2016 si fece fotografare con la maglia rosa della Juve e da quell’immagine è passato del tempo. Era un’eccezione, sta diventando un’abitudine.

IMPATTO SOCIAL

La Juve nell’ultimo anno e mezzo ha fatto un salto di qualità mondiale, anche se in Italia ce ne accorgiamo solo parzialmente. Nel luglio 2018, quando Ronaldo firmò un foglio bianconero, la Juventus aveva 10,4 milioni di follower su Instagram. A metà ottobre erano già 17 milioni, oggi sono 34: la Juve è tra i 100 account più seguiti al mondo, il terzo tra i club calcistici dopo Real e Barça, e viaggia ad altissima velocità, guadagnando circa 30.000 follower al giorno. Non ci sarebbe da stupirsi se presto diventasse l’account italiano numero 1 al mondo, scavalcando Gucci. Logico che, in tutto questo, Ronaldo sia decisivo: è la persona più seguita al mondo, il miglior testimonial possibile. La Juve con lui piace a 40 milioni su Facebook e ha quasi 7,6 milioni di follower su Twitter.  

La questione è commerciale, più che di prestigio. La Juventus è partita dopo altri club italiani e ha lanciato la sua piattaforma digitale il 27 aprile 2011, due anni dopo il Milan, trovando subito seguito in nazioni come Indonesia, Stati Uniti, Emirati Arabi e Arabia Saudita. Quella Juve da settimo posto in A è diventata presto la prima squadra d’Italia, ma la crescita non si spiega solo con i risultati: ci sono un progetto e il lavoro quotidiano. «Si va verso un modello di disintermediazione – ha detto il presidente Agnelli nell’assemblea degli azionisti di ottobre -. Significa tornare a essere proprietari dei nostri contenuti e della nostra relazione con il consumatore finale, senza intermediari. Da questo punto di vista, l’attività del digital deve essere strategica e può diventare una “killer application”, solo però se si ha una dimensione globale. Quindi per noi è fondamentale mantenere tale dimensione, nell’attesa che vengano individuati gli strumenti capaci di farci fare un grande salto nei ricavi, attraverso le applicazioni digitali». «Abbiamo deciso con il nostro canale ufficiale di rivolgerci direttamente ai tifosi», ha confermato il Chief Revenue Officer Giorgio Ricci, dirigente responsabile dell’area ricavi.

LA CONTENT FACTORY

La Juventus insomma ha deciso di diventare una media company: l’idea è produrre i contenuti autonomamente, senza la tradizionale intermediazione di giornali e tv. Uno scenario che apre questioni sul futuro dell’informazione in bianconero. Kpmg calcola che negli ultimi tre mesi la Juve ha pubblicato 589 post su Facebook, 432 post su Instagram, 21.000 tweet e 1.200 video su YouTube. Lo sforzo si spiega da solo. Alla Continassa lavora una redazione – il termine tecnico è content factory, fabbrica di contenuti – di circa 20 persone, a cui si aggiungono i consulenti di agenzie esterne. Instagram Stories, video esclusivi, interviste, “dietro le quinte”, racconto delle gare, tutto per squadra maschile e femminile, con un account per le giovanili e una comunicazione articolata in italiano, inglese, arabo, spagnolo, portoghese, indonesiano e giapponese. Agnelli, sempre nell’assemblea del 24 ottobre 2019, ha parlato di 1,2 miliardi di interazioni al mese. L’attività con le celebrità quindi è solo un aspetto di una grande macchina. L’invito a Rihanna, arrivata da Londra con un aereo privato e ripartita dopo la partita, è piuttosto episodico - il fratello, tifoso bianconero, è stato un “gancio” naturale – ma i rapporti con i personaggi famosi sono tenuti con regolarità e il museo della Juve ospita un’area dedicata a loro.

PROGETTI 2019

Le ultime iniziative sono esemplari per spiegare come la Juve lavori per legarsi ai suoi tifosi, stimati in 423 milioni. L’apertura di una sede a Hong Kong è un segnale per tutto l’Oriente e la collaborazione con Palace per il design della quarta maglia (e non solo) è studiata per attrarre i giovanissimi, la Generazione Z. Venerdì è stata lanciata “Christmash-up”, la campagna per Natale che celebra le differenze («Non è più una questione di bianco e nero, siamo tutti noi», ha scritto la Juve), una ideale prosecuzione di “Level Up Your Christmas”, progetto per il Natale 2018 che il club considera uno dei maggiori successi di comunicazione assieme a #getready, l’hashtag lanciato per lanciare la rimonta nell’ottavo con l’Atletico. Operazioni sempre più frequenti, settimanali, quasi quotidiane. Martedì la Juve ha scritto ai fan per chiedere di scegliere la musica da far suonare allo Stadium dopo i gol: quattro canzoni in corsa e votazione a pagamento. Fidelizzare e guadagnare, sembra un esempio perfetto.

 

:sasfail:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh, fate pure quella faccia, ma le cose si fanno così...

poi tutti a scandalizzarsi per l'influencer che dice che per 80k manco si alza dal letto (frase, tra l'altro, estrapolata a casaccio) ma i quattrini si fanno così, e anche da lì passano gli accordi con Coca Cola, Bud, i rinnovi con LingLong e Adidas...

in ogni caso: non è vero che la votazione per la canzone dopo il gol è a pagamento (si accumulano i token giocando sul sito di Socios, è una roba tipo Pokemon Go, anche se si possono pagare, in ogni caso Socios è usato anche dalla Roma, dal PSG, dall'Atletico, dal West Ham e Galatasaray) e certamente non sono stati fatti "21.000 tweet e 1.200 video su YouTube" in 3 mesi...sono le cifre globali

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh ok che si fanno così, ma questo è uno degli ultimi step.

Rihanna tifa Juve perché la Juve ha giocato 2 finali di Champions ultimamente, non perché vince 8 scudetti consecutivi (o 9, ho perso pure il conto).
E la Juve in finale di Champions non ci va perché è brava nel marketing e nella comunicazione internazionale.

Una cosa che farei fossi nella Juve è cambiare un po' l'estetica delle maglie. Sarà che sono tifoso del Napoli e il bianconero mi causa uno strano prurito in tutte le parti del corpo, ma credo sia oggettivo che la maglia della Juve sia esteticamente tra le più brutte tra quelle ad alti livelli. Già prendi le maglie PSG targate Air Jordan: che spettacolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.