Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Wilde4Soccer


Recommended Posts

Il problema di Asamoah alla Juve è che doveva fare cose che non erano nelle sue corde

Questo anche per dire che il "sistema" conta parecchio, e ciò che serve ad Allegri è diverso da ciò che serve a Spalletti. Per fare un altro esempio, ciò che serviva a Gasperini da Gagliardini è diverso da ciò che poi gli è stato chiesto da Pioli o Spalletti.

Asamoah è un giocatore con polmoni e discreta corsa, non gli va chiesta costruzione dal basso, non gli vanno chiesti troppi cambi di direzione (ha un ginocchio in disordine...corre bene ma deve andare sul binario, motivo anche per cui il suo ruolo è scivolato in fascia) né scambi frequenti con chi gli sta accanto sul suo lato, soprattutto se è Matuidi che è uno che non "pulisce" il pallone, anzi. 
Allegri ha bisogno di queste cose e Sandro le fa meglio, ma comunque Asamoah è uno che ha tecnica, anche nello stretto, corsa e pure un buon piede, anche su distanze medio-lunghe, oltre ad essere uno che segue meglio l'uomo in difesa (tipo Callejon nelle sfide della scorsa stagione)

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 67.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Mone 24

    6347

  • COOPapERino21

    4584

  • Tony Brando

    3780

Top Posters In This Topic

Popular Posts

No niente, figurati... Sono sicuro che l'improvvisa inversione a u su Morata sia del tutto scollegata dalla vicenda Suarez, che una mattina si è svegliato con addosso una sensazione di incomplete

avete pensato anche a cosa sarebbe la nazionale dell'impero romano? 

Diego, Diego..... Diego Armando Maradona  che ricordi Padova, 36 anni, 2 mesi e circa 2 settimane fa, dialogo tra me (interista quindicenne) e mio padre (milanista tiepido): "papà, hai v

Posted Images

Ma infatti non è mica una pippa e poi mai una parola fuori posto, persona evidentemente positiva. Come detto prima da alcuni di voi è stata una sufficiente/discreta alternativa nella sua carriera juventina, con momenti in cui si lasciava preferire ad un abulico - eufemismo - Alex Sandro. Ma fare dei buoni cross per un esterno, puro o diventato tale, deve essere condizione necessaria ed io ricordo parecchie maledizioni rivolte al povero ghanese. :asd

Link to post
Share on other sites

E' di oggi la notizia che nel ranking UEFA delle squadre di club, l'Italia ha passato l'Inghilterra ed è ora seconda dietro la Spagna (4° Germania, 5° Francia). Questo grazie all'avvio di stagione delle italiane in Europa, con 6 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta (Spagna: 5-1-2, Inghilterra 3-1-4).

La mia brevissima riflessione è sempre relativa al calcio inglese, che da diversi anni ha il campionato più ricco, e sempre più ricco, eppure non riesce a vincere in proporzione: in 6 anni una finale persa di CL (più 2 EL e una finale persa di EL), mentre negli 8 anni precedenti il palmares a ritroso di CL dice 1°, 2° , - , 2°, 1°, 2°, 2°, 1°.

E qual è una caratteristica comune a questi due cicli?
Gli attuali allenatori delle 4 squadre impegnate in CL sono 1 argentino (Pochettino), 1 tedesco (Klopp), 1 portoghese (Mourinho) e 1 spagnolo (Guardiola). Se guardiamo alla classifica attuale della Premier, nei primi 10 oltre a questi 4 troviamo 1 italiano (Sarri), 2 spagnoli (Emery e Gracia), 1 francese (Puel), 1 portoghese (Espirito Santo) e 1 solo inglese, Eddie Howe del Bournemouth...
E gli allenatori delle squadre che dominavano l'Europa tra il 2004 e il 2012? Nessuno di loro, ma proprio NESSUNO è nato in Inghilterra...Spagna (Benitez), Francia (Wenger), Scozia (Ferguson), Israele (Grant), Italia (Di Matteo)...
E chi ha vinto il campionato negli ultimi anni? Guardiola, Conte, Ranieri, Mourinho, Mancini...l'ultimo allenatore nato in Inghilterra a vincere il campionato è stato Howard Wilkinson, alla guida del Leeds nel lontanissimo 91/92!! Il miglior allenatore inglese l'anno scorso fu Graham Potter, allenatore dell'Ostersunds, squadra svedese eliminata ai sedicesimi di EL l'anno scorso.

Il calcio inglese non esprime nulla dal punto di vista tattico da decenni, forse dai tempi di Clough...se allarghiamo il campo all'intero UK, riusciamo a trovare Ferguson, ormai da tempo in pensione. Anche l'età è interessante. L'unico inglese (anzi, britannico) sotto i 45 anni in Premier è proprio Howe che sta facendo bene. Di giovani italiani sulle panchine di serie A, invece, ce ne sono parecchi. 

La mia è una riflessione, non contiene delle conclusioni. Anche oggi, come 10 anni fa, ci sono allenatori stranieri pazzeschi nelle squadre inglesi, forse il meglio che può sedere in panchina (Guardiola, Klopp, Sarri...), ma questo non basta. Manca un tema tattico complessivo? 

Lascio gli spunti e passo la palla

 

Link to post
Share on other sites

Piuttosto palese che la scuola di allenatori inglese sia un bel po' deficitaria.
Southgate non è malvagio, al Mondiale l'Inghilterra si è dimostrata una squadra molto organizzata. Howe gioca un calcio piacevole ed efficace, Dyche è un altro ottimo allenatore britannico. Ma oltre questi tre nomi è complesso trovarne altri di buon livello, non è un caso che le inglesi stiano guardando sempre più fuori i confini nazionali per decidere a chi affidare la guida della propria squadra.

Al contempo però questo non può essere un discorso di ridimensionamento degli allenatori non britannici?
Penso a Guardiola che spende i miliardi col City e non riesce nemmeno a portarlo in finale di Champions (vediamo quest'anno ma chissà..), ma anche all'Arsenal di Wenger, al Chelsea di Conte. E perché non metter dentro anche l'Everton di Koeman, che spese un sacco per poi farsi esonerare a metà stagione. Non voglio mettere il Manchester di Mourinho perché nonostante si lamenti solo del mercato spendendo centinaia di milioni, almeno una competizione europea l'ha vinta. E non metterei nemmeno il Tottenham di Pochettino, che non fa mercati ultra milionari ed è forse proprio quello che gli manca per fare lo step in avanti.

In Inghilterra sanno bene che di allenatori inglesi/britannici di livello non ce ne sono, ma non è che stiano raccogliendo chissà quanto nel dare tutto in mano ad italiani, tedeschi, spagnoli e portoghesi.

 

Link to post
Share on other sites

Ma infatti il tanto osannato "modello inglese" è uno dei più grandi bluff della storia del calcio.

Avranno anche gli stadi belli, avranno anche le aree antistanti e circostanti ad essi fornite di ogni tipo di servizio all'avanguardia, ma poi dentro questi stadi ci giocano squadre che vengono rumbate appena escono dai confini, salvo rarissime e sporadiche eccezioni. Poi per carità, rispetto a Ligue 1, Serie A, Bundesliga ed in parte Liga il bello della Premier è che ogni anno ai nastri di partenza del campionato ci siano 5-6 squadre con concrete possibilità di vincerlo, ma la mia domanda è: quale tra queste è davvero considerabile "una grande europea"?

Il Man City fino a 10 anni fa non era nessuno e comunque a livello internazionale non ha mai vinto niente, lo United si è accartocciato su se stesso da quando è andato via Sir Alex, l'Arsenal è una squadra che non vince mai per antonomasia, il Tottenham pure. Il Chelsea negli ultimi anni è diventato una realtà solida ma sempre meno luccicante col passare del tempo, e il Liverpool? Viene sempre venduto come la squadra più figa, tosta, cazzuta, arcigna del mondo, poi però vai a controllare e scopri che non vince una Premier da una vita e mezza. Soprassediamo poi sulla maniera in cui hanno vinto la loro ultima Champions perchè vabeh, non lo sanno nemmeno loro come sia successo.

La Nazionale? Per carità, buon mondiale spezzando le reni a Panama, Svezia e Colombia ai rigori, ma non chiedete loro di vincere...

Edited by Dandi
Link to post
Share on other sites
5 hours ago, BlackSoul said:

Asamoah a conti fatti penso sia il migliore dell'Inter di questi primi due mesi di stagione.

Anche io ero molto scettico su di lui, pensavo fosse sul bollito andante.

Per me De Vrij una spanna sopra a tutti, che giocatore a parametro zero...elegante e pulito negli interventi, con Skriniar è una coppia di centrali devastante.

Asamoah molto bene, peccato che abbia davanti un Perisic irriconoscibile, veramente è come giocare in uno in meno (proverei magari Keita al suo posto).

Purtroppo con uno più forte al posto di Vecino (bravino ma è  il punto debole del centrocampo a due) sarebbe stato un mercato perfetto.

Link to post
Share on other sites

Discorsi sul calcio inglese condivisibili. 

Comunque ottima giornata di Champions per le nostre non solo per i risultati ottenuti ma anche per le belle impressioni che hanno trasmesso. In questo momento positivo dispiace solo constatare quanti pochi italiani siano schierati nelle rispettive formazioni di ognuna. Solo in quest'ultima giornata di CL erano 9 su 44(3 Juve/3 Roma/ 2 Inter/ 1 Napoli). Purtroppo rispecchia la realtà del nostro movimento attuale. Piccolo esempio, nel 2003 quando ci fu la finale di Champions tra Milan e Juve nelle due formazioni che scesero in campo a Manchester gli italiani erano ben 12( 6 per parte).

Poi mi fa piacere che tra i nuovi protagonisti stiamo emergendo giocatori quali Bernardeschi o Pellegrini, però parliamo  sempre di casi piuttosto isolati.

Link to post
Share on other sites

Sono molto felice che sempre più persone si stiano accorgendo del bluff BPL, mia storica battaglia. 

Questa è altresì la conferma di come media e federazione britannica siano stati bravissimi a costruire e vendere il prodotto BPL nonostante l'assenza di contenuti.

Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, Nigma said:

Sono molto felice che sempre più persone si stiano accorgendo del bluff BPL, mia storica battaglia. 

Questa è altresì la conferma di come media e federazione britannica siano stati bravissimi a costruire e vendere il prodotto BPL nonostante l'assenza di contenuti.

I cattivi rendimenti europei (che poi in realtà sono in crescita, ma vabbè) non significano poi che il prodotto BPL sia privo di contenuti.
Il modello inglese è tale perché tramite la competitività del campionato, la bellezza delle strutture e una certa mentalità di gioco votata principalmente all'attacco (e quindi alla spettacolarizzazione dell'evento), sono riusciti a portare su cifre inimmaginabili per lo sport del calcio il fatturato della lega, i diritti TV e il numero di fans in giro per il mondo.

Il livello medio del loro campionato è più alto della media, questo non comporta poi che il picco massimo sia sufficientemente alto per alzare una Champions (lo è per alzare una Europa League, come 2 anni fa con Mourinho). 

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Dandi said:

Ma infatti il tanto osannato "modello inglese" è uno dei più grandi bluff della storia del calcio.

Avranno anche gli stadi belli, avranno anche le aree antistanti e circostanti ad essi fornite di ogni tipo di servizio all'avanguardia, ma poi dentro questi stadi ci giocano squadre che vengono rumbate appena escono dai confini, salvo rarissime e sporadiche eccezioni. Poi per carità, rispetto a Ligue 1, Serie A, Bundesliga ed in parte Liga il bello della Premier è che ogni anno ai nastri di partenza del campionato ci siano 5-6 squadre con concrete possibilità di vincerlo, ma la mia domanda è: quale tra queste è davvero considerabile "una grande europea"?

Il Man City fino a 10 anni fa non era nessuno e comunque a livello internazionale non ha mai vinto niente, lo United si è accartocciato su se stesso da quando è andato via Sir Alex, l'Arsenal è una squadra che non vince mai per antonomasia, il Tottenham pure. Il Chelsea negli ultimi anni è diventato una realtà solida ma sempre meno luccicante col passare del tempo, e il Liverpool? Viene sempre venduto come la squadra più figa, tosta, cazzuta, arcigna del mondo, poi però vai a controllare e scopri che non vince una Premier da una vita e mezza. Soprassediamo poi sulla maniera in cui hanno vinto la loro ultima Champions perchè vabeh, non lo sanno nemmeno loro come sia successo.

La Nazionale? Per carità, buon mondiale spezzando le reni a Panama, Svezia e Colombia ai rigori, ma non chiedete loro di vincere...

Bravo Dandi, il fantomatico modello inglese è -per dirla alla Fantozzi- una cagata pazzescaaaaaaaaaa

Puoi inventarti quel che vuoi, patinare il prodotto, aumentare il fatturato a dismisura e con ciò attrarre i migliori talenti al mondo (o quasi, dopotutto Messi e Ronaldo non mi pare giochino in Premier) ma se come dna nazionale (leggasi allenatori e giocatori) -pur continuando inspiegabilmente a considerarti e autodefinirti "i maestri del calcio"-  non vali veramente un caxxo, beh questi sono i risultati

Che poi a livello di club anche loro hanno avuto periodi storici e cicli particolarmente vincenti, è a livello di Nazionale che il mio discorso sul loro dna "tarato" trova la sua massima espressione, basti pensare alla assoluta assenza di risultati (il Mondiale del 66, millenovecentosessanatasei, 52 anni fa!!! ed il goal fantasma ai danni dei crucchi grida ancora vendetta) e di contro all'infinita serie di figure demmmmmmerda inanellate

ps sul grassetto: il Liverpool in realtà non ha MAI vinto una Premier

Edited by Dedo
Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, Dedo said:

ps sul grassetto: il Liverpool in realtà non ha MAI vinto una Premier

formalmente è vero, perché ha vinto nel '90 quando era ancora "Division One".

La Premier è stata dominata dal Man Utd (13 titoli in 21 anni) e comunque, a ben vedere, tolti gli exploit estemporanei di  Blackburn e Leicester, il titolo è sempre andato alle solite squadre: Utd (13), Chelsea (5), City (3), Arsenal (3).
Questo perché la retorica delle tante squadre sempre pronte a vincere magari non è del tutto vera...nell'era Ferguson lo Utd ha cannibalizzato, in questi ultimi anni, tolto il Leicester, hanno vinto 2 squadre: City e Chelsea...e quest'anno sembrano ancora loro 2 a giocarsela...

Link to post
Share on other sites

Gara di cui andrebbe salvato solo il risultato vista la prestazione complessiva della squadra nei 90 minuti. Solito decisivo Higuain anche se stavolta la partita l'hanno decisa i cambi con l'ingresso del duo Cutrone/Hakan, il primo si conferma rapace del gol mentre il secondo illumina con la sua visione assolutamente senza eguali all'interno di questa squadra,un Suso prenda esempio da lui quando si dice giocare a testa alta seguendo con gli occhi il movimento a smarcarsi dei compagni per essere poi serviti come in occasione del terzo gol.

A parte quei due+ Higuain davvero difficile salvarne altri. Zapata no comment, Bakayoko no comment, Castillejo come già detto può essere utile solo entrando a gara in corso quando gli spazi si aprono e le squadre sono più stanche perché ha gamba, al contrario con gli spazi più intasati emergono tutti i suoi limiti in termini di qualità e direi anche intelligenza tattica rapportata al ruolo.

Diciamo che una possibile alternativa al 4-3-3 potrebbe essere il modulo con le due punte(4-4-2 o 4-2-4) visto che la coppia Higuain-Cutrone come intravisto oggi può trovare il giusto affiatamento. Non scarterei neanche l'ipotesi di un 4-3-1-2 con Hakan trequartista, peccato che in un simile modulo verrebbe escluso un Suso, ossia un giocatore ritenuto intoccabile da Gattuso. Ma soprattutto come già detto ieri l'ipotesi due punte non puoi cavalcarla con continuità proprio perché in rosa hai solo quei due come centravanti.

Comunque squadra che in 8 gare ufficiali ha segnato 16 gol, paradossalmente abbiamo faticato più a trovare la via del gol contro le squadre più deboli fin qui affrontate . In generale la squadra ha più facilità a finalizzare rispetto allo scorso anno(ovviamente l'arrivo del Pipita incide eccome su questo) peccato però che non si riesca a valorizzare questa migliore efficienza sottoporta a causa delle tante troppe disattenzioni dietro. Certo la solidità difensiva non la trovi solo esclusivamente grazie all'organizzazione del reparto arretrato ma dipende dal lavoro di tutta la squadra, però allo stesso tempo molti dei gol fin qui subiti sono stati proprio propriziati da ingenuità dei singoli del reparto difensivo. 

Link to post
Share on other sites

I due tweet dell'account Juventus sulla situazione Ronaldo sono da brividi, una roba da licenziamento immediato per il SMM.
Anche se probabile che vengano dal team legale della società..

Sto leggendo un po' ovunque che gli sponsor (Nike, EA Sports, SaveTheChildren) si stanno iniziando a porre qualche domanda.
E c'è da dire che la storia deve ancora decollare..

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, MasterPower said:

Siamo proprio sfigati, son 9 anni che è successo, è alla juve da 3 mesi e salta fuori il caso.

Bha...

Gombloddo internazionale contro la Juve? I poteri forti non vogliono farvi vincere?

Link to post
Share on other sites
52 minutes ago, Heze said:

Gombloddo internazionale contro la Juve? I poteri forti non vogliono farvi vincere?

Ho parlato di sfiga/sfortuna, non mi pare di aver richiamato complotti o poteri forti...

 

Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Mone 24 said:

I due tweet dell'account Juventus sulla situazione Ronaldo sono da brividi, una roba da licenziamento immediato per il SMM.
Anche se probabile che vengano dal team legale della società..

Sto leggendo un po' ovunque che gli sponsor (Nike, EA Sports, SaveTheChildren) si stanno iniziando a porre qualche domanda.
E c'è da dire che la storia deve ancora decollare..

Ma infatti cacchio voglio dire? Cosa c'entra che è un professionista serio? 

Link to post
Share on other sites

Posto che inizio a pensare che a Madrid qualcosa sapevano, posto che se la Juve perde sportivamente Ronaldo non mi dispiace, devo dire che in queste storie non riesco a non stare dalla parte del famoso. Ok se ha stuprato ha sbagliato e quello che sapete ma a me una che si fa una serata con Ronaldo (che poi non è neanche Luca Fusi) si bacia in discoteca, si allontana con lui e poi viene probabilmente stuprata mi puzza proprio. Poi si è presa tanti soldi per non far uscire niente e dopo 10 anni si è ricordata dello stupro... Bah. Istintivamente come stavo con Kobe sto con Ronaldo. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Per me non esiste “stare con” e basta. 

Da quello che ho letto, lo stesso Ronaldo ha lasciato un testo scritto in cui ammette che lei ha detto più volte di no. E infatti c’è stato un accordo, piaccia o non piaccia l’idea di monetizzare e di ridurre un aspetto sociale (una persona ha fatto del male e un tribunale la giudica) a uno personale. 

Ma l’accordo c’è stato, 8 anni fa, e il nuovo avvocato della tizia ha già apertamente  detto di volere altri 200k. Magari invece gli avvocati di CR7 la distruggono per aver violato il NDA. 

La cosa risale all’estate del passaggio al Real e ho letto che all’indomani dell’uscita dell’accordo lui fece 7 gol in 2 partite...

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Loz said:

Per me non esiste “stare con” e basta. 

Da quello che ho letto, lo stesso Ronaldo ha lasciato un testo scritto in cui ammette che lei ha detto più volte di no. E infatti c’è stato un accordo, piaccia o non piaccia l’idea di monetizzare e di ridurre un aspetto sociale (una persona ha fatto del male e un tribunale la giudica) a uno personale. 

Ma l’accordo c’è stato, 8 anni fa, e il nuovo avvocato della tizia ha già apertamente  detto di volere altri 200k. Magari invece gli avvocati di CR7 la distruggono per aver violato il NDA. 

La cosa risale all’estate del passaggio al Real e ho letto che all’indomani dell’uscita dell’accordo lui fece 7 gol in 2 partite...

Io credo che il danno d'immagine sia molto grave, non più dell'effettivo atto di molestia sessuale (ovviamente se è avvenuta davvero); anche se la questione si conclude con il pagamento di 200k oppure con gli avvocati di CR7 che risolvono la questione, il fatto che siano uscite fuori certe notizie, immagini e la storia del contratto firmato da lei per stare zitta dopo conguaglio economico porteranno inevitabilmente la perdita di qualche sponsor e il calo dell'appeal del personaggio.

Poi come questo si riversi sulla Juve, non lo so. Certo, tra 'sta storia e quella di report che dovrebbe uscire in settimana, non è proprio un bel periodo, soprattutto per una squadra che sta cercando in tutti i modi di generare appeal al brand per partire con piani di aumento del fatturato su scala mondiale.

Comunque il fatto che sia uscito solo ora che è alla Juve potrebbe anche non essere inteso come sfiga o chissà cos'altro, potrebbe anche essere che Florentino Perez o chi per lui sapeva che stava per esplodere la bomba e se l'è tolto dai maroni per tempo (sicuramente aiuto dalle 4 Champions vinte in 5 anni, su cui il Real può campare per un paio d'anni).

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Miki93 said:

 

Questo è il fossato che divide gli spalti dalla pista d'atletica, usato spesso per il passaggio di persone dentro lo stadio (le ho viste spesso, anche se non so da dove si entra e dove porta).  Il San Paolo è uno stadio brutto, architettonicamente ha uno scheletro esterno che fa schifo, ma quando ci entro dentro ho sempre goosebumps. Forse perché amo questa squadra in maniera viscerale. Sta di fatto che un po' mi dispiace vedere la credibilità di cui gode in giro per il mondo, ma è giusto che sia così perché nel 2018 una struttura del genere è anacronistica e fuori dal mondo.

Quel che si dovrebbe fare è: buttare giù il San Paolo, costruire un nuovo stadio altrove. La zona di Fuorigrotta non è fatta per accogliere una struttura sportiva di queste dimensioni e non è fatta per una struttura che determina affluenze da 30k persone a salire.  

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.