Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Wilde4Soccer


Recommended Posts

2 hours ago, BlackSoul said:

Due turni a porte chiuse + uno senza il secondo anello verde. 

Migliaia di tifosi di Inter e di altre squadre che perderanno tantissimi soldi di biglietti, abbonamenti e aereo per colpa di qualche imbecille. 

Come al solito in questo paese regna incoerenza, pressappochismo e populismo, oltre che inettitudine. 

Grande Italia, finalmente debellato il razzismo. On to the next one. 

D’accordissimo

Link to post
Share on other sites
  • Replies 66.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Mone 24

    6236

  • COOPapERino21

    4488

  • Tony Brando

    3755

Top Posters In This Topic

Popular Posts

avete pensato anche a cosa sarebbe la nazionale dell'impero romano? 

No niente, figurati... Sono sicuro che l'improvvisa inversione a u su Morata sia del tutto scollegata dalla vicenda Suarez, che una mattina si è svegliato con addosso una sensazione di incomplete

Diego, Diego..... Diego Armando Maradona  che ricordi Padova, 36 anni, 2 mesi e circa 2 settimane fa, dialogo tra me (interista quindicenne) e mio padre (milanista tiepido): "papà, hai v

Posted Images

Io vado controcorrente.
Non capisco perché l’Inter, i suoi tifosi, abbonati e non, altri che magari avevano piacere di andare allo stadio, i giocatori che non hanno il sostegno dei tifosi debbano pagare le conseguenze di un gesto fatto da uno, dieci, cento o anche sessantacinquemila.
Niente squalificiche, niente sospensioni, roba che avvalora i gesti stessi di questi delinquenti.
Li prendi e li sbatti fuori. E se quello che fanno è contro la legge, li punisci.
Come si farebbe in un concerto, in una manifestazione in piazza, ovunque tranne allo stadio o nelle sue vicinanze quando c’è una partita.
Si può fare, basta volerlo e basta che le società smettano di essere succubi di uno stato di cose che ha un solo aggettivo: mafioso.

Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Loz said:

Io vado controcorrente.
Non capisco perché l’Inter, i suoi tifosi, abbonati e non, altri che magari avevano piacere di andare allo stadio, i giocatori che non hanno il sostegno dei tifosi debbano pagare le conseguenze di un gesto fatto da uno, dieci, cento o anche sessantacinquemila.
Niente squalificiche, niente sospensioni, roba che avvalora i gesti stessi di questi delinquenti.
Li prendi e li sbatti fuori. E se quello che fanno è contro la legge, li punisci.
Come si farebbe in un concerto, in una manifestazione in piazza, ovunque tranne allo stadio o nelle sue vicinanze quando c’è una partita.
Si può fare, basta volerlo e basta che le società smettano di essere succubi di uno stato di cose che ha un solo aggettivo: mafioso.

Il perché lo stadio debba sempre avere una sua legislazione non l'ho mai capito neanche io in effetti.

Da che mondo e mondo ognuno deve rispondere delle proprie azioni, punto.

Link to post
Share on other sites
Il calcio è uno sport marcio da far schifo, pazzesco.
E' incredibile quanto ci sia dietro sotto vari aspetti. Roba proprio da spingere i propri figli a non appassionarsi mai.


È marcio come ogni cosa dietro cui girano soldi. E dietro al calcio ne girano a miliardi, tanti che le briciole, le magliette, gli striscioni, le trasferte, generano parecchio.
E ovunque girino milioni di persone è un terreno di conquista per tanti mercati, anche politici, ma soprattutto economici, compreso lo spaccio, la ricettazione, ecc..
Il “panem et circenses” ha determinato da secoli un terreno franco (mi fa sorridere chi mette una barriera, come se prima ci fosse un’era migliore...il più giovane mette Sandri o Raciti o il ragazzino napoletano, i più anziani l’Heysel o altri episodi ancora precedenti, ma si può anche risalire a quando Octavius cavò un occhio a Caius al Colosseo...) ove lasciar sfogare gli istinti ma, ripeto, basta volerlo e la cosa può finire, soprattutto ora che le tecnologie lo permettono.
Basta volerlo, basta decidere che minacciare, estorcere, vendere roba illegale, insultare, menare, siano cose vietate allo stadio come sono vietate per strada, a teatro, in casa...

Non è questione di creare uno stato di polizia, solo di stringere un po’ i controlli, a partire dalla assegnazione degli spazi e dalla chiusura dei rubinetti delle società.

I bambini è giusto che si appassionino, lo sport, anche da spettatori, è bellissimo e non ha niente a che vedere con queste robe.
Link to post
Share on other sites
16 hours ago, Loz said:

Io vado controcorrente.
Non capisco perché l’Inter, i suoi tifosi, abbonati e non, altri che magari avevano piacere di andare allo stadio, i giocatori che non hanno il sostegno dei tifosi debbano pagare le conseguenze di un gesto fatto da uno, dieci, cento o anche sessantacinquemila.
Niente squalificiche, niente sospensioni, roba che avvalora i gesti stessi di questi delinquenti.
Li prendi e li sbatti fuori. E se quello che fanno è contro la legge, li punisci.
Come si farebbe in un concerto, in una manifestazione in piazza, ovunque tranne allo stadio o nelle sue vicinanze quando c’è una partita.
Si può fare, basta volerlo e basta che le società smettano di essere succubi di uno stato di cose che ha un solo aggettivo: mafioso.

Ma infatti, le squalifiche date contro l’Inter sono stupide perché basta prendere con le telecamere i cretini che fanno queste cose e allontanarli a vita dallo stadio come hanno fatto in Inghilterra con il caso Sterling.

Porte chiuse, curva fuori e altro sono tutte cazzate che non portano a niente.

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Loz said:

 


È marcio come ogni cosa dietro cui girano soldi. E dietro al calcio ne girano a miliardi, tanti che le briciole, le magliette, gli striscioni, le trasferte, generano parecchio.
E ovunque girino milioni di persone è un terreno di conquista per tanti mercati, anche politici, ma soprattutto economici, compreso lo spaccio, la ricettazione, ecc..
Il “panem et circenses” ha determinato da secoli un terreno franco (mi fa sorridere chi mette una barriera, come se prima ci fosse un’era migliore...il più giovane mette Sandri o Raciti o il ragazzino napoletano, i più anziani l’Heysel o altri episodi ancora precedenti, ma si può anche risalire a quando Octavius cavò un occhio a Caius al Colosseo...) ove lasciar sfogare gli istinti ma, ripeto, basta volerlo e la cosa può finire, soprattutto ora che le tecnologie lo permettono.
Basta volerlo, basta decidere che minacciare, estorcere, vendere roba illegale, insultare, menare, siano cose vietate allo stadio come sono vietate per strada, a teatro, in casa...

Non è questione di creare uno stato di polizia, solo di stringere un po’ i controlli, a partire dalla assegnazione degli spazi e dalla chiusura dei rubinetti delle società.

I bambini è giusto che si appassionino, lo sport, anche da spettatori, è bellissimo e non ha niente a che vedere con queste robe.

 

Sono d'accordo, ma sappiamo che non cambierà mai nulla. Perciò credo che è destinato a rimanere marcio 'sto sport.

Link to post
Share on other sites
Sta passando tra le vostre parole un'inesattezza. Non erano pochi a fare bu. Erano proprio molti. 


E quindi?
Io ho proprio scritto che possono anche essere 65.000, vuol dire che devi fermare 65.000 persone, non lo stadio, l’inter o il campionato.
Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, kekko110780 said:

Loz ho letto che in molti hanno sottolineato che per colpa di pochi pagano gli altri. Mio cugino era in tribuna e mi ha detto che padri e figli urlavano buuu. Tutto qua

Io continuo a non capire una cosa... 

In tutti gli stadi, in tutte le partite, i tifosi fanno Buuuu. Lo sapete vero? O pensate che quando CR7 o Matuidi o Costa o Dybala, prendono palla, scroscino applausi? 

Perché ci si stupisce così tanto questa volta? 

Link to post
Share on other sites

Comunque distinguerei i buhh classici riservati alle stelle di una squadra avversaria (assieme ai fischi) dai classici "uh uh uh" tipici dei cori razzisti.. si tratta di una sottigliezza, ma attenzione a non banalizzare il discorso

 

Per il resto in questi giorni è partito un dibattito ridicolo, nel quale nessuno ha il coraggio di sottolineare la componente più importante, e cioè il radicamento di gruppi fascisti o neonazisti nelle curve italiane. Perché come me ne sono accorto io, immagino che ai giornalisti non sia sfuggito che l'ultrà morto era tra i leader di un gruppo chiamato blood and honour, un chiaro riferimento alla gioventù hitleriana.  E il fenomeno non riguarda solo la curva dell'Inter.. Anzi. Lo stesso succede a Torino, Milano, Roma, Verona ecc. Le curve sono diventate, per l'estrema destra, luogo di enormi guadagni e reclutamento politico.. Andatevi a leggere qualcosa sul caso di Verona, che è forse il più eclatante.. Solo che qualche settimana fa un ministro era alla festa della curva (probabilmente per essere sicuro di qualche centinaia o migliaia di voti).. e le società non fanno nulla sul tema a volte per paura, a volte per altri motivi.

Il problema non è il razzismo negli stadi.. Il problema è il razzismo nella società e il modo in cui, in particolare negli stadi, certi gruppi abbiano trovato un modo per agire impuniti

Quindi se vogliamo parlare del problema degli stadi italiani, magari non guardiamo il dito che indica la luna, convinti che sia quello il problema.. gli inviti al Vesuvio, per quanto fastidiosi, sono un dettaglio nel gigantesco problema che abbiamo negli stadi

Edited by jaco1991
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, kekko110780 said:

Se per voi gli uh uh uh ai giocatori di colore sono uguali ai bu a Cristiano Ronaldo alzo le mani. 

Sei tu che hai parlato di buuuu dalla tribuna... poi oh, io ho visto la partita con la telecronaca e gli effetti dello stadio molto bassi, quindi parlo per quello che ho sentito e letto in questi giorni. Ma se non ho dubbi del tipo di cori che provenivano dalla curva (della qualche ho scritto cosa penso), mi sembra quantomeno improbabile che 65.000 milanesi si siano impegnati ah fare uh uh uh uh a Koulibaly
Ribadisco comunque, il razzismo negli stadi è un sintomo, non è il problema

Edited by jaco1991
Link to post
Share on other sites

Direi che siamo davvero al ridicolo, squalifica grottesca... come al solito ci sono insulti migliori ed insulti peggiori... siamo un popolo di paraculi! Io non vado allo stadio perchè trovo odioso vedere una partita di calcio col sottofondo di insulti a chiunque si trovi lì, sia in campo che sugli spalti. Trovo patetico ricondurre ogni volta un insulto ad un giocatore di colore come fosse un problema di razzismo: il tifoso medio crede che innervosire gli avversari porti beneficio alla propria squadra e quello fanno. Ah, che io sappia le curve ultras chiaramente di estrema destra sono quelle di Lazio, Verona ed Inter... quella dell'Atalanta è tendenzialmente di estrema sinistra (tanto per fare un esempio di stadio con cori beceri "frutto di campanilismo" cit.)

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, kekko110780 said:

Se per voi gli uh uh uh ai giocatori di colore sono uguali ai bu a Cristiano Ronaldo alzo le mani. 

Pensavo di essere l'unico a fare questa distinzione, mi dai sollievo.

A Koulibaly non facevano buuu, facevano il verso delle scimmie. È tutt'altra cosa proprio. 

Se vado a teatro e a un attore faccio buuu esprimo disapprovazione, se vado a teatro e a un attore nero faccio "uh uh uh uh" imitando il verso del gorilla sono un razzista di merda. 

Edited by Nigma
Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Nigma said:

Pensavo di essere l'unico a fare questa distinzione, mi dai sollievo.

A Koulibaly non facevano buuu, facevano il verso delle scimmie. È tutt'altra cosa proprio. 

Se vado a teatro e a un attore faccio buuu esprimo disapprovazione, se vado a teatro e a un attore nero faccio "uh uh uh uh" imitando il verso del gorilla sono un razzista di merda. 

Pensavo fosse unanime questa posizione invece scopro che per alcuni è uguale. Come dire Milano in fiamme è uguale a lavali con il fuoco. C'è una differenza notevole ma chi non ci arriva non ci arriverà con le mie parole. Parla uno che se ne sbatte, per me possono dire tutto quello che vogliono sulla mia napoletanita', la considero una fortuna. 

Edited by kekko110780
Link to post
Share on other sites

Comunque inutile farci tante seghe: finché l'identificazione individuale non è possibile per assenza di telecamere, chiudere in massa settori e stadio è la sanzione più aggressiva e quindi corretta che ci sia.

Link to post
Share on other sites
40 minutes ago, kekko110780 said:

Pensavo fosse unanime questa posizione invece scopro che per alcuni è uguale. Come dire Milano in fiamme è uguale a lavali con il fuoco. C'è una differenza notevole ma chi non ci arriva non ci arriverà con le mie parole. Parla uno che se ne sbatte, per me possono dire tutto quello che vogliono sulla mia napoletanita', la considero una fortuna. 

L’unica differenza sta nel vittimismo di chi li riceve. 

Bergamasco contadino e Romano bastardo come li classifichiamo? Gravità da 1 a 10? Giusto per capire 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
L’unica differenza sta nel vittimismo di chi li riceve. 
Bergamasco contadino e Romano bastardo come li classifichiamo? Gravità da 1 a 10? Giusto per capire 

La lista sarebbe lunga, ma come al solito ci si fossilizza sul discorso colore della pelle... perché “nano di merda” ad insigne o mertens o giovinco sarebbe un insulto tale e quale (visto che i 3 ragazzi potrebbero aver sofferto questa cosa in giovane età), così come “frocio” al Ronaldo finto o “figlio di puttana” al materazzi di turno (che la mamma non l’aveva più). Poi siamo d’accordo che lo scimmiottare risulta molto più antipatico, ma solo per una questione sociale. Per chi li subisce un insulto vale l’altro, anzi magari sente di più il figlio di... ma non può essere strumentalizzato.
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.