Jump to content

Physio

Members
  • Content Count

    49
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

18 Neutral

About Physio

  • Rank
    Rookie
  • Birthday 09/10/1993

Profile Information

  • Fan since:
    1998

Recent Profile Visitors

3,088 profile views
  1. Per parlare di una serata in discoteca a Bucarest è questo il topic adatto?
  2. Comunque 4 mesi per un crociato è follia. Ah vi leggo sempre ma con il lavoro non riesco mai a seguire con continuità e partecipare alle discussioni come vorrei!
  3. Physio

    Vacanze!

    Io lo scorso anno sono stato a Watamu! Ero al Twiga resort, molto bello, onestamente però sono uscito giusto per fare il safari di una notte allo Tsavo East e un pomeriggio per andare a vedere Malindi, quindi se preferissi stare in qualche città non saprei aiutarti. Se hai domande rispetto a safari o mare ti so dare qualche indicazione comunque. Qualcuno invece è stato Bangkok o Koh Samui/Phangan/Tao? Ci vado quest'estate
  4. E invece no, anche io penso che abbiamo la rosa per vincere. E onestamente trovo ridicole le critiche esagerate ad Allegri, con tutto il rispetto dovuto per un'idea altrui, chiaro. Si è ritrovato con tre rose con assetti, virtù e potenzialità diverse tutti e 3 gli anni, ponendo sempre del suo nel raggiungere gli obiettivi. L'anno scorso, fossimo passati con il Bayern staremmo parlando di come sarebbe fare il repeat, e ne sono abbastanza certo. La mano dell'allenatore è evidente, non vederla vuol dire girare la testa o coprire gli occhi. Poi, riguardo Pjaca sono d'accordo al discorso che sia un progetto di fenomeno, che debba giocare di più e che Allegri sia talvolta troppo prudente a riguardo. Però tutti i casi dei vari giovani, il primo anno Morata, lo scorso anno Dybala, Rugani e Sandro, quest'anno Pjaca e pure Pjanic in una certa misura(per l'equivoco tattico che lo circondava e la presunta mollezza mentale) li ha sempre gestiti fino a renderli fondamentali e di livello assoluto. Pjaca, come Rugani lo scorso anno, verrà impiegato in maniera più costante e cospicua in questo finale di stagione, fino ad essere un titolare aggiunto l'anno prossimo. Potenzialmente, ad Allegri, si può imputare l'errore Coman, vero però che bisogna ancora capire se sia carne o pesce il parigino. Sbaglia con questo metodo? I risultati direbbero di no, non abbiamo la controprova relativa al tuffarli nella mischia e vedere se diventano re della savana o si fanno mangiare dal primo predatore, però credo che la critica in questi termini sia aprioristica, considerando i reiterati risultati positivi che si ottengono percorrendo questa via.
  5. Che stress con sto arbitro Madonna mia, il bello è che millantiamo una superiorità come tifosi perché legati al mondo sportivo americano, quando poi si cade in discorsi beceri e ormai credo pure anacronistici, considerando che non è possibile che sia sempre e solo la Juve a rubare, dopo il 2006(che ritengo sia stata una farsa, precisiamo) la storia delle ruberie è veramente banale e pure un po' volgare. Parlando della partita e degli episodi incriminati, il rigore su D'Ambrosio probabilmente l'avrei fischiato, così come il mani di Medel al primo minuto del secondo tempo. Che non si vede da nessuna parte ma vi ho dato il riferimento temporale quindi potete benissimo vederlo da voi. L'Inter ha fatto una buona partita, poco lucida negli ultimi 25 metri, così come la Juve che però ha trovato il coniglio con Cuadrado. Onestamente credo che se non avesse segnato su quella palla, l'1-0 sarebbe comunque maturato in un'altra situazione, però si tratta di mere supposizioni.
  6. Non è sfiga Tony, è un discorso complesso da approfondire qui, però ci provo. Il tuo ginocchio dovrebbe muoversi secondo standard di movimento ben precisi e se il movimento è difforme si può andare incontro a problematiche di vario genere. Nella persona normale, quindi non pro, se le differenze sono piccole, non si creano problemi, perché non si sottopone l'articolazione a forte stress, mentre nel pro, considerati i carichi che vengono posti sulle articolazioni, anche un solo piccolo problema può diventare potenzialmente enorme. Tu pensa a un pezzo di plastica dura, tipo un righello classico, se lo pieghi poco non si rompe e anche se quel movimento non dovrebbe farlo, è resistente all'inizio. A furia di piegare, arriva il momento in cui si spezza. Così il crociato, se il ginocchio ha un movimento non perfetto. Poi, ovvio, ci sono mille componenti, però è difficile che gli infortuni, ad eccezione di traumi diretti, siano completamente casuali, così come gli strappi, stiramenti e simili, ma poi apriamo un discorso enorme.
  7. Sicuramente non c'è lavoro in prevenzione, mi viene da pensare, perché spesso si può lavorare in ottica preventiva, valutando il movimento e le eventuali disfunzioni che vanno poi a provocare dei costanti microtraumi che sfociano in questo tipo di lesione.
  8. Beh, vero che i test ortopedici non hanno affidabilità totale e che si possono presentare dei falsi negativi, così come falsi positivi(penso a Marchisio in nazionale), però se il test del cassetto se è negativo fa escludere, come prima ipotesi, la rottura del crociato.
  9. Considerando che mi sto laureando in questi giorni, non ho enormi conoscenze del passato, faccio riferimento magari a racconti di professori e qualcosa visto anche in prima persona. Credo che siano aumentatate la conoscenze generali di neurofisiologia, cinesiologia e anche il condizionamento muscolare, che però magari è più appannaggio dei preparatori nel periodo immediatamente precedente al ritorno in campo. La fisioterapia si è evoluta molto negli ultimi anni, basti vedere anche l'ambito neurologico, con quello che è il trattamento di pazienti post stroke, la differenza degli esiti ora e magari 20 anni fa. Tornando al calcio, credo che siano tante piccole cose a fare la differenza, come ad esempio la conoscenza effettiva della cinematica articolare; l'esempio più calzante penso sia la convergenza della macchina, che se non è perfettamente allineata, senza che ce ne accorgiamo consuma le gomme in maniera asimmetrica, così come il corpo, se non si muove secondo gli standard di movimento, crea dei costanti microtraumi alle articolazioni, i quali poi facilitano distorsioni, stiramenti, strappi ecc.
  10. Penso che il caso Del Piero sia un po' più complesso, ma ero piccolo, ricordo poco e delle notizie su internet mi fido poco, quindi lo metto da parte! Quello che non capisco è cosa faccia di così diverso il dottor Mariani dagli altri, dal momento che alla fine i metodi di operazione del crociato sono due, o tramite tendine rotuleo o tramite tendine semitendinoso. A mio avviso si sopravvaluta molto l'operazione chirurgica nell'ottica del ritorno in campo, quando ogni chirurgo specializzato nel ginocchio è in grado benissimo di ricostruire in maniera ottimale un crociato senza che sia Mariani, Quaglia o Bigoni(che ha operato anche il Gallo ed è stato mio prof, grandissimo). Poi chiaro che un'operazione ben riuscita e un decorso post operatorio senza complicazioni diminuiscano i tempi, ma è tutto quello che viene dopo a fare la differenza. Spero per Milik, ma anche per lo sport italiano, che rientri anche in 90 giorni senza ricadute, perché sarebbe segno di un lavoro fisioterapico di livello, cosa che nello sport raramente si ha(basti vedere la recidività degli infortuni nei giocatori, si cura il tessuto ma non si corregge la problematica che crea il danno, rendendo il tutto un circolo vizioso). Ah, non so se l'ho detto, sono Juventino!
  11. Sì, capisco riportare dei casi singoli, però non ci si può basare su casi più unici che rari con tempistiche così brevi per fare un campione affidabile. Ci sono dei protocolli che si basano su evidenze e sconsigliano la ripresa in tempi così brevi. La propriocezione della gamba, il controllo motorio, la cinematica corretta, sono cose che è difficile avere in condizioni fisiologiche, figuriamoci in una condizione immediatamente post operatoria. Io poi gli auguro di tornare tra 15 giorni e zampettare come una lepre nei prati di collina, ma così facendo aumenti il rischio di infortuni consequenziali, come recidive e problematiche muscolari(oltre che posturali).
  12. Goods, parlo da fisioterapista, rientrare in 4 mesi è una follia bella e buona. Oltre a un discorso puramente istologico, devi associare anche un discorso legato alla cinematica di tutto il sistema, non solo del ginocchio lesionato.
  13. A me 99 giorni per la ripresa dell'attività agonistica, quindi ritorno in campo, mi sembrano pochini. Ah, tra l'altro sappiate che l'intervento cambia poco chi te lo fa, la vera differenza la fa la riabilitazione post operatoria e purtroppo, nello sport italiano, girano un sacco di maniscalchi che si spacciano per fisioterapisti.
  14. Non dimenticate mai di valutare sempre la cinematica di tutti i movimenti quando fate qualsiasi esercizio. Spesso non viene preso in considerazione questo parametro che provoca compensi che portano poi a disfunzioni di movimento che a loro volta portano a infortuni dovuti ai costanti microtraumi. Il preparatore atletico di Cantù lavora secondo questi principi e ha diminuito di parecchio le percentuali di infortuni negli ultimi anni.
  15. Sarà, riguardo Chiellini e Bonucci, però ad uno sguardo veloce su transfermarkt risulta una percentuale di sanzioni più alta in Italia rispetto all'Europa per il secondo, quasi identica per il primo. Che possano stare sul cazzo per atteggiamento lo capisco, sono molto sanguigni e più plateali rispetto al più freddo e riflessivo Barzagli, ma i numeri sono lì a parlare e dicono che hai detto una cazzata, con tutto il rispetto.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.