Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Alevin

Members
  • Content Count

    15,558
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    69

Everything posted by Alevin

  1. Io non sono così dalla vostra su Muso e l'attitudine all'erba per ora O meglio, sicuramente l'estro e l'essere ottimo giocatore a rete sicuramente sono dalla sua, ma le aperture sia dal lato del rovescio che da quello del dritto sono molto ampie, lui impiega tanto tempo a preparare il colpo, ma la pallina sull'erba schizza, arriva bassa e veloce. E l'avere aperture ampie è uno dei motivi per cui gioca tanto lontano dalla riga di fondo, specialmente in risposta. Con il tempo sicuramente può fare bene, anche perchè appunto l'erba è la superficie dove difficilmente la gente talentuosa
  2. Meh Bisteccone, per ora goditi questo Roland Garros senza pensare a Wimbledon anche perchè Musetti credo ci abbia giusto pascolato un paio da volte da junior e Sinner neanche quelle, quindi cautela
  3. Fatto il loro. Prima volta nell'era open con tre italiani agli ottavi di uno slam. Ora speriamo di goderci un bel lunedì
  4. Quant'è ottuso Jannik, porca miseria. Riesce a mettere in palla qualsiasi peone dopo aver dominato il set di apertura.
  5. Anche io, altrimenti non avrei scritto che sarebbe una delusione se non arrivasse ai quarti Però se l'avversario, nelle stesse condizioni dello svizzero, avesse avuto un altro cognome sarei stato più tranquillo
  6. A questo punto bisogna portarne quattro agli ottavi. Dopodichè tutto il resto sarebbe un di più, potremmo anche portarne 0 ai quarti e non ci sarebbe nulla di clamoroso (ma un pò di delusione per Berrettini sì). Ovviamente quello con più chances sotto tanti punti di vista sarebbe appunto Berrettini contro lo svizzero, ma non sottovalutiamo l'aspetto mentale di giocare contro Federer. Vero, era un Matteo meno esperto e si giocava sul centrale di Wimbledon, ma in quegli ottavi di finale non scese proprio in campo a causa dell'emozione. Completamente bloccato. Speriamo si siano fatti passi i
  7. La sconfitta (ma è così non da oggi...) di Auger-Aliassime contro un Seppi 37enne che gioca ormai pochi mesi l'anno e su un'anca sola, è la testimonianza che con i ragazzi bisogna andarci sempre molto cauti. Ma soprattutto è la prova che pur arrivando nei top 20 a 18/19 anni la cosa fondamentale è continuare a lavorare e migliorare, molto più della fretta di arrivare a fare certi risultati il più in fretta possibile. Tralasciando il difficile periodo a livello mentale per il canadese, proprio a livello tecnico non ha fatto un singolo miglioramento rispetto a due anni fa. Anzi mi azzardo a
  8. Giusto così. Proprio perchè la salute mentale non vale meno di un fastidio all'adduttore se uno non si sente in grado di competere in questo momento allora non gioca. Con il caos che ha creato questi giorni non ha aiutato l'intero circuito e non ha aiutato neanche sè stessa, visto che le pressioni, considerando anche che i suoi colleghi non l'hanno affatto appoggiata, saranno ulteriormente aumentate.
  9. Più che altro è l'America dei nostri giorni Tutto politically correct, cancel culture, mental health, women's empowerment e chi più ne ha più ne metta Che in generale ben vengano, eh. Ma poi finisce anche, come in questo caso, che qualcuno se ne approfitta....
  10. Bene. Ma anche male. Analisi sulla partita ma anche generale a cui ho pensato durante l'incontro: Male perchè è andato ad un passo da una sconfitta davvero brutta. Per quanto Herbert in casa è avversario che può diventare ostico e a tratti (tra secondo/terzo) ha giocato un'ottima partita, Jannik oggi mi è piaciuto davvero poco. In evidenzia i soliti due difetti: il servizio, su cui vabbè il percorso è abbastanza lungo (generalmente ci si lavora tanto in offseason) e non ci si può aspettare che migliori da un torneo all'altro, ma soprattutto male a livello tattico. In primis si è mess
  11. Peccato che dalla parte di Thiem ci sia finito giusto un Fognini abbastanza in disarmo piuttosto che gli altri ragazzi
  12. EH BEH, EH BEH, EH BEH. Vuole riprendersi il titolo di Musa? E il mio avatar?
  13. Mi aspetto una reazione da parte di Tsitsipas, ma primo set di livello pazzesco da parte di Musetti.
  14. Rispondevo a KobeN1 ma alla fine il discorso poteva valere in generale, anche al di fuori di questo topic.
  15. No, Sinner secondo me a 28 anni avrà ottenuto decisamente di più rispetto a Thiem. Ma potrei tranquillamente sbagliarmi, magari tra due anni decide che è meglio aprirsi un account di coppia su onlyfans come Tomic. Chi può dirlo? Ma il punto è che i paragoni con giocatore X o giocatore Y presi singolarmente non hanno senso. Sinner per precocità di risultati e ranking è in linea con la quasi totalità campioni che si sono susseguiti negli ultimi...toh, facciamo 25 anni (perchè non avrebbe alcun senso paragonare ere completamente diverse). Questo è il FATTO, è l'unica cosa che non si può obie
  16. Sì, alla fine non avrebbe molto senso dilungarsi, ne abbiamo già abbondantemente discusso. Però è più forte di me. Faccio notare che a tennis si gioca più o meno tutte le settimane, quindi guess what? Perderà ancora quasi tutte le settimane da qui a tanti anni a venire, a meno che qualcuno non vi abbia fatto credere che possa vincere tutti i tornei Thiem oggi ha perso da Norrie, Shapovalov oggi stava per andarsene a casa con Cecchinato, Auger-Aliassime le ha prese da Musetti che è due anni più piccolo. Ho preso i primi tre che mi son venuti in mente, ma è per far notare che le part
  17. In realtà aveva fatto quarti di finale 2 mesi fa a Marsiglia, se vogliamo essere precisi Comunque chiara sconfitta che segna una carriera. Speriamo riesca a digerirla, in modo da riuscire a fare un paio di anni nei top 30 prima di cambiare mestiere.
  18. Intanto a Lione, ATP 250, testa di serie in un tabellone pieno di peones tra i giocatori che non sono nel seeding.....becca Karatsev al 1T
  19. Allora, chiariamo un pò le cose. Che uno possa non sopportare alcune campagne mediatiche ci può stare benissimo, anche a me possono dar fastidio tante cose per come vengono trattate su alcuni media. Ma bisogna anche capire cosa si sta vedendo: cioè, i countdown li fa Sky perchè c'ha i diritti dei tornei in questione e tenta il possibile per far sintonizzare più spettatori possibili sulla partita. E' semplicemente un'azienda che cerca di vendere il proprio prodotto, non ci stanno i countdown di Sinner a reti unificate, eh. Fanno i countdown anche di qualsiasi partita di calcio semi-importa
  20. Stagione sul rosso di Sinner molto deludente. Ok essere condizionato da 'sta cosa dei media, però boh. A parte la bruttina sconfitta a Madrid ha perso solo contro Djokovic, Nadal e Tsitsipas. E Rublev l'ha battuto pure lui. E' in ogni classifica di precocità risalente agli ultimi 30 anni, parlano i risultati e il ranking. Sembra che tu stia parlando di hype verso un ragazzino che poi va in campo e le perde tutte....
  21. Ma ora che c'entrano gli altri? Perchè per esaltare qualcuno si deve fare riferimento agli altri? Che tra l'altro stanno facendo una stagione clamorosa Nell'ultimo mese e mezzo tre italiani diversi hanno fatto 3 semifinali di MS1000, quindi direi che a ruota anche loro son stati in semi mentre lui era a casa Tre italiani nei primi 13 della race, direi che stanno facendo tutti abbondantemente il loro. Anche di più. E i media si adeguano. Berrettini è top 10, Sinner è un 19enne top 20, Musetti un altro 19enne in ascesa pure lui. Ci mancherebbe non vengano calcolati di più, pur con tutt
  22. Ne ho visti pochini nella mia vita tenere la diagonale di dritto di Nadal a questa maniera, in particolare sul rosso. Poi sì, c'è da lavorare sul servizio, su qualche variazione, su una maggiore freddezza nei momenti importanti. D'altronde sarebbe molto preoccupante se a 19 anni non ci fosse da migliorare nulla. Ma è fortissimo. E oltre ad essere forte di suo, impara in fretta. Tanto in fretta.
  23. Giocatori come Opelka per tipologia sono il male per i ragazzi che si affacciano sul circuito. Musetti uno così (ripeto, come caratteristiche, non come livello assoluto) non l'aveva ovviamente mai incontrato nè tra gli juniors, nè a livello challenger, nè in quelle poche partite giocate sul circuito ATP. L'obiettivo quando di trovi contro un battitore del genere in giornata sì dovrebbe essere appunto giocarsela al tie break, ma ci sta che un 19enne alle prime esperienze sia andato in confusione contro un avversario atipico e che non era abituato ad affrontare. Per fortuna di giocatori ce
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use & Privacy Policy.