Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Official topic: Ciclismo


Recommended Posts

Pensavo che Remco potesse dominare i prossimi 10 anni di ciclismo ma questo sloveno è oggettivamente un marziano. Cronometro spa-ven-to-sa, mazzata terribile per Roglic. Bravissimo anche VdP che ha difeso la maglia.

Domanda seria;

Il Tour è già finito?

Link to post
Share on other sites
  • Replies 4.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

@Bistecca

Giornata al Giro, ovviamente in bici...sul Castra (salita che faccio spesso e che avevo fatto anche stamani, non una vetta alpina ma neanche una passeggiata di salute). Esperienza simpatica, prima vol

CAPOLAVORO. 

Che due fenomeni 🥰     

Pogi non mi convinceva dopo la crono nazionale invece è andato come un missile 

Mathieu con una grandissima crono in culo ai gufi alla Gregorio 

Link to post
Share on other sites

Tappa bellissima, pareva una classica, poi vdp e van aert  :bowdown:

La maglia gialla che parte ai -210km non l'avevo mai vista.

 

C'è stato spazio anche per la classica minchiata della movistar, che si è messa a tirare per recuperare su carapaz (again, dopo la vuelta dello scorso anno) quando la responsabilità dell'inseguimento doveva essere solo ed esclusivamente lasciata a un pogacar senza squadra.

Link to post
Share on other sites

Oggi Pogacar sta uccidendo definitivamente non solo questo Tour ma anche il ciclismo dei GT dei prossimi 10 anni. Solo un Remco definitivamente recuperato può salvare un decennio di dominio dello sloveno.

PS

Ovviamente per uccidere intendo a livello di equilibrio e pathos perché sulla spettacolarità del corridore nulla da obiettare. È a dir poco esaltante. Lui e Doncic...diciamo che lo sport sloveno non se la passa male.

Link to post
Share on other sites

Di un altro pianeta 🤩  

C'è da tornare ai tempi di Hinault e Fignon, di cui Pogacar è l'erede per caratteristiche, per trovare uno così e se Hinault era l'ultimo dei grandi Pogacar è i grandi il ritorno 

Nella tappa di oggi oltre il vincitore Teuns che ha fatto una gran roba per resistere al ritorno pantanesco dello sloveno sottolineerei Carapaz che si è confermato di gran lunga il più forte dopo Pogi ma anche oggi ha raccimolato un bel nulla dopo tanta fatica e WVA che come a Prati di Tivo ha fatto tutto da solo perdendo davvero pochissimo ma che peccato perché gli è mancato pochissimo per poter stare nel gruppetto dei migliori dove a quel punto imho sarebbe stato uno dei primissimi al traguardo 

Tramonta il sogno giallo di Vdp speriamo di vederlo nuovamente all'attacco a breve

Link to post
Share on other sites

Zelk

I distacchi inflitti agli avversari sono stati d'altri tempi, era una tappa dura resa ancora più complicata dalla pioggia ma non certamente un vero e proprio tappone di montagna, quindi tutto ciò rende la sua impresa ancora più spaziale.

Pantani a Les deux Alpes, Froome a Bardonecchia e Armstrong ad Hautacam, siamo a questo livello di strapotere in salita, peccato che lo sloveno abbia solo 22 anni e in linea teorica può ancora migliorarsi. Già rispetto allo scorso anno è ulteriormente progredito sia a crono che in salita. Ma poi è lo stesso che ti vince la Liegi in volata su Alaphilippe o che è in grado di essere protagonista alle strade bianche. Ripeto, solo Remco può evitare in prospettiva questa sua dittatura, in quanto a motore potenziale è l'unico che può reggere il confronto in ottica GT.

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

4 mondiali su pista, 1 oro olimpico su pista e 2 mondiali a cronometro.

 

Già questo palmares di ganna, mi basta per dire che è uno dei ciclisti italiani più forti di sempre.

 

Strepitoso oggi davanti ai due belgi, in casa loro, in rimonta, sul filo di lana. Goduria!

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

SONNYYYYYY!!!!!!! 

Parigi Roubaix leggendaria

Sfiga indicibile invece per Gianni Moscon azzoppato prima da una foratura e poi da una caduta quando era in testa da solo con 1.15 sugli inseguitori guidati da VDP

Mancavano ancora una trentina di km all'arrivo ma il ciclista trentino probabilmente sarebbe riuscito ad arrivare in solitaria al velodromo 

Peccato per lui ma evidentemente era destino che dopo un digiuno di 22 anni la Parigi Roubaix tornasse a tingersi del nostro tricolore

Grandissimo Sonny Colbrelli! 

Link to post
Share on other sites

22 anni dopo tafi, ritorniamo sul gradino più alto del podio alla roubaix con Colbrelli, stagione magica la sua.

Corsa epica, leggendaria, stupenda, era dal 2002 che non si vedeva così tanta pioggia e così tanto fango!

Una citazione doverosa per Moscon che si è fatto tutta la roubaix all'attacco fin dai primi kilometri e senza la doppia sfortuna della foratura e caduta, avrebbe alzato lui le mani al cielo al velodromo.

Van der Poel mi è sembrato il Sagan dei bei tempi, da gran favorito ha fatto una grande gara sobbarcandosi tutto l'inseguimento e tirando la maggior parte del tempo,con sporadici cambi dati proprio dal nostro Colbrelli. 

Van Aert anonimo come ai mondiali.

Link to post
Share on other sites

Da questa non mi riprendo più 

 

Mathieu, non tanto alla fine, sul pavé bagnato uno spettacolo della natura. Lo stesso si può dire di Moscon che la meritava più di tutti 

Florian Vermeersch garone pazzesco

Menzione d'onore a Boivin che stava facendo una gara da paura prima di cadere e al killer Lampaert che fora tre volte ed è stato il più forte dietro 

Su Colbrelli non so che dire so solo che ormai se fa il Lombardia sabato batte pure Roglic e si conferma il ciclista più forte al mondo. Poi mi fa incazzare da tifoso di parte si intende la retorica per cui Van der Pollo è pollo perché spende molto tira più di tutti inutilmente per poi farsi beffare però in un gruppetto a tre con Colbrelli che è il più veloce è Colbrelli quello che deve stare a ruota e non dare un cambio entrambe queste ultime affermazioni sentite anche dal magro su es. Io so che non cambiava nulla ma davvero ad una certa gli avrei detto vuoi vincere tira tu.. 

Link to post
Share on other sites

Ieri non cambiava niente, VDP si è bruciato tra i -90 e -40, poi infatti su Moscon continuavano a perdere. Sonny invece si vedeva che gli teneva la ruota senza problemi.

 

Facile a dirsi, ma deve imparare a gestire meglio le fasi di corsa, non farsi 100km a tutta ogni volta.

Poi vabbè, proprio per questo è il mio ciclista preferito, anche se vincerà sicuramente meno di quello che potrebbe.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.