Jump to content

Welcome to LakersLand!

Registrati qui

COOPapERino21

Wilde4Soccer

Recommended Posts

9 hours ago, KB24 -Black Mamba- said:

Peccato si, tanta amarezza dopo una partita del genere.

La vittoria del Dortmund poi ci mette quasi fuori gioco anche se la prossima a San Siro è già decisiva.

Se continuiamo così, faremo strada.

In realtà, nel caso l'Inter facesse 4 punti nelle prossime due raggiungerebbe il BVB ed avrebbe il vantaggio negli scontri diretti.

Ieri sera l'Inter ha disputato un grandioso primo tempo in cui ha fatto quello che aveva pianificato: non ha concesso (praticamente) nulla ed ha creato 3/4 clamorose occasioni da gol.

Nella ripresa è calata di intensità ed il Barca è uscito con la qualità dei singoli (anche nei cambi) ed è stato salvato da due giocate straordinarie di Suarez: che Conte abbia portato a scuola Valverde mi pare pacifico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, Magic Luke said:

uno dei grandi misteri del calcio moderno é come Valverde sia ancora sulla panchina del Barcellona

Credo soprattutto per l'assenza di una valida alternativa.
Ci sono allenatori migliori di Valverde, ma con una mentalità di calcio piuttosto incompatibile con quella del Barça (penso ad Allegri, Marcelinho, Benitez).

L'allenatore migliore del post Pep l'avevano 'costruito' in casa ed era il buon Tito: secondo me con lui avrebbero stravinto ancora e soprattutto sarebbe rimasto su quella panchina per tanto e tanto tempo.

Sullo 0 a 0 di ieri in Belgio c'è ben poco da commentare: ci siamo divorati un quantitativo di gol disumano. Dei 3 pali giusto uno è sfiga, gli altri 2 sono gol mangiati da Milik. Tra l'altro ieri Ancelotti ha spedito Insigne in tribuna: per me c'è qualcosina sotto, perché non spedisci uno da € 4.5 mln netti l'anno in tribuna come se fosse uno Younes qualsiasi (altro giocatore sparito dai radar, tra l'altro).

A Napoli ci sono un po' situazioni ambigue: Milik che dovrebbe rinnovare il contratto ma tarda ad arrivare, Mertens e Callejon con un contratto in scadenza 2020 e nessun rumor di rinnovo, Insigne ora spedito in tribuna. Chissà..

Comunque la giornata di ieri ci hanno detto che il Salisburgo è una ca**o di squadra, purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 hours ago, big bonzo said:

mi da fastidio leggerti da milanista,pensa te se fossi stato interista...domenica la vinci e pure bene,ti aspetto qui per vedere cosa ti inventerai per giustificare la vittoria

Non ho idea di come finirà domenica, ma sono sicuro che lui spera in una sconfitta, vuoi mettere tifare la propria squadra quando puoi dire IO L'AVEVO DETTO :asd 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io davvero non riesco ad apprezzare partite come quella dell’Inter di ieri. 

Capisco che sia l’unico modo per tenere testa a una squadra oggettivamente superiore (lo è davvero?), ma difendere con la linea difensiva dentro l’area per 90 minuti e attaccare solo in ripartenza mi da il voltastomaco. La mia gioia a pensare che dopo 7 anni* di anticalcio abbiamo Sarri in panchina è indescrivibile. Vittorie del genere, a me, non trasmetterebbero nulla, figuriamoci sconfitte del genere.

Tra l’altro la partita è stata persa con i soliti cambi all’Italiana, Gagliardini e D’Ambrosio per Sanchez e Candreva pareggia i vari Barzagli e Mandzukic per Dybala e Morata.

*7 anni perchè fino alla svolta (ovviamente negativa) del 5-3-2, la Juve di Conte era uno spettacolo di calcio offensivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, Matteoberti said:

Io davvero non riesco ad apprezzare partite come quella dell’Inter di ieri. 

Capisco che sia l’unico modo per tenere testa a una squadra oggettivamente superiore (lo è davvero?), ma difendere con la linea difensiva dentro l’area per 90 minuti e attaccare solo in ripartenza mi da il voltastomaco. La mia gioia a pensare che dopo 7 anni* di anticalcio abbiamo Sarri in panchina è indescrivibile. Vittorie del genere, a me, non trasmetterebbero nulla, figuriamoci sconfitte del genere.

Tra l’altro la partita è stata persa con i soliti cambi all’Italiana, Gagliardini e D’Ambrosio per Sanchez e Candreva pareggia i vari Barzagli e Mandzukic per Dybala e Morata.

*7 anni perchè fino alla svolta (ovviamente negativa) del 5-3-2, la Juve di Conte era uno spettacolo di calcio offensivo.

Nel primo tempo di difensivo non c’era nulla, si difendeva in blocco centrale lasciando attaccare il Barcellona sugli esterni (loro punto debole) e si ripartiva in contropiede, ma ci sono state due/tre azioni partite dal portiere che ci hanno portato direttamente in porta.

Senza dimenticare che i cambi all’italiana erano gli unici disponibili in panchina.

Poi Barella, Sensi che vengono da realtà come Cagliari e Sassuolo...alla loro prima esperienza in Champions al Camp Nou non hanno sfigurato eccome.

Loro sono superiori, hanno più esperienza e hanno dei top players che ti possono svoltare la gara, dettagli fondamentali in Champions League e in queste partite.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa bella del calcio è nei post che avete scritto un po' tutti nelle ultime due pagine. Keitaro ha una visione pessimistica ma ben argomentata e plausibile. Allo stesso modo chi si è esaltato ieri dopo i primi 45' non può non aver ragione perché si è vista un Inter straordinaria. D'altro canto come si fa a dare torto a Matteo quando inquadra perfettamente che la bellezza dell'Inter di ieri non è altro che il catenaccio e contropiede di Nereo Rocco (con l'aggiunta dell'uscita da dietro palla a terra che il buon Nereo non faceva ancora). Alla fine chi avrà ragione lo dirà solo il campo ed ahimè i risultati. Se l'Inter esce dal girone (come mi faceva capire l'atteggiamento di Conte postpartita) è una sconfitta identica con o senza la bella figura. Quello che però mi sento di dire è che i giovani investimenti sembrano tutti buoni e questo è un punto di partenza centrale in un progetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minutes ago, KB24 -Black Mamba- said:

Nel primo tempo di difensivo non c’era nulla, si difendeva in blocco centrale lasciando attaccare il Barcellona sugli esterni (loro punto debole) e si ripartiva in contropiede, ma ci sono state due/tre azioni partite dal portiere che ci hanno portato direttamente in porta.

Esatto. Avete concesso al Barca quello che il Barca non voleva, ovvero andare sulle fasce laddove è più debole perché nessuno dei tre attaccanti è un'ala ed il terzino sinistro era un adattato (Semedo è destro e non è arrivato una volta sul fondo... anzi una volta c'è arrivato e col mancino l'ha passata al portiere invece di crossare).

Quindi la partita era stata impostata e condotta perfettamente al massimo delle possibilità dell'Inter (che non ha la rosa del Barca, magari @Matteoberti non se n'è avveduto): il primo tempo dei nerazzurri merita solo complimenti.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me le sconfitte a testa alta sono sempre stata una cazzata da giornale sportivo, però la sconfitta di ieri dell'Inter è veramente una di quelle che può dare una consapevolezza enorme alla squadra. I risultati in campionato danno tanta consapevolezza al gruppo, Conte è un motivatore e tattico eccellente: partite come quella di ieri vanno davvero al di la del risultato e possono cementificare delle convinzioni interne al gruppo, dare fiducia e determinazione per la gara di domenica sera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mai avuto niente contro l'Inter, ma da quando hanno messo il venditore di partite juventino in panca sono diventati la squadra odiata #2. Hanno superato persino Lazio e Hellas.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh già, il conto sta salendo, chi lo avrebbe mai detto...

Che poi mica si arriverà al pareggio di bilancio in un anno, da una quasi tripla cifra passiva.

O si svende tutto schierando i bambini o altre 2-3 tranche da 200 milioni totali di aumento capitale partono.

D'altronde sono qui per guadagnare da una rivendita 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andare al Camp Nou a giocarsela a viso aperto è un suicidio tattico visto tante volte in passato. Lasciare libero sfogo alle loro micidiali ripartenze è semplicemente da incoscienti. 

L'Inter di Mourinho restando con un baricentro basso buttò fuori una delle migliori versioni blaugrana che ai tempi sembrava invincibile. Anche il Chelsea di Di Matteo attuando una tattica iper difensiva riuscì a spuntarla, per non parlare della Juve di Allegri 2017 la quale a Torino lasciò a Messi e compagni il pallino del gioco(a dir poco sterile) massacrandoli nelle ripartenze.

Si fa di necessità virtù, per questo non sono assolutamente d'accordo con quanto scritto da Matteoberti. La priorità deve essere sempre il risultato, provare a giocare bene a calcio o renderlo più propositivo non significa necessariamente essere più efficaci, soprattutto contro determinate squadre. l'Atletico è stato etichettato per anni come l'anticalcio, eppure giocando in quel modo ha ottenuto risultati che la stragrande maggioranza dei top club europei si sognano in questo decennio, chiedere ad esempio al City di Guardiola macchina da gol inimitabile che però con lui al timone predicando calcio finora non è mai riuscito neanche a superare un quarto di finale di Champions.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, Bistecca said:

Andare al Camp Nou a giocarsela a viso aperto è un suicidio tattico visto tante volte in passato. Lasciare libero sfogo alle loro micidiali ripartenze è semplicemente da incoscienti. 

L'Inter di Mourinho restando con un baricentro basso buttò fuori una delle migliori versioni blaugrana che ai tempi sembrava invincibile. Anche il Chelsea di Di Matteo attuando una tattica iper difensiva riuscì a spuntarla, per non parlare della Juve di Allegri 2017 la quale a Torino lasciò a Messi e compagni il pallino del gioco(a dir poco sterile) massacrandoli nelle ripartenze.

Si fa di necessità virtù, per questo non sono assolutamente d'accordo con quanto scritto da Matteoberti. La priorità deve essere sempre il risultato, provare a giocare bene a calcio o renderlo più propositivo non significa necessariamente essere più efficaci, soprattutto contro determinate squadre. l'Atletico è stato etichettato per anni come l'anticalcio, eppure giocando in quel modo ha ottenuto risultati che la stragrande maggioranza dei top club europei si sognano in questo decennio, chiedere ad esempio al City di Guardiola macchina da gol inimitabile che però con lui al timone predicando calcio finora non è mai riuscito neanche a superare un quarto di finale di Champions.

 

Non è questione di essere d'accordo ma di gusti. l'Inter ha fatto quello che ha scritto Matteo che a te piace a lui no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kekko 

Ma chi ha parlato di gusti?

Chiaro che a ogni tifoso piacerebbe vedere vincere la propria squadra giocando anche un calcio offensivo. Il discorso è che certe volte le 2 cose non possono coincidere. Io non ho visto ieri la partita ma sono abbastanza convinto che se l'Inter fosse andata al Camp Nou con la presunzione di fare la partita non avrebbe fatto la bella figura che un po' tutti gli accreditano.

Hanno un allenatore che sa il fatto suo anche in contesti internazionali, basti pensare i grandi europei che fece fare ad una nazionale non certo irresistibile sul piano del talento puro. Agli spagnoli gli demmo una dura lezione proprio sfruttando una grande compatezza tra i reparti cercando di fargli male ogni volta che si provava a recuperare palla. Quando invece l'anno successivo nelle qualificazioni mondiali con Ventura li abbiamo affrontati con un modulo super offensivo(4-2-4) la lezione sono stati loro a darcela.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Barella-Brozovic-Sensi è un gran bel vedere :sbrilluccico

Per il resto perdere (seppur al Nou Camp contro il Barcellona di Messi) fa sempre male, a maggior ragione se -complice il passo falso iniziale con lo Sparta Praga- ciò comporta la quasi eliminazione nel gironcino Champions dopo solo 2 match.

Concordo però che trattasi di uno dei rari casi in cui una squadra puo' uscire addirittura rafforzata (nelle proprie convinzioni) da una sconfitta, sempre che i ragazzi -aiutati da Conte- riescano a far tesoro dell'esperienza maturata in quei 90 minuti, valorizzando ciò che ha funzionato (tantissimo, sia a livello di organizzazione di gioco/squadra, sia di prestazioni individuali) e correggendo gli aspetti in cui -a tratti- siamo mancati.  

Certo avrei gradito un atterraggio/rientro più soft in campionato, Inter-Juventus non è esattamente la partita che ti auguri di dover affrontare a sole 72 ore dalla trasferta al Nou Camp (a maggior ragione se la tua avversaria ha passeggiato in una simil-amichevole la sera prima): è vero che una vittoria domenica sera -o comunque una convincente prestazione contro l'undici bianconero- "cancellerebbe" tout court eventuali scorie post Champions ma è altrettanto vero che invece una sconfitta casalinga per mano di Ronaldo&Co sarebbe decisamente una badilata in faccia per i ragazzi e potrebbe minare le certezze e l'autostima che Conte è riuscito ad instillare in loro in questi primi (soli) 3 mesi di lavoro. 

O quantomeno rallentarne in modo significativo il processo di crescita intrapreso.

Francamente, potendo scegliere, avrei quindi preferito non correre il rischio ed affrontare domenica sera a San Siro compagini più abbordabili tipo il Bologna/Sassuolo/Genoa di turno a San Siro:ashamed0006:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, Mone 24 said:

A Napoli ci sono un po' situazioni ambigue: Milik che dovrebbe rinnovare il contratto ma tarda ad arrivare, Mertens e Callejon con un contratto in scadenza 2020 e nessun rumor di rinnovo, Insigne ora spedito in tribuna. Chissà..

leggevo che potrebbe esserci una certa dose di incazzatura da parte di Ancelotti (o della società) per Insigne che ha tenuto nascosto il problema fisico che l'ha fatto giocare solo 45 minuti - male - contro la Juve costringendo a un cambio. una sorta di dimostrazione di scarsa professionalità che non è andata giù e ha determinato le due esclusioni consecutive

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, Loz said:

leggevo che potrebbe esserci una certa dose di incazzatura da parte di Ancelotti (o della società) per Insigne che ha tenuto nascosto il problema fisico che l'ha fatto giocare solo 45 minuti - male - contro la Juve costringendo a un cambio. una sorta di dimostrazione di scarsa professionalità che non è andata giù e ha determinato le due esclusioni consecutive

Questa cosa pare sia vera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un abbraccio a Claudio Marchisio, che lascia il calcio
Capitano per troppo poco, per me uno degli juventini più perfetti per spirito, classe, serenità, attaccamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours ago, Mone 24 said:

Credo soprattutto per l'assenza di una valida alternativa.
Ci sono allenatori migliori di Valverde, ma con una mentalità di calcio piuttosto incompatibile con quella del Barça (penso ad Allegri, Marcelinho, Benitez).

L'allenatore migliore del post Pep l'avevano 'costruito' in casa ed era il buon Tito: secondo me con lui avrebbero stravinto ancora e soprattutto sarebbe rimasto su quella panchina per tanto e tanto tempo.

Sullo 0 a 0 di ieri in Belgio c'è ben poco da commentare: ci siamo divorati un quantitativo di gol disumano. Dei 3 pali giusto uno è sfiga, gli altri 2 sono gol mangiati da Milik. Tra l'altro ieri Ancelotti ha spedito Insigne in tribuna: per me c'è qualcosina sotto, perché non spedisci uno da € 4.5 mln netti l'anno in tribuna come se fosse uno Younes qualsiasi (altro giocatore sparito dai radar, tra l'altro).

A Napoli ci sono un po' situazioni ambigue: Milik che dovrebbe rinnovare il contratto ma tarda ad arrivare, Mertens e Callejon con un contratto in scadenza 2020 e nessun rumor di rinnovo, Insigne ora spedito in tribuna. Chissà..

Comunque la giornata di ieri ci hanno detto che il Salisburgo è una ca**o di squadra, purtroppo.

Si Bielsa e Benitez non possono stare nella stessa frase con Allegri. Che Allegri non sia una migliore alternativa a Valverde é tutto da vedere: alla juve ha fatto (quasi) sempre il massimo in rapporto alla rosa a disposizione. Nel 2015 e 2017 era inferiore alla avversaria in finale di Champions. Nel 2018 é andato fuori per un rigore di Ronaldo al Bernabeu a tempo scaduto. Il 2019 era un anno di fine ciclo e non ne trarrei conclusioni definitive sull'Allegri allenatore.

Ad esempio ti direi che da bianconero mi sentirei molto piú tranquillo con Allegri in panchina che con Sarri in vista della partita con l'Inter. Allegri ha sbagliato credo 1 o 2 big match in campionato nel suo ciclo juventino, Sarri 'e tutto da scoprire nel partire con una rosa da favorito.

Per il resto sul Napoli lascio a te la parola visto che non saprei cosa dire :asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 hours ago, Loz said:

leggevo che potrebbe esserci una certa dose di incazzatura da parte di Ancelotti (o della società) per Insigne che ha tenuto nascosto il problema fisico che l'ha fatto giocare solo 45 minuti - male - contro la Juve costringendo a un cambio. una sorta di dimostrazione di scarsa professionalità che non è andata giù e ha determinato le due esclusioni consecutive

Non so nulla a riguardo, sinceramente.
Non sarei sorpreso, nel caso.

 

8 hours ago, Magic Luke said:

Si Bielsa e Benitez non possono stare nella stessa frase con Allegri. Che Allegri non sia una migliore alternativa a Valverde é tutto da vedere: alla juve ha fatto (quasi) sempre il massimo in rapporto alla rosa a disposizione. Nel 2015 e 2017 era inferiore alla avversaria in finale di Champions. Nel 2018 é andato fuori per un rigore di Ronaldo al Bernabeu a tempo scaduto. Il 2019 era un anno di fine ciclo e non ne trarrei conclusioni definitive sull'Allegri allenatore.

Ad esempio ti direi che da bianconero mi sentirei molto piú tranquillo con Allegri in panchina che con Sarri in vista della partita con l'Inter. Allegri ha sbagliato credo 1 o 2 big match in campionato nel suo ciclo juventino, Sarri 'e tutto da scoprire nel partire con una rosa da favorito.

Per il resto sul Napoli lascio a te la parola visto che non saprei cosa dire :asd

Andre, chi ha parlato di Bielsa?

:ashamed0006:

Comunque ho scritto che Allegri, Marcelinho e Benitez sono un'alternativa migliore, ma per un motivo o per un altro è giusto che non stiano su quella panchina. Acciughina avrà anche ottenuto il massimo dal roster juventino, ma con la sua idea di calcio centra pochissimo con la cultura blaugrana di gioco.

Comunque Benitez ha vinto più di Allegri su campo internazionale.. Con squadre anche più scarse..

:asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, Dedo said:

Barella-Brozovic-Sensi

 

Mi aspetto un undici bianconero con un paio di cambi rispetto alla partita di martedì sera: Inter con Lukaku al posto di Sanchez? o sono previsti altri cambi rispetto a Barcellona?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.