Jump to content

Welcome to LakersLand!

Registrati qui

Sign in to follow this  
enum

L.A. Lakers Vs Utah Jazz 111-103 W (2-0)

Recommended Posts

L.A. Lakers vs Utah Jazz 111-103 W (2-0)

 

9941c6d333af542a4020bca5ec4e79d9-getty-98621663ab011_jazz_lakers.jpg

 

I Lakers si portano sul 2 a 0 grazie ad un’altra buona prova di squadra. I lunghi giallo-viola dominano nel pitturato, Kobe fa il suo e dimostra un costante miglioramento della sua condizione fisica. Con un Williams sottotono, per gli ospiti non bastano Boozer, Miles e davvero un buon Millsap, ad evitare la seconda vittoria los angelina nella serie che ora si sposta nello Utah.

 

I Lakers si aggiudicano gara 2 a seguito di un match che li ha visti dominare su i due lati del campo, contrastando in maniera efficace gli avversari per tutte e quattro le frazioni di gioco, sferrando probabilmente il colpo decisivo sul finire della prima metà dell’incontro, per poi amministrare vantaggio e forze fisiche prima di volare a Salt Lake City.

 

Prova subito a partire veloce la squadra di Sloan, priva ancora di Kirilenko, con il russo che dovrebbe poter recuperare però in vista di gara 3. I padroni di casa non si fanno giustamente intimorire e già nella seconda metà del primo quarto di gioco, ribaltano la situazione passando al comando grazie anche ad un Artest da 10 punti nei primi 12 minuti. Nella fase iniziale del secondo periodo Bynum sostiene i suoi con carattere e con grande aiuto della secon unit di Jackson. Il giovane centro ne mette 9 e raccoglie 3 rimbalzi in 4 minuti e mezzo, con Millsap che tra gli avversari tenta il possibile per limitare i danni dei suoi e contrastare i padroni di casa, ma Gasol completa l’opera e con il parziale di quarto di 31 a 23 per Kobe & co., i giallo viola vanno a riposo in vantaggio sul punteggio complessivo di 56 a 48.

 

L’intero secondo tempo può essere considerato quasi completamente di sola amministrazione per i padroni di casa, i quali possono ancora contare sull’ottima prestazione dei loro lunghi (Gasol, Bynum e Odom) che mettono a referto complessivamente 50 punti e 44 rimbalzi (sui 58 complessivi). Kobe mette la firma sull’ennesima buona prestazione, testimonianza anche di una condizione fisica che va migliorando continuamente, nonostante il 24 ancora non sia al top, ma anche questo è altrettanto evidente. Il match si spegne sul 111 a 103 finale, con la sedicesima sconfitta consecutiva dei Jazz allo Staples tra stagione regolare e playoffs.

 

Sono stati cinque gli uomini in doppia cifra per Utah con Millsap, migliore tra i suoi, a referto con 26 punti, 11 rimbalzi e 4 assist, poi Boozer con 20 punti e 12 rimbalzi.

Cinque anche per i Lakers i giocatori in doppia cifra, con Kobe, miglior marcatore del match, a guidare il gruppo con 30 punti, 8 assist e 5 rimbalzi, poi Gasol con 22 e 15, Bynum con 17 e 14 e Odom con 11 e 15.

 

I Lakers conducono ora la serie per 2 a 0, serie che si sposterà nello Utah, dove nella notte tra sabato 8 e domenica 9 maggio, in quel di Salt Lake City, ore 2:00 (ora italiana), gli uomini di Jackson proveranno ad espugnare la roccaforte mormone nel tentativo di portarsi sul 3 a 0 e magari chiudere questo secondo turno anche prima del previsto, ma si sa, non sarà un’impresa facile.

 

Box score

 

BM8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto bene, adesso 3 gg di riposo importanti...

 

nota di merito per Jack :asd

 

_bCBzRm4guc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Millsap nello Utah sarà il giocatore chiave, limitato lui (in termini di energia e presenza a rimbalzo) possiamo fare quasi tranquillamente un 4-0 o 4-1, considerando appunto il riposo di 3 giorni

 

partita quindi simile a gara 1: contro i Jazz allo Staples siamo sempre in controllo, da anni (e c'è chi avrebbe preferito Denver... nu nu....)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benissimo, altra W abbastanza convincente...

A meno di clamorose prestazione dei Jazz all'ESA (cosa che potrebbe pur sempre accadere conoscendoli) almeno una la dovremo portare via e chiudere in 5 come da pronostico...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho sognato che fisher era su deron williams e quest'ultimo segnava meno di 50 punti

 

bella vittoria ma se continuiamo con sti finali una la perdiamo a utah il che non è poi così male..chiuderla 4-1 mi va benissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

grandi ragazzi, stiamo arrivando anke noi!! la condizione migliorata, e poi sn contento x kobe sta tornando il kobe.. grande anke artest e il solito catalano!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ben fatto Black, e ben fatto pure per Jack.. :asd :inchino

 

Bene così, tornano sensazioni positive..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho l'impressione che quando giochiamo così non possiamo essere battuti.

 

Oggi, tutti presenti con convinzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Agent 24
Se i lunghi daranno sempre questo apporto, batterci sarà molto molto difficile.

io dico impossibile

 

Quei tre la davanti sono orgasmici quando giocano cosi :sbrilluccico

 

Dai dai dai

 

last year sensations are coming back slowly...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra ottima vittoria, altra grandissima prova dei nostri lunghi, Gasol, Bynum e pure Odom dominatori e dominanti.

 

Molto bene anche Kobe che conferma i progressi fisici, Artest anche tranne che per gli ormai proverbiali problemi da tre, poco dal resto della panchina ma stavolta può bastare.

 

Ora dopo il riposo di tre giorni si può anche attentare allo sweep, comunque almeno uno a Salt Lake dovremmo vincerla, finora il nostro problema principale è stato Millsap, se lavoriamo bene su di lui è praticamente fatta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io son convinto che fintantoché i nostri 3 lunghi ci danno 48' di alto livello non possiamo perdere.

Chiaro che contro i nanetti mormoni vale quel che vale... :asd

Però non è che sia sempre questione solo di cm, lo scorso anno i Rockets, non certo titanici, ci misero sotto parecchie volte.

Insomma, ottime sensazioni non c'è che dire.

Se poi Bynum col menisco rotto è questo... :love

Share this post


Link to post
Share on other sites

belle prestazioni di tutti finora,Artest 1-7 da 3 :( ma crescerà anche da quel punto di vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
belle prestazioni di tutti finora,Artest 1-7 da 3 :( ma crescerà anche da quel punto di vista.

 

lo si spera, altrimenti in un'ipotetica finale di conference/ finals nba ci sarà parecchio da sudare, ma davvero tanto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vittoria importantissima e convincente...specialmente soddisfatto per la grande prestazione di Lamar,Pau e Andrew...veramente determinanti.

Bryant finalmente sembra riacquisire pian piano la condizione migliore.

 

Adesso si va lì con tre giorni di riposo e secondo me proveremo a vincerla.

Giocare con determinazione e li finiamo.

 

GO LAKERS!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anch'io son convinto che fintantoché i nostri 3 lunghi ci danno 48' di alto livello non possiamo perdere.

Chiaro che contro i nanetti mormoni vale quel che vale... :asd

Però non è che sia sempre questione solo di cm, lo scorso anno i Rockets, non certo titanici, ci misero sotto parecchie volte.

Insomma, ottime sensazioni non c'è che dire.

Se poi Bynum col menisco rotto è questo... :love

Esattamente cosi. Diciamo che contro dei poveracci che, dietro agli ottimi ma sottodimensionati Millsap e Boozer, là sotto presentano un segone travestito da giocatore di basket come Fesenko, ci mancherebbe altro che i nostri big men non facessero la voce grossa.

Senza esaltarsi troppo, quindi, rallegriamoci per il ritorno del vero Kobe, la conferma di Pau ed il risveglio di Lamar. Per Drew parla la stat passata in sovraimpressione dopo l''Ht: primo giocatore dal 5/5/2003 (7 anni esatti) a catturare 13 rimbalzi in metà tempo. Roba da non credersi per uno che fino a qualche mese fa concludeva partite intere con 3-4 rimbalzi all'attivo, nei periodi down.

Avanti cosi, con 3 giorni di riposo completi è un must andare a strapparne almeno una (ALMENO) a Salt Lake.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se i lunghi daranno sempre questo apporto, batterci sarà molto molto difficile.

 

Non ne son così convinto... cioè, ovvio che con un trio così lì sotto si domina ovunque, ma squadre come celtics, cavs e magic hanno molte armi al loro arco per impensierirti... :boh

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.